Flatulenza: significato e cosa mangiare come rimedio

Flatulenza

La flatulenza non è un fenomeno piacevole, è un sintomo per lo meno di una cattiva alimentazione ma può esserlo anche di malattie più gravi, inoltre crea parecchi inconvenienti anche dal punto di vista sociale. Si fanno molte battute ed ironie, e del sarcasmo, sulle flatulenze ma possono diventare un problema serio su cui indagare anche per risalire alle cause. Sono molto varie e, non per spaventare, ma possono essere anche gravi. Meglio sapere e porre rimedio, per il bene di tutti.



Flatulenza: significato

E’ uno stato caratterizzato da un’eccessiva sintesi di gas a livello gastrointestinale, accompagnata ad un’abnorme emissione degli stessi gas dal retto. Le fermentazioni intestinali di cui si parla sono senza dubbio un fenomeno assolutamente fisiologico ma l’eccessiva produzione di gas che caratterizza la flatulenza spesso è associata ad una distensione addominale non solo fastidiosa ma anche dolorosa, nota come meteorismo. Ciò accade soprattutto quando, per motivi fisiologici o sociali, i gas non riescono a trovare sfogo. Per motivi sociali si intende chiaramente che, se l’emissione di gas deve essere fatta in un luogo pubblico o in presenza di altri, spesso ci si trattiene provando forti dolori.

Un aneddoto curioso legato alla flatulenza è quello di “Le Petomane”. E’ una dei quelle persone che riescono a controllare lo sfintere che normalmente chiude tale orifizio e, riducendo la pressione addominale, aspirare aria nel retto attraverso l’ano. Il suo nome è Joseph Pujol, ha vissuto più di un secolo fa a Parigi ed è diventato un personaggio famoso perché animava la vita notturna della Belle Epoque parigina con uno spettacolo musicale a base di “pernacchie”.

Flatulenza: cause

Non c’è una sola causa per la flatulenza ma ne esistono diverse e anche di differente gravità. Molto spesso, ed è ciò che si spera sempre, accade che le flatulenze siano causate da un aumento dei processi fermentativi o putrefattivi che trovano origine in una scorretta alimentazione. In questo caso gli errori alimentari possono essere sia di tipo qualitativo che quantitativo. Ci sono però dei casi in cui si presenta la flatulenza anche se si segue un regime alimentare ineccepibile e allora la cause sono da ricercare in alcuni farmaci che hanno questo effetto collaterale. Ancora, un’altra causa tutt’altro che banale può essere lo stress. Vediamo ora delle cause più “complesse” da comprendere per il meccanismo che le regola.

In caso di aerofagia si ha ad esempio una eccessiva deglutizione di aria che provoca anche eruttazioni rumorose e può essere sia patologica che comportamentale. L’aerofagia è spesso legata al fumo o a delle cattive abitudini dietetiche ma anche alla esagerata ingestione di bevande, soprattutto gassate.

Ci sono anche dei casi in cui la flatulenza è legata ad una eccessiva fermentazione batterica dovuta alla presenza di alimenti ricchi di oligosaccaridi. Quando non vengono completamente digeriti, arrivano nel colon, dove costituiscono il substrato energetico della microflora locale che sintetizza prodotti di rifiuto gassosi. Ecco il gas che poi va a determinare la flatulenza accompagnata da una forte tensione addominale. Quando la flatulenza non è associata a patologie o a frequenti eruttazioni, la causa unica è l’eccessiva fermentazione batterica e si parla quindi di iperflatulenza pura.

Flatulenza: cause

Come ho accennato non è sempre detto che dietro alle flatulenze non ci siano problemi più seri e che essa sia solo uno dei tanti sintomi. In questo caso è importante approfondire perché potrebbe trattarsi di gastrite, ulcera peptica (gastrica o duodenale), ernia iatale, colite, sindrome del colon irritabile , sindrome da contaminazione batterica dell’intestino tenue e allergie alimentari, ma anche di disturbi dell’emotività e della sfera psichica (ansia, depressione e stress eccessivo).

Flatulenza: rimedi

Una volta verificato di non avere una di queste malattie o problematiche, possiamo andare ad indagare i vari rimedi naturali per combattere la flatulenza. Partiamo già con il masticare lentamente, per evitare di inglobare aria, ad esempio. A tavola meglio stare attenti a cosa mangiamo verificando anche di non avere delle intolleranze. Per quella al lattosio, l’unico rimedio efficace per evitare la flatulenza è allontanare dalla dieta tutti gli alimenti contenenti lattosio ma ci può anche essere il caso di intolleranza al glutine (celiachia) con cui non ci resta che seguire una dieta gluten-free.

Contro la flatulenza si può, si deve, praticare attività fisica in modo regolare e costante senza per forza diventare dei runners ma camminando molto, almeno mezzora al giorno, e senza farsi prendere dalla pigrizia: c’è un motivo valido per farlo oltre agli altri che già conosciamo.

E’ bene mantenere un discreto apporto di fibra ed un buon livello di idratazione, cercando di dedicarsi anche ad attività che ci aiutino a diminuire lo stress. Un altro consiglio è quello di indossare biancheria intima di cotone piuttosto che indumenti intimi di fibre sintetiche. Sembra una indicazione curiosa, in verità è molto utile perché si tratta di un rimedio molto facile ed efficace per evitare di amplificare il cattivo odore.

Tra le cose da non fare per evitare la flatulenza c’è l’abuso di lassativi a base eteropolisaccaridica, la pennichella dopo i pasti, il fumare durante i pasti e il masticare chewin gum.

Flatulenza: cosa mangiare

Se amiamo la frutta possiamo mangiarla lontano dai pasti, visto che favorisce la fermentazione dei cibi. A tavola dovremmo cercare di abbinare alimenti proteici a verdure fresche, bollite o cotte a vapore. Cibi amici sono il finocchio, la mela, il mirtillo e la menta che diminuisce la fermentazione e la pancia gonfia. Potrebbe essere utile anche integrare la dieta con una sovrappiù di fibre per favorire la peristalsi intestinale ma senza esagerare per non innescare il fenomeno opposto.

Interessante anche il ruolo di alcune spezie come origano, cumino, semi di finocchio e curcuma che neutralizzano la sintesi di gas intestinali.

Flatulenze del cane

Flatulenze del cane

Anche il cane può soffrire di flatulenza e i padroni di un cane lo sanno bene. Fa degli odori davvero tremendi. Se notate una particolare frequenza conviene domandare le cause al veterinario, molto probabilmente si tratta di una conseguenza di una alimentazione non equilibrata o scorretta che dovremo andare a rivedere. Anche la velocità con cui un cane mangia può essere un fattore che va a favorire la formazione di gas nella sua pancia.

Flatulenza in gravidanza

Durante la fase della gravidanza possono verificarsi situazioni di eccessiva aria in pancia e a livello gastro intestinale accompagnate da aerofagia. I rimedi sono a tavola, come già visto: finocchio, cumino, anice, camomilla, menta, melissa e angelica. Tutti utili per contrastare la formazione di gas nel tratto intestinale e favorirne l’espulsione.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Pubblicato da Marta Abbà il 14 ottobre 2018