Corbezzolo, malattie e cure

corbezzolo malattie

Corbezzolo, malattie e cure: come prevenire e combattere le malattie che attaccano il corbezzolo. Dai parassiti alle malattie fungine (foglie gialle, foglie maculate, foglie che cadono precocemente…).

Il corbezzolo è una pianta molto resistente ma non per questo immune alle malattie, soprattutto se si tratta di malattie fungine.

Corbezzolo, coltivazione per prevenire le malattie

Il corbezzolo è originario del bacino del Mediterraneo e della costa atlantica fino ad arrivare alle rive meridionali dell’Irlanda. Appartiene alla famiglia delle ericacee e tutte le informazioni riguardo la sua coltivazione possono essere reperite nella nostra guida come coltivare il corbezzolo.

Nella guida come coltivare il corbezzolovi ho spiegato praticamente tutto. Dalla prima messa a dimora alla potatura primaverile. Le cure sono fondamentali per prevenire malattie del corbezzolo. Qualche banale esempio? Se stata lasciando alla pianta una crescita libera, sappiate che il corbezzolo è una pianta arbustiva, tenderà a prosperare in modo “massiccio”. In questo caso, se non eseguite una regolare potatura per eliminare rami secchi e che crescono verso l’interno della pianta, la pianta sarà più esposta a malattie.

Il motivo? Tutte le malattie delle piante, corbezzolo incluso, si sviluppano quando l’aria circola male e quando l’umidità ristagna. A queste due condizioni, per il corbezzolo che è una pianta che ha bisogno di sole, un eccessiva vegetazione farà sì che molti dei suoi rami non ricevano sufficiente irraggiamento.

Malattie del corbezzolo

In questa pagina ci soffermeremo su quelle che sono le malattie del Corbezzolo dandovi qualche suggerimento sulle cure e le strategie da attuare. Per capire perché la vostra pianta di corbezzolo si è ammalata, meglio ripassare alcuni concetti fondamentali, proprio come la potatura spiegata in precedenza.

Il corbezzolo ama i climi caldi ma riesce a svilupparsi anche con temperature relativamente basse. Per coltivare un corbezzolo sano bisogna prestare attenzione all’ambiente in cui si trova: curate in primis il terreno, il corbezzolo è più esposto a malattie se cresce su terreni molto umidi e con facili ristagni d’acqua.

Il corbezzolo va irrigato solo al momento dell’impianto o in caso di prolungata siccità. Le irrigazioni si rendono necessarie solo in estate. Per coltivare il corbezzolo in vaso bisognerà, invece, prestare più attenzione e bagnare il terreno ogni 4-5 giorni. Sempre per il corbezzolo in vaso, dovrete provvedere a somministrare periodicamente del concime, mentre per il corbezzolo in giardino bastano concimazioni annuali.

Corbezzolo, malattie fungine e parassiti

Quando il terreno è ben drenato e fertile e sopratutto quando la pianta è ben arieggiata, il corbezzolo è difficilmente attaccato da malattie fungine o da parassiti. Il sole che filtra tra i rami impedisce la proliferazione delle spore fungine frenando a mondo la malattia. Al contrario, se il corbezzolo non è ben arieggiato, c’è un ristagno d’aria, un tasso alto di umidità e una stentata esposizione al sole, le malattie fungine saranno dietro l’angolo, così come gli stessi parassiti.

Per contrastare le malattie fungine del corbezzolo si consiglia l’impiego di un prodotto rameico: poltiglia bordolese, fosfato di rame…

Altrettanto frequenti possono essere gli attacchi parassitari da parte di afidi o più generalmente pidocchi delle piante. In questo caso si consiglia l’impiego di un insetticida ad ampio spettro, meglio se ammesso in agricoltura biologica come il piretro.

Corbezzolo con macchie sulle foglie e foglie gialle

Se il corbezzolo presenta macchie sulle foglie e ingiallimento (foglie gialle), probabilmente è in corso una malattia fungina causata da Septoria unedonis, un patogeno facile da riconoscere.

I sintomi: il fungo Septoria unedonis attacca il corbezzolo e i sintomi più visibili sono a carico delle foglie. Causa la formazione di maculature e un contorno irregolare di colore rossiccio o brunasto con la zona centrale della foglia con macchie di colore grigio.

corbezzolo malattie

Se la malattia è in stato avanzato, si noteranno macchie più grosse e foglie ingiallite pronte a cadere. Anche in questo caso il trattamento consigliato prevede l’impiego di prodotti fungicidi a base di rame ma con trattamenti più intensivi (dovrete ripeterli a distanza di pochi giorni).

Fungicidi e gli antiparassitari per curare le malattie del corbezzolo

Per reperire fungicidi e antiparassitari per curare le malattie del corbezzolo (in vaso o in giaridno) potete rivolgervi al vostro rivenditore di fiducia, presso il consorzio agrario più vicino casa o sfruttando la compravendita online.

Su Amazon, per esempio, è facile trovare fungicidi a base di rame a buon mercato. Per farvi un esempio, a “questa pagina Amazon” trovate del solfato di rame utile per la cura delle malattie fungine del corbezzolo così come quelle di piante ornamentali, dell’orto o piante da frutto. Il prodotto in questione si compra con 9,90 euro e spese di spedizione gratuite.

A bassi dosaggi, è utile anche per il trattamento preventivo delle malattie da eseguire a fine inverno su tutte le specie che ritenete a rischio di contrarre malattie fungine.

Nell’adoperare il fungicida, state molto attenti nel seguire i dosaggi indicati dal produttore. Anche se scegliete un fungicida ammesso in agricoltura biologica così come quello che vi ho suggerito, non esagerate con le dosi.

Se il corbezzolo colpito è coltivato in vaso, prestate particolarmente attenzione alle condizioni del suolo e cercate di garantire alla pianta le condizioni migliori per superare la malattia. Procedete con interventi di concimazione ben calibrati.

Il solfato di rame è utile anche in caso di muffa sui frutti.

Se vi è piaciuto questo articolo potete seguirmi sul mio account Instagram!

Pubblicato da Anna De Simone il 27 gennaio 2018