Come proteggersi dal sole

come proteggersi dal sole

Come proteggersi dal sole naturalmente: dalle creme solari fai da te ai consigli per evitare scottature e mantenere una pelle sana e idratata anche in estate.

C’è chi considera le creme abbronzanti e le protezioni solari come dei veri e propri veleni da spalmare sulla pelle. E’ per queste persone che oggi vedremo come proteggersi dal sole senza crema e in modo naturale.

Come proteggersi dal sole, i consigli

Non è possibile proteggersi dal sole e abbronzarsi senza fare uso di filtri solari. I raggi uv sono molto dannosi per la pelle… pensate che nei laboratori di genetica utilizzano i raggi UV per innescare mutazioni genetiche nelle cellule!

Detto questo, non prendete alla leggera l’ipotesi di usare creme protettive. Proteggersi dal sole senza crema non è possibile a meno che non vogliate passare la giornata sotto l’ombrellone.

  • La protezione solare va applicata almeno mezz’ora prima dell’esposizione e rinnovato nel corso della giornata specie dopo bagni e docce.
  • Seguire i consigli presenti nell’articolo “Come proteggersi dal sole“.
  • Per garantire alla pelle la giusta idratazione è importante. consumare cibi ricchi di vitamina C, Vitamina E, betacarotene.
  • Fate attenzione ai farmaci, se si stanno assumendo antibiotici, antistaminici o cortisonici fareste bene a evitare del tutto l’esposizione solare.
  • Per dare sollievo alla pelle e prevenire prurito e arrossamenti cutanei, non bisognerebbe trascurare l’applicazione di un buon doposole naturale come un olio vegetale molto idratante. Provate l’olio di mandorle dolci!
  • Mettere la protezione solare anche se è una giornata nuvolosa, i raggi UVA e UVB penetrano anche le nuvole.
  • Se volete abbronzarvi in modo sano, dovreste esporvi al sole gradualmente evitando sempre le ore di punta (dalle 12 alle 16). Anche un’esposizione graduale necessita di protezione.
  • Indossare sempre occhiali, cappello e, per i più piccoli, magliette di colore chiaro.

Olio di mandorle dolci

Un buon modo per difendersi dal sole è rimanere idratati. Ricordate di assumere la giusta quantità di acqua e di applicare oli idratanti. Prima vi abbiamo segnalato l’olio naturale di mandorle dolci.

Tra i vari prodotti vi segnaliamo l’olio di Mandorle nutriente della linea “Bioeco” made in Italy, da usare come dopo sole da applicare dopo aver fatto la doccia, con la pelle ancora umida. Tale prodotto si compra in farmacia o su Amazon, al prezzo di 15,99 euro con spese di spedizione gratuite. Per tutte le informazioni vi rimandiamo alla pagina Amazon: Olio di Mandorle naturale.

Creme e filtri solari naturali

Diciamo subito che è difficile proteggersi dal sole naturalmente senza ricorrere a prodotti chimici. Però, la buona notizia è che in commercio si trovano protezioni solari a base di filtri naturali che vantano una buona efficacia e, chi non vuole passare per gli scaffali della farmacia, può preparare a casa una crema solare a base di aloe vera.

In commercio esistono lozioni contenenti filtri solari naturali o minerali che arrivano a escludere completamente i filtri chimici contenuti nelle classiche protezioni solari. I filtri naturali non assorbono i raggi solare (così come fanno i filtri chimici), ma li riflettono funzionando come uno specchio.

La “riflettenza” dei raggi solari non è al 100% ma è tale da proteggere la pelle dal sole in modo naturale. Tra i marchi presenti sul mercato ne segnaliamo quattro che rispettano i criteri “Bio”.

  • Eco Cosmetics
  • Eubiona
  • Lavera
  • Santé

Filtri solari naturali, vantaggi

Le caratteristiche principali delle lozioni appena citate sono:

  • Assoluta assenza di filtri chimici.
  • Assoluta assenza di coloranti, profumi o conservanti sintetici.
  • Per la produzione non è impiegata la nanotecnologia, per questo, si tratta di filtri che non penetrano nella pelle ma si limitano a creare uno strato protettivo non invasivo.
  • Non contengono PEG.
  • Non contengono parabeni, ne’ altri derivati dal petrolio.
  • Sono composti al 100% con ingredienti naturali.
  • Sono prodotti biologici certificati ECO-CERT oppure NA-TRUE.

Raggi UV, danni per la pelle

Le radiazioni luminose, quelle che, per intenderci, danno colore agli oggetti, hanno lunghezze d’onda che vanno dai 560 ai 760 nm. Le radiazioni sono così: più aumenta la lunghezza d’onda e meno energia riescono a trasmettere. I raggi UV riescono a trasmettere molta energia.

I raggi UV non cadono nel campo del visibile e hanno lunghezze d’onda dai 10 ai 400 nm (compresi gli UV spinti). In questo intervallo di lunghezze d’onda vi è il picco di assorbimento (260 nm) delle basi azotate del nostro DNA causando mutazioni genetiche e questo spiega la pericolosità dei raggi uv.

Come proteggersi dal sole

Per fortuna, la lunghezza d’onda dei raggi UV che causa questo effetto è rara sulla Terra perché la sua atmosfera la blocca grazie allo strato di ozono che ci protegge. Lo strato di ozono, infatti, può essere visto come un fitto filtro solare naturale che ci protegge dai raggi uv e rende possibile la vita sul nostro pianeta.

Nonostante questo grande filtro solare naturale, il sole rimane uno dei fattori di rischio principale quando si parla di tumore della pelle. L’eccessiva esposizione ai raggi Uv rimane comunque uno dei principali fattori di rischio per lo sviluppo dei tumori della pelle e sicuramente è un fattore di invecchiamento precoce della pelle.

Per maggiori informazioni, fate riferimento alle linee guida del Ministero della Salute sulle Ondate di Calore e sui rischi per la salute della Pelle.

Pubblicato da Anna De Simone il 7 giugno 2017