Concimazione invernale della vite

concimazione invernale della vite

Tutte le istruzioni sulla concimazione invernale della vite. Come e quando concimare il vitigno, dalle analisi del terreno ai concimi consigliati. 

La concimazione invernale della vite serve a correggere e prevenire gli errori di sviluppo della pianta. Al fine, di ottenere un’uva migliore e un raccolto più proficuo, bisogna nutrire la pianta con un’apposita concimazione del terreno. La concimazione permette di migliorare le condizioni della terra attraverso l’utilizzo di specifici fertilizzanti che possono essere composti con materiali:

  • organici o inorganici
  • naturali o sintetici

In ogni caso, bisogna scegliere un fertilizzante che al suo interno abbia degli elementi nutritivi essenziali e delle caratteristiche chimiche o biologiche che consentano un miglioramento del grado di fertilità del terreno. Per questo motivo prima di passare alla concimazione invernale della vite è necessario analizzare il terreno.

Analisi del terreno per la concimazione del vitigno

Prima di pensare alla concimazione della vite bisogna fare un’analisi specifica del terreno. Senza quest’analisi si rischierebbe di eccedere o di privare la pianta dei giusti nutrienti. Se si utilizzano dei fertilizzanti sbagliati si rischia di rovinare la pianta, inducendo in essa delle carenze nutrizionali e degli squilibri vegetativi.

Attraverso le analisi di laboratorio è possibile, invece, comprendere le esigenze del terreno per la vigna. Per effettuare questo test bisogna creare una buca profonda pari a circa 40 cm, in due o tre punti differenti del vitigno. Da queste buche si devono prelevare circa tre palette di terra per ognuna, eliminando i sassi presenti nel terreno. Infine, potrete portare i tre composti in un centro di analisi specifico. Attraverso queste analisi sarà possibile comprendere e valutare:

  • il calcare attivo e totale
  • le sostanze organiche presenti
  • il CSC o capacità di scambio cationico
  • la concentrazione dei vari nutrienti
  • la granulometria del terreno

In base a questi fattori sarà possibile comprendere le caratteristiche del terreno e di conseguenza quali siano gli elementi nutritivi necessari alla crescita rigogliosa della vite.

Concimazione della vite, quando si fa

Il periodo in cui effettuare la concimazione invernale non è così scontato.

La concimazione invernale della vite, in realtà avviene nel pieno della stagione autunnale, dopo la raccolta dell’uva e prima dell’arrivo della neve. In base all’andamento climatico, la concimazione della vite si può eseguire a cavallo tra la fine dell’autunno e l’inizio dell’inverno.

Attraverso la concimazione invernale della vite è possibile migliorare lo stato della pianta e soprattutto nutrirla bene per la produzione dell’uva da vino. La somministrazione del concime può avvenire in due modi a seconda dell’esigenza del vitigno. Si può optare sia per una concimazione del terreno sia per quella delle foglie in forma liquida. Gli effetti della concimazione invernale non sono subito evidenti, ma si possono notare solo dopo diversi mesi.

Il periodo migliore dunque per concimare la vite è tra fine ottobre e inizi di dicembre.

Quali sono i prodotti migliori per la concimazione?

Dopo aver effettuato l’analisi del terreno di solito per la vite si opta per una concimazione organica. Uno dei classici concimanti organici è il letame che può essere di cavallo o bovino, oppure di entrambi gli animali. Per chi ha dei vitigni molto estesi e che necessitano di specifici Sali minerali e vitamine, non sempre si può agire solo attraverso la concimazione organica, ma si opta per soluzioni artificiali.

I letami artificiali, sono realizzati attraverso la lavorazione di sostanze naturali, per la loro produzione si utilizzano diversi componenti organici e si lasciano poi fermentare, infine vengono disposti in un sacchetto e venduti per la fertilizzazione del terreno. Se si opta per i fertilizzanti sintetici invece, bisogna comunque scegliere quelli composti da ingredienti in grado di fornire alla vite il giusto sostegno per l’inverno.

Concimazione invernale della vite: perché farla?

La concimazione invernale della vite è importante specialmente nella fase di post-raccolta della caduta delle foglie. Il processo di fertilizzazione del terreno serve per fornire alla pianta tutti gli elementi essenziali con il quale riuscire a ricostituire tutte le riserve necessarie alla vite per superare l’inverno. Concimare la vite durante l’inverno serve alla pianta per reintegrare le riserve di azoto necessarie per la fioritura. Infine, concimando la vite in questo periodo, è possibile proteggerla da neve e gelate invernali.

Pubblicato da Anna De Simone il 19 novembre 2017