Compost fatto in casa, tutti i segreti

compost

Per garantire una crescita rigogliosa delle piante all’interno del vostro orto, non è necessario avvalersi di prodotti chimici che tra l’altro provocano anche uno squilibrio delle sostanze presenti nel terreno. L’alternativa sostenibile è l’impiego del compost “fatto in casa”. Il compostaggio domestico, infatti, ci consente di creare un concime naturale, sfruttando i naturali processi di decomposizione e di umificazione delle sostanze organiche. Il letame, gli scarti di cibo, il liquame e i residui di potatura sono dunque sostanze che contribuiscono alla fertilizzazione ecologica del terreno.

Compost fatto in casa, come nasce
Gli agenti che consentono la formazione di compost sono gli organismi decompositori presenti nel suolo stesso. In tal senso, per agevolare il processo di decomposizione sarà necessario considerare tutte quelle caratteristiche che consentono lo sviluppo di questi agenti: il mixaggio di materie carboniose (brune-dure-secche) con materie azotate (verdi-molli-umide) e l’apporto costante d’acqua (per garantire l’umidità).

Compost fatto in casa, la compostiera
Per poter procedere nel compostaggio, è importante avere una compostiera, all’interno della quale andrà inserito il compost: ha lo scopo di favorire l’ossigenazione che permette la decomposizione delle sostanze organiche.

Compost fatto in casa, processo di compostaggio
Il processo di compostaggio domestico può essere suddiviso in tre fasi

  1. Nella prima fase avviene la fermentazione, durante la quale si innalzerà la temperatura del terriccio sfiorando i sessanta gradi: in questa fase vengono eliminati i batteri patogeni.
  2. Nella seconda fase avviene la maturazione, dura all’incirca sei-otto mesi: le parti più dure e resistenti dei vegetali vengono decomposte grazie all’azione di funghi e attinomiceti
  3. Nella terza fase avviene la decomposizione vera e propria al termine della quale il compost è pronto per l’uso: vengono sminuzzati residui ed impasti

ATTENZIONE:Per garantire un ottimo processo di compostaggio domestico è fondamentale stare particolarmente attenti ai materiali che vanno messi nella compostiera. Dovranno comprendere solamente i residui organici che andranno poi sminuzzati e miscelati assieme.

Pubblicato da Anna De Simone il 16 dicembre 2013