Come proteggersi dai raggi uv in modo naturale

come proteggersi dai raggi uv

Come proteggersi dai raggi uv: consigli per proteggersi dal sole in modo naturale. Proteggere i capelli, la pelle dei bambini e protezione in caso di problemi della pelle (vitiligine, macchie solari…).

Per prevenire le dolorissime scottature solari, ecco una serie di consigli per proteggersi dai raggi uv.

Come proteggere i bambini dal sole

I bambini, più degli adulti, necessitano di un’adeguata protezione solare. La pelle dei bambini è molto delicata, soprattutto prima dei 4 anni, quando il sistema naturale di difesa dei tessuti non è ancora completo. Per proteggere i bambini dal sole è fondamentale usare protezioni con Spf 50, resistenti all’acqua e al sudore. Queste protezioni sono efficaci per proteggere i bambini dai raggi uv perché sono costituiti da minuscole particelle minerali che riflettono i raggi solari impedendo di raggiungere la pelle del bambino.

Le protezioni specifiche Spf 50 riescono a respingere sia i raggi Uva sia i raggi Uvb.E’ importante scegliere uno schermo per bambini perché i prodotti formulati per bambini sono schermi fisici per questo dalla consistenza pastosa e sono adatti anche ai soggetti allergici.

Gli adulti possono usare le protezioni solari dei bambini ma, al contrario, i bambini devono evitare le creme solari degli adulti (anche se di tipo Spf 50). Le protezioni solari per adulti, purtroppo, sono realizzate con filtri chimici (e non di tipo fisico come quelle dei bambini) quindi possono danneggiare l’epidermide dei bambini e irritare le pelli più sensibili.

Per i bambini, scegliete protezioni naturali con oli e pigmenti minerali che vanno a creare uno schermo fisico. Tra i prodotti presenti in commercio, specifici per i bambini, segnaliamo l’Australian Gold 50 Spf.

Come proteggersi dai raggi uv in modo naturale

Per proteggersi dai raggi uv potete seguire tutti i nostri consigli visti nell’articol guida “come proteggersi dal sole“. Non solo il corpo, anche la testa va protetta dai raggi uv, soprattutto chi è calvo o rasato. Chi è calvo o rasato deve proteggere il cuoi capelluto dalle radiazioni solari che risulta completamente esposto e, per sua natura, privo di protezione. Chi è senza capelli può esporre la testa a rischio cheratosi attinica, una malattia che si manifesta con pelle dall’aspetto squamoso e che va a formare una lesione iniziale cancerosa. In questo contesto è necessario applicare formulazioni specifiche in gel o in crema. Ancora più ideale è l’uso del cappello.

Come proteggere i capelli dai raggi uv

Un copricapo è la soluzione ideale per proteggere i capelli dai raggi uv. Le radiazioni solari danneggiano la cheratina dei capelli rendonoli sfibrati e disidratati. Le protezioni specifiche per capelli sono spray che contengono filtri solari e agenti idratanti ma piuttosto che acquistare un filtro chimico del genere, vi consigliamo di proteggere i capelli dal sole in modo naturale con prodotti come:

  • olio di argan
  • olio di cocco
  • olio di avocado
  • olio di mandorle

Gli oli appena descritti vanno a proteggere le fibre proteiche dei capelli idratandoli fin alla punta. Chi ha i capelli grassi può evitare qualsiasi spray o protezione per capelli: il sole è un aleato dei capelli grassi e vi aiuterà a contrastare la forfora in modo naturale. Per altri consigli vi rimandiamo alla pagina: come proteggere gli occhi dal sole, una guida utile soprattutto per chi ha gli occhi chiari.

Come proteggere la pelle dai raggi uv

In caso di macchie del viso e macchie solare, bisogna esporsi al sole solo con crema protettiva 50+, efficace contro i raggi uv (sia uvb, sia uva). Questa protezione non deve essere solo applicata al mare d’estate, anche in autunno, in primavera e in inverno in caso di vacanze al mare. Anche in caso di cuperosa, vitiligine e micosi, bisognerà prestare particolare attenzione all’esposizione solare.

Pubblicato da Anna De Simone il 2 settembre 2016