In Cina, la prima eco-city abitata

Auto elettriche, case intelligenti, quartieri eco-friendly. Qualcuno potrebbe pensare che si tratta dell’ennesimo progetto per una Smart City ma non è così. In Cina è già realtà con la prima eco-city abitata.



Si sente sempre più spesso parlare di Smart City, città intelligenti, ecologiche e su misura di cittadino, in Italia sono stati presentati vari progetti per l’allestimento di smart city ma vediamo che a pochi chilomentri da Pechino qualcosa di molto grosso è già stato costruito. L’eco-città sta già accogliendo i primi abitanti.

GUARDA LE FOTO DELLA TIANJIN ECO-CITY

E’ statà battezzata l'”eco-città, ma ha tutte le carte in regola per beccarsi l’appellativo di Smart City. E’ Sino-Singapore Tianjin, sorge a pochi chilometri da Pechino e nasce per opera di un progetto tra Singapore e il governo cinese. Il progetto pone le sue radice nell’aprile 2007 e oggi inizia ad accogliere i suoi primi abitanti. Nel 2007 era solo un concept che si basava su tre pilastri fondamentali, definite “armonie”.

  • Principio di Armonia sociale dove gli abitanti possono vivere in armonia tra loro.
  • Principio di Armonia Economica secondo il quale le persone possono contare su attività economiche stabili.
  • Principio di Armonia ambientale, grazie al quale, è possibile vivere attuando politiche di ecosostenibilità.

La Smart City nata in Cina segue dei principi base nel mondo industriale: la città è replicabile e può essere presa come modello da altri paesi, adotta tecnologie eco-compatibili commercialmente accessibili, dal modello attuato potrebbero nascere degli spin-off.

Il concept nasce nel 2007 ma nel 2008 la Tianjin Eco-City già poteva contare su una concretezza di 30 kmq, una superficie pari a circa la metà del territorio su cui si estende Manhattan. Siamo nel 2012 e Tianjin Eco-City ha iniziato a ospitare i primi abitanti che hanno lasciato le loro dimore per poter sperimentare un modo di vivere più “armonioso“.

La smart city o come molti la definiscono, la futuristic eco-city, entro il 2020 sarà popolata da 350.000 abitanti con uno “start-up” previsto entro la fine del 2013. La città sorge nel cuore della Tianjim Binhai New Area, una delle zone a più alto tasso di sviluppo della Cina. E’ situata a soli 150 km da Pechino. La scelta della locazione geografica si avvale del principio di “Armonia ambientale“: altre futuristic city sono progettate per sorgere in aree deserte, incontaminate. La Tianjin Eco-City si trova a pochi km da Pechino proprio per non sottrarre terreno prezioso che potrebbe essere destinato allo sviluppo agricolo.

GUARDA LE FOTO DELLA TIANJIN ECO-CITY

Così Tianjin Eco-City è davvero eco-frindly, non appoggia il fenomeno del land grabbing e con i suoi abitanti può fare la differenza. Prima dello sviluppo dell’Eco-city, il territorio comprendeva principalmente saline e terre aride, corpi idrici inquinati e acque di scarico. Il primo passo effettuato per l’adempimento del progetto è stata una bonifica del territorio che ha conentito un primo cambio di scena.

Progettare una mobilità sostenibile è stato un passo fondamentale per l’allestimento della Tianjin Eco-City. L’obiettivo della mobilità punta a incrementare la diffusione dei mezzi pubblici e dei veicoli non motorizzati come biciclette e percorsi pedonali, è per questo che sono state progettate strade ad hoc, ovviamente per i veicoli motorizzati non ci sarà spazio per le auto a combustibili fossili. La rete energetica della futuristi eco-city vede lo sfruttamento di fonti rinnovabili quali l’energia eolica con installazioni di turbine presso le aree utili del perimetro della città, e il fotovoltaico.

A cura di Anna De Simone

Link Utili | tianjinecocity.gov.sg

Pubblicato da Anna De Simone il 25 aprile 2012