Come riprodurre le azalee

Come riprodurre le azalee

Istruzioni su come riprodurre le azalee per propaggine, talea o seme. Consigli per un sicuro attecchimento e la moltiplicazione dell’azalea.

In questa pagina ti spiegheremo come seminare l’azalea o come moltiplicare la pianta per talea o propaggine.

Come riprodurre le azalee

L’azalea è una pianta molto bella e molto facile da propagare. E’ possibile moltiplicare l’azalea con diverse tecniche di moltiplicazione vegetativa o con la classica semina. Come riprodurre le azalee?

  • Con la moltiplicazione per propaggine
  • Con la moltiplicazione per talea
  • Con la semina

Come seminare le azalee

Se hai comprato dei semi di azalea o intendi ordinarli sfruttando la compravendita online (a “questa pagina Amazon” trovi semi di diverse varietà di azalea, a fiore semplice o doppio) devi sapere alcune cose:

  1. I semi di azalea sono molto piccoli, quindi se non hai esperienza o una buona manualità, evita la semina e scegli la propagazione per propaggine.
  2. I semi di azalea sono generalmente a basse germinabilità quindi calcola che buona parte dei semi di azalea non germoglieranno.
  3. Dovrai seminare in terreno per piante acidofile ben setacciato.
  4. Compatta il terreno prima della semina.
  5. Cerca di distribuire i piccoli semi in modo omogeneo sulla superficie di semina (un semenzaio).
  6. In tarda primavera, puoi seminare anche all’aperto ma rischi di perdere buona parte dei semi tra uccelli, vento e dilavamento dell’acqua, per questo ti consigliamo di seminare in ambiente protetto (semenzaio o piccoli vasi).
  7. I semi vanno appoggiati sul terreno e poi rastrellati molto superficialmente.
  8. A che profondità mettere i semi? A una profondità minima, ricorda che la quantità di terreno che ricopre un seme deve essere uguale al doppio del suo diametro, essendo i semi di azalea piccolissimi, dovrai giusto appoggiarli e rastrellare superficialmente.

Dopo la semina, puoi curare le azalee sfruttando la guida “Azalea, come si cura“.

Come riprodurre le azalee per propaggine

Con la propaggine riuscirai ad accorciare i tempi di crescita della pianta. La moltiplicazione per propaggine è molto usata quando si parla di riprodurre l’azalea. Come fare?

  1. Scegli un rametto basale molto lungo. I rami di azalea sono semi-legnosi, scegline uno ben flessibile.
  2. Abbassa il ramo fino alla superficie del terreno.
  3. Elimina tutte le foglie del ramo fatta eccezione per quelle apicali.
  4. Scava una buca profonda circa 10 cm.
  5. Interra la parte centrale del rametto senza staccarlo dalla pianta madre.
  6. La parte da interrare, dovrà essere piegata con delicatezza.
  7. Riempi la buca di 10 cm con un terriccio specifico per piante acidofile, mescolato a un 30% di sabbia. Al terreno in contatto con il ramo, aggiungi un po’ di polvere radicante.
  8. Se il peso del terreno non riesce a mantenere nel sottosuolo il ramo flessibile dell’azalea che vuoi moltiplicare, usa una forcina.
  9. Mantieni sempre il terreno umido.
  10. Nel scegliere il ramo da destinare alla moltiplicazione, tieni presente che la tua propaggine (la parte del rametto che deve fuoriuscire dal terreno e dovrà darti una nuova pianta) dovrà essere lunga circa 15 cm.

La tua riproduzione dell’azalea per propaggine è finita. Ora non ti resta che attendere i tempi di radicazione.

Quando fare la propaggine di azalea?  
Il periodo migliore cade a fine estate e, nel meridione a inizio autunno. La propaggine dovrà rimanere così fino alla primavera successiva quando riprenderà la sua attività vegetativa.

I tempi di radicazione sono rapidi, tuttavia è sempre consigliato aspettare che la pianta sia ben avviata prima di eseguire un trapianto. Quindi ti consigliamo di lasciare la tua propaggine di azalea accanto alla pianta madre per i primi due anni.

Dopo due anni, in primavera, potrai recidere il ramo che parte dalla pianta madre, in prossimità della zona in cui si sono formate le radici, a questo punto sarai libero di spostare la pianta dove vuoi.

Come riprodurre le azalee per talea

Per la talea di azalea avrai bisogno di: forbici ben affilate, una pianta madre sana e robusta, ormone radicante, terriccio per piante acidofile misto a un 30% di sabbia, vaso da 12 cm di diametro. Come fare:

  1. Preleva, dai rami dell’anno (più giovani), un apice di almeno 15 cm.
  2. Rimuovi tutte le foglie basali, lasciando qualche fogliolina all’apice.
  3. Passa la base della talea in acqua e poi immergila in una polvere radicante.
  4. Fai radicare la talea in un miscuglio di terreno per piante acidofile e sabbia.
  5. Tieni costantemente umido il terreno usando acqua distillata o acqua piovana.
  6. Alla primavera successiva, se la pianta continuerà a vegetare, potrai spostarla nella sua dimora definitiva.

Non vuoi comprare l’ormone radicante per riprodurre l’azalea? Allora devi leggere la nostra guida su come prepararlo in casa! Tutte le informazioni su: stimolante radicale fai da te.

Pubblicato da Anna De Simone il 1 settembre 2018