Lippia dulcis, la pianta dolcificante

Lippia dulcis pianta dolcificante

La Lippia dulcis è una pianta dolcificante originaria del Centro e Sud America, popolare per le sue proprietà già nel XIV secolo quando le popolazioni locali la usavano come pianta curativa e come dolcificante naturale

La Lippia dulcis fa parte della famiglia botanica delle Verbenacee e ha una parente stretta molto più popolare tra noi italiani, la Lippia citriodora, meglio conosciuta come limoncina, erba luigia o cedrina.

La Lippia dulcis è originaria del Messico e del Venezuela ed è passata alla storia come lo Zucchero degli Aztechi, popolo che la coltivava come pianta dolcificante.

Come coltivare la Lippia dulcis

Se vuoi coltivare la pianta dolcificante Lippia dulcis dovrai munirti di un terriccio ben drenato e di un bel vaso-contenitore. La coltivazione in vaso della Lippia dulcis è estremamente facile. Questa pianta dolcificante cresce molto rapidamente e in vaso può essere coltivata anche a scopo ornamentale grazie alle sue piccole inflorescenze bianche.

La Lippia dulcis è una pianta perenne che raggiunge a malapena i 20 cm di altezza (ecco perché ti consiglio la coltivazione in vaso o in un’aiuole ben curata e definita). Solo nei primi stadi di sviluppo i suoi rametti sono erbacei ma ben presto diventeranno legnosi.

La lippia dulcis si sviluppa quasi orizzontalmente ed è caratterizzata da foglioline lunghe circa 2 cm e larghe un cm. Le foglioline sono dentate sui bordi, sono dotate di un colore verde intenso e hanno un sapore leggermente mentolato.

Puoi coltivare la lippia dulcis come pianta ornamentale perché in primavera e in estate, questa pianta dolcificante, produce deliziosi fiorellini bianchi dal diametro di 5 – 8 mm.

Indicazioni per la coltivazione della Lippia dulcis in vaso o in giardino:

  • – 1. Esposizione
    Vuole pieno sole e ama il caldo.
    Può essere coltivata in terrazze o in balconi in pieno sole o in posizioni semi-soleggiate.
  • – 2. Terriccio
    Esige un terriccio ben drenato (tipo quello per i gerani o altre piante da fiore) da tenere leggermente umido dalla primavera a fine estate.
  • – 3. Temperature
    La Lippia dulcis può essere coltivata in giardino solo nell’Italia Meridionale. Se abiti nel Settentrione o al Centro farai bene a coltivare la Lippia dulcis in vaso così da portarla in un luogo riparato quando le temperature scenderanno al di sotto dei 3 °C.
    Per riparare la pianta dal freddo dovrai trasferirla in un luogo protetto nell’intervallo di tempo da ottobre a inizio primavera.
  • – 4. Potatura
    Quando si riporta la pianta all’aperto a seguito di un calo di temperature, per stimolarne la crescita, ti consiglio di accorciare di 3/4 tutti i rami vigorosi e di eliminare quelli secchi.
  • – 5. Coltivazione in piena terra
    Dato che la pianta si sviluppa quasi in orizzontale con andamento tappezzante, ti consiglio di coltivarla in prossimità dei bordi di una fioriera o di un’aiuola coltivata con piante aromatiche.
  • – 6. Per la coltivazione in vaso
    Per ottenere un effetto estetico migliore, ti consiglio di coltivarla in vasi pensili. Ricorda che, dopo ogni rinvaso, devi tenere la pianta dolcificante all’ombra per una decina di giorni così da farle superare meglio la crisi del trapianto.
  • – 7. Concimazione
    La pianta dolcificante Lippia dulcis va concimata con moderazione. Al momento della messa a dimora, incorpora nel terriccio un pugno di stallatico pellettato, le basterà!

Pubblicato da Anna De Simone il 14 maggio 2015