Diario del mal di testa

diario del mal di testa

Diario del mal di testa, può sembrare strano iniziare a tenerlo, come per tenere traccia di un disturbo che vorremmo invece scordare di avere. Invece è molto utile tenere traccia dei momenti in cui il dolore si fa maggiormente sentire, quando e dove. Per scoprire, a volte, anche dei “perchè” inaspettati.



Diario del mal di testa

Il diario della cefalea è uno strumento utile per registrare la frequenza degli attacchi e anche le caratteristiche cliniche nel corso di un mese, minimo, o di un periodo più lungo. Non è una invenzione, una trovata mediatica, è un mezzo davvero utile anche ai medici che ci stanno aiutando a curare il mal di testa.

Serve in primo luogo al medico, infatti, più che al paziente che lo compila, perché può meglio capire, dati alla mano, la terapia medica più adatta di volta in volta. Non tutti i mal di testa sono uguali, anzi, direi che non ce ne è uno identico all’altro. Con il diario del mal di testa, con il tempo si può anche arrivare a prevenire gli attacchi o attenuarne gli effetti.

diario del mal di testa

Diario del mal di testa: app

La tecnologia viene incontro a chi non ha l’abitudine, la pazienza o il modo per prendere carta e penna e segnare i suoi dati sugli attacchi di mal di testa. Soprattutto se sono frequenti e se si è un po’ sbadati, può capitare!

Allora c’è chi si è inventato l’app de “I Mal di Testa”, un vero e proprio ritardo, ma accessibile da cellulare, comodo e fruibile, che ci aiuta a raccogliere e organizzare le informazioni sul nostro mal di testa. Possiamo tenere traccia ogni volta dell’intensità e della localizzazione del dolore, delle ore di sonno che corrispondono e alle abitudini alimentari.

Si inizia con il compilare un profilo personale con informazioni che saranno poi incrociate con quelle del diario del mal di testa in cui c’è spazio per prendere nota di stress, attività fisica, alimentazione, condizioni ambientali e altri fattori che possono causare l’insorgere del mal di testa. Chi è incuriosito o interessato può trovare informazioni sul sito www.imalditesta.it

diario del mal di testa

Diario del mal di testa: bambini

Un modo per convincere “bambini” con il cellulare a tenere traccia del loro mal di testa in modo metodico, può certamente essere il proporre l’app, altrimenti ci toccherà farlo noi al posto loro. Se si tratta di bambini piccoli è inevitabile ma purtroppo non è la stessa cosa perché è difficile descrivere il dolore se non lo si prova in prima persona.

Diario del mal di testa: orari

E’ essenziale segnare gli orari sul diario del mal di testa in cui di solito troviamo spazi divisi per giorni del mese in cui poter inserire le informazioni riguardanti il dolore, i sintomi associati e la terapia assunta. Se non abbiamo attacchi forti di cefalea, non dobbiamo scrivere nulla, in modo che il diario sia di facile lettura, ci si può anche aiutare creando delle sigle in modo da non perdere troppo tempo per prendere nota.

Diario del mal di testa: rimedi

Una volta compilato per un mese il diario, si possono valutare assieme al medico dei rimedi cercando di preferire quelli naturali. Tra questi troviamo l’attività sportiva, il sonno regolare dormendo supini, l’alternanza caldo – freddo, gli esercizi di respirazione, l’automassaggio e la digitopressione fai da te.

Ci sono anche persone che rispolverano un antico rimedio come la fasciatura stretta alla testa e il coricarsi a luce spenta. E il sorrido che mette il buon umore, una medicina naturale contro la cefalea, e non solo!

diario del mal di testa

Diario del mal di testa: gravidanza 

Con un taccuino rosso, della Moleskine, a 13 euro acquistabile su Amazon, si può tenere un diario del mal di testa per il periodo della gravidanza e i mesi a seguire dove probabilmente il mal di testa è da mancanza di sonno.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Articoli correlati che possono interessarvi:

Pubblicato da Marta Abbà il 15 novembre 2017