FENG SHUI: L’Arte di Arredare

Il Feng Shui è un’antica arte taoista cinese sfruttata, tra le altre cose, per arredare la casa in modo armonioso. Viene spesso paragonata all’architettura occidentale anche se il Feng Shui ha un’impornta piuttosto atipica, essa segue specifiche regole dell’astrologia e della psiche. Le parole “Feng” e “Shui” significano “Vento” e “Acqua” i due principali elementi che determinano l’ambiente in cui viviamo. Il vento e l’acqua possono essere equiparati all’immaginario più comune dello Yin e Yang. Lo yin, femminile, nel Feng Shui è rappresentato dall’acqua mentro lo yang, maschile, è dato dal vento.

Esistono diverse scuole di pensiero circa il Feng Shui e le sue origini. Tra le teorie più accreditate c’è quella che sostiene le origini del Feng Shui in una matrice astrologica ed in particolare nel Ki delle 9 stelle, un oroscopo che consta di 9 numeri associati ai cinque elementi (fuoco, terra, metallo, acqua, legno). Ogni elemento è associato ad una direzione geografica, ad esempio, il fuoco è associato al sud ed indica luminosità, creatività e ispirazione, in opposto -proprio come Yin e Yang-, l’acqua è associata al nord e riguarda la capacità introspettiva, l’interiorità e il riposo.

Secondo l’Arte del Feng Shui esisterebbero direzioni più propizie per le varie attività nella casa e anche la forma e i colori degli accessori potrebbero avere una grossa influenza sulla vita quotidiana dato che sono caratteristiche strettamente associate ai 5 elementi delle 9 stelle del Ki. Ad esempio, secondo i principi del Feng Shui una casa dovrebbe necessariamente avere forma quadrata o rettangolari e il lato Est dovrebbe essere protetto da piante molto alte che simboleggiano un drago verde e piante più basse ad ovest che possono essere interpretate come una tigre bianca. A Nord sarebbe bene avere una collina o un grosso masso, esso rappresenterebbe la tartaruga, mentre a Sud la fenice rossa può essere simboleggiata da un sasso avvolto da un filo rosso. La Tartaruga dovrebbe proteggere la carriera e le ambizioni di un individuo così come il Drago Verde dovrebbe assicurare armonia e riposo.
Proprio per il principio di “Yin Yang” e “Acqua Vento“, il Feng Shui prevede una posizione ottimale anche per il riposo: il Nord rappresenta il relax quindi la testa dovrebbe essere esposta in questa direzione con i piedi verso il sud.

Per quanto riguarda i colori, anche essi hanno un grosso ascendente, ecco una breve panoramica: Il Blu è il colore dell’Acqua, quindi del Nord e si riflette positivamente sulla carriera. Il Viola ha un forte ascendente sui legami di amicizia, se una camera esposta ad Ovest è arredata col giallo, stimolerà creatività e questo potrebbe essere un luogo perfetto per i bambini.

L’Arte di Arredare in termini pratici. Nel Feng Shui una camera disposta al Nord potrebbe essere l’ideale per la meditazione. Al Sud sarebbe perfetto allestire un laboratorio creativo, magari dipinto di giallo per i bambini, mentre a Nord-Ovest e Ovest, direzioni collegate al metallo sarebbe bene allestire un ufficio perché questa direzione è estremamente propizia per le attività finanziare e organizzative, meglio se arredato in verde che evoca conoscenza e illuminazione. Senza ombra di dubbio una sala da pranzo andrebbe costruita in direzione Sud-Ovest o Nord-Est, entrambi governate dall’elemento Terra che secondo l’astrologia riguarderebbe l’alimentazione e la salute, dato che il pranzo è un momento di condivisione sociale, meglio se l’arredo è Azzurro, il colore del Nord-Est che è all’insegna della famiglia e degli affetti. L’elemento del Legno è nella direzione Est o Sud-Ovest ed esso riguarda viaggi, attività commerciali ma anche le innovazioni come ad esempio la tecnologia e l’informatica.

Pubblicato da Anna De Simone il 7 gennaio 2012