Emorroidi: rimedi naturali

emorroidi rimedi naturali

Emorroidi, rimedi naturali: dall’alimentazione da seguire ai consigli sui farmaci e rimedi naturali per curare le emorroidi interne ed esterne.


Le emorroidi sono strutture vascolari del canale anale che quando si rigonfiano o si infiammano, causano quella che in medicina è nota come “malattia emorroidaria”, chiamata in gergo emorroide.

Emorroidi: sintomi

Tra i sintomi più comuni citiamo il prurito, defecazione dolorosa e sanguinamento. Un sanguinamento tale da causare anemia è raro ed è ancora più improbabile un’emorragia tale da mettere in pericolo la vita del paziente.

In rari casi le emorroidi interne o esterne possono dare vita a fenomeni di incontinenza fecale. Le emorroidi interne possono essere dolorose solo se diventano trombotiche o necrotiche.

Se notate uno dei sintomi appena descritti, non esitate a consultare il vostro medico di fiducia. Le emorroidi possono essere confuse con altre patologie che portano alla comparsa di massa anale o perdita di sangue dalla zona rettale. In più, è necessario contattare prontamente un medico per decidere il trattamento più adeguato: se le emorroidi vengono trascurate possono dare vita a conseguenze più gravi come processi flebitici o portare allo sviluppo di ragadi anali, ancora più dolorose.

Emorroidi esterne

Le emorroidi esterne si trovano a livello dell’ano. Possono essere molto dolorose soprattutto quando si gonfiano. Posso diventare sanguinanti o dare origine a prurito. Le emorroidi esterne, se ben trattate, possono scomparire nel giro di poche settimane ma dopo la guarigione potrebbe rimanere un’escrescenza di pelle localizzata dove in precedenza vi erano il gonfiore.

Emorroidi interne

Le emorroidi interne si trovano nel rivestimento del retto. In genere, le emorroidi interne non sono dolorose e il paziente ne scopre la presenza solo quando diventano sanguinanti. Le emorroidi interne possono poi prolassare e sporgere all’esterno attraverso l’ano.

Emorroidi: cause

Le emorroidi possono avere molteplici cause. La causa principale delle emorroidi in gravidanza è data dalla pressione esercitata dall’utero in accrescimento.

In genere, le emorroidi sono associate alla costipazione e alla stitichezza. Chi è a caccia di rimedi naturali per prevenire la comparsa delle emorroidi dovrebbe leggere il nostro articolo dedicato alla Stitichezza prestando particolare attenzione al paragrafo dedicato all’alimentazione.

La stitichezza e la costipazione, così come la gravidanza, inducono un aumento della pressione interna delle strutture vascolari del canale anale, tale aumento di pressione fa letteralmente gonfiare ingrossare la stessa struttura vascolare dando luogo alla formazione delle emorroidi patologiche.

In alcuni casi le emorroidi possono essere un sintomo di una più complessa situazione patologica. Le emorroidi sono associate ad alcune malattie croniche a carico epatico.

Emorroidi in gravidanza

Le emorroidi possono facilmente formarsi in gravidanza a causa della maggiore pressione esercitata dall’utero. Le emorroidi sono molto comuni in gravidanza perché l’utero, espandendosi, esercita pressione sulla vena cava inferiore che a sua volta grava sulle vene del tratto inferiore dell’intestino. A questo bisogna poi aggiungere che in gravidanza le donne tendono a soffrire di stipsi, tale condizione irrigidisce l’ultimo tratto dell’apparato gastrointestinale. Altro motivo per il quale le emorroidi sono comuni in gravidanza è da ricercarsi nell’alimentazione della donna gravida: i nutrienti assunti dalla donna sono sottratti al corpo materno dal feto in pieno sviluppo, così carenze di ferro e vitamine possono causare stitichezza che a sua volta causa le emorroidi.

Emorroidi, rimedi naturali e alimentazione

Nella classifica dei rimedi naturali alle emorroidi, è l’alimentazione a giocare un ruolo cruciale. Certo, molti medici consigliano l’impiego di farmaci e questi possono essere utili per curare i sintomi. In commercio esistono creme a uso topico e supposte e, in caso di emorroidi dolorose, il medico potrebbe prescrivere l’impiego di antinfiammatori o consigliare un periodo di riposo.

In caso di emorroidi in gravidanza, i sintomi di solito si risolvono autonomamente dopo il parto e quindi qualsiasi trattamento viene ritardato fino a quel momento così da capire se è davvero necessario procedere.

Come premesso, il rimedio naturale più efficace per il trattamento delle emorroidi consiste in una corretta alimentazione. In particolare è consigliato:

  • seguire una dieta ricca di fibre (frutta, verdure, cereali…).
  • Assumere molti liquidi, soprattutto acqua.
  • Non sforzarsi contrarre eccessivamente la zona terminale del retto durante la defecazione.
  • Fare attività fisica tutti i giorni.
  • Fare il pieno di vitamina A (i mirtilli sono un vero toccasana per chi soffre di emorroidi).

In caso di prurito all’ano, potete fare un bagno caldo aggiungendo all’acqua del bicarbonato di sodio così da alleviare il prurito. E’ sconsigliato sedersi per lunghi periodi, soprattutto su sedie dure. Ricordatevi di informare il vostro medico circa episodi di sanguinamento e altri sintomi. In caso di costipazione e defecazione difficile, prendete in considerazione l’impiego di lassativi naturali per evitare di sforzare la zona rettale. In caso di emorroidi dolorose potrebbe essere lenitivo un impacco fai da te a base di tarassaco.

Pubblicato da Anna De Simone il 17 dicembre 2015