Guida all’acquisto della lavastoviglie

guida alla scelta della lavastoviglie

Fino a qualche anno fa, la lavastoviglie era un lusso per pochi, oggi, invece, ha un ruolo fondamentale in cucina, tanto che è già inserita nelle cucine componibili; generalmente è “ad incasso”, dentro un mobile con anta reclinabile. Parliamo di un elettrodomestico molto amato dalle donne soprattutto quelle in carriera: si risparmia tempo e le stoviglie escono pulite ed igienizzate.


Il mercato offre diverse tipologie e fasce di prezzo ma non sempre è facile acquistare la lavastoviglie che soddisfi le proprie aspettative. A tal proposito vi illustreremo come scegliere la lavastoviglie giusta seguendo alcuni accorgimenti importanti.

Guida alla scelta della lavastoviglie, indicazioni
Al momento dell’acquisto le cose da valutare sono: tipi di lavaggio, capienza e classe energetica, ruolo fondamentale ai fini di un acquisto consapevole volto al risparmio energetico.
Una lavastoviglie con classe energetica A oppure A+ ha un prezzo superiore ma fa risparmiare elettricità ad ogni utilizzo; al contrario, con una classe energetica bassa, si risparmia al momento dell’acquisto ma non permette di risparmiare elettricità in fase di utilizzo. Per approfondimento vi consigliamo la lettura dell’articolo “Lavastoviglie, lavatrici: come risparmiare sui lavaggi”

Non dimenticate che la spesa alta iniziale può essere ammortizzata nel tempo: meno consumo e maggiore durata nel tempo.
Le moderne lavastoviglie sono dotate di più efficienti sistemi di lavaggio e prelavaggio ecologici, permettendo così risparmio di acqua e di elettricità grazie all’impiego di basse temperature. Hanno inoltre tecnologie avanzate e sofisticate che consentono di selezionare il mezzo carico se non si occupano tutti i coperti, di scegliere lavaggi ecologici (massimo a 50 gradi) e di programmare l’accensione quando si desidera.

Per maggiori consigli vi rimandiamo alla guida Come scegliere la lavastoviglie.

Guida alla scelta della lavastoviglie, consigli utili

  • A prescindere dal modello che avete scelto, se volete risparmiare elettricità ed acqua, nel rispetto dell’ambiente, basta fare i cicli solo a pieno carico incorporando i piatti della colazione e del pranzo con quelli della cena.
  • Ricordate: di sera si risparmia sulla bolletta. Le lavastoviglie moderne non sono per niente rumorose e questo vi permette di usare l’elettrodomestico anche nelle ore notturne.
  • Le lavastoviglie hanno diverse dimensioni di profondità: le più piccole occupano 45 cm di spazio, mentre quelle standard più comuni arrivano fino a 60 cm di profondità. Se il vostro nucleo familiare non supera le tre unità, optate per un modello piccolo, ponendo sempre attenzione alla classe energetica ed alla marca.
  • Verificate che il marchio sia facilmente rintracciabile nei centri di assistenza in caso di rotture e problemi tecnici
  • Assicuratevi che abbia il marchio CE e pertanto conforme con le direttiva dell’Unione Europea

Se volete risparmiare sui detersivi per lavastoviglie, potete autoprodurli in casa! Per approfondimento leggi “Come fare un detersivo per lavastoviglie“.

 

Pubblicato da Anna De Simone il 9 luglio 2015