Insetti impollinatori: le osmie

Insetti impollinatori

Tra gli insetti impollinatori che potrebbero albergare nel vostro rifugio per insetti ci sono le osmie. Si tratta di un genere di api solitarie, cioè quelle che non costruiscono l’alveare e non producono miele, di cui esistono circa 300 specie diverse.

Le osmie non producono miele ma sono bravissime a impollinare, anche più delle cugine api domestiche quando il raggio di azione non è troppo esteso. Un orto o un giardino costituiscono il loro ambiente perfetto ed è qui che danno il meglio come insetti impollinatori. Ecco perché consiglio di creare un rifugio per insetti tutto per loro.

Caratteristica delle osmie è la spiccata differenza tra maschi e femmine. I primi sono più piccoli, coperti di peli bianchi sul capo e dotati di antenne più lunghe. Le femmine sono più grosse e robuste, dotate delle setole collettrici per la raccolta del polline: in famiglia sono loro che svolgono il vero lavoro di insetti impollinatori. I maschi non impollinano, visitano i fiori solo per nutrirsi e servono alla riproduzione.

Le osmie sono animaletti solitari, ma hanno l’abitudine di nidificare in modo gregario. Questo ci fornisce una prima indicazione su come devono esere costruiti i nostri rifugi per le osmie. Rifugi che serviranno a noi per garantirci l’impollinazione nell’orto e nel giardino, ma serviranno anche alle osmie per sopravvivere. La carenza di luoghi adatti alla riproduzione è infatti la causa principale della preoccupante dimunizione di insetti impollinatori e di api solitarie in particolare.

Una seconda indicazione sulla costruzione del rifugio per osmie ce la fornisce la modalità di riproduzione di questi imenotteri. Dopo lo svernamento, i maschi nascono per primi a primavera e attendono le femmine giusto fuori dai nidi. L’accoppiamento delle osmie non avviene in volo, come fanno gli altri insetti impollinatori, ma sulle sporgenze e sulla vegetazione prossima ai nidi.

Messe assieme queste informazioni, ecco che possiamo avere un’idea su come costruire un nido per osmie, o su come deve essere quello che acquisteremo. Come per tutte le api solitarie, alle osmie serve un nido con corridoi cavi a fondo cieco. Il diametro dei corridoi può essere compreso tra i 4 mm e i 12 mm, la lunghezza variabile dai 12 ai 20 centimetri. Per favorire la riproduzione l’ingresso del nido può essere arricchito di vegetazione, piccolo rovi e steli arrotolati, e il nido stesso può essere appeso in prossimità di arbusti e cespugli che funzionano da appoggio.

Se non avete tempo per costruirvi da soli il vostro rifugio per api solitarie, non preoccupatevi. Online ne trovate alcuni diversi e di buona fattura a un prezzo accessibile, con consegna a domicilio.

Rifugio per api solitarie base

Rifugio per api solitarie tipo alveare

Rifugio per api solitarie 5 stelle

Pubblicato da Michele Ciceri il 20 giugno 2015