Come potare i limoni

Come potare i limoni

Come potare i limoni: consigli su quando e come potare il limone in vaso o in piena terra. Periodo migliore e quali rami tagliare.

Il limone è un agrume molto impiegato in tantissime pietanze: può essere usato per condire, per fare liquori, per arricchire un sapore o semplicemente per guarnire i piatti.

La pianta di limone ormai la troviamo in quasi in tutti i giardini d’Italia… ma non tutti riescono a ottenere buoni raccolti. Il motivo? Una potatura inadeguata! Se la potatura non viene fatta a regola d’arte, rischiamo di recidere i rami deputati alla produzione di limoni.

La pianta di limone, inoltre, tende a sviluppare una folta chioma, ben fitta e ramificata e questo va a discapito della produzione di frutti. Annualmente, per ottenere un buon raccolto di limoni, bisogna intervenire con leggere o radicali potature.

Non si può potare il limone in qualsiasi momento dell’anno: bisognerà aspettare il periodo giusto. Vediamo nel dettaglio quandocome potare i limoni.

Quando potare i limoni:
il periodo della potatura

Sintesi: è sempre possibile potare gli agrumi eccetto quando fa freddo e vi è rischio gelate. Se i limoni sono in piena fioritura o hanno piccoli frutti, evitate interventi di potatura per non causarne la caduta.

Il periodo migliore per potare la pianta di limoni è tra febbraio (al sud) e marzo (a nord). In realtà, la potatura dovrebbe rispettare l’andamento climatico: bisognerebbe potare gli agrumi quando è passato il rischio gelate.

Con i cambiamenti climatici, a causa delle gelate tardive, spesso quella che era la potatura invernale degli agrumi è slittata tra il mese di aprile (a sud) e quello di maggio (a nord), quando ormai è addirittura iniziata la fioritura.

Altri interventi di potatura possono essere eseguiti nella fine di giugno e a metà settembre con la cosiddetta potatura estiva.

Potatura degli agrumi in vaso

Le piante in vaso si possono potare con la fine della primavera, è possibile continuare a potare gli agrumi in vaso addirittura nei mesi di maggio e giugno con la potatura estiva.

Cosa tagliare?
Eseguite cimature sui rami principali asportandone pochi centimetri. Questa precauzione è valida anche per i limoni coltivati in giardino che hanno bisogno di mantenere un aspetto contenuto.

Da tagliare via sono anche i succhioni (getti che si sviluppano in verticale). In questo modo andrete a stimolare lo sviluppo di rametti a crescita orizzontale, un bene per la produzione di frutti e la filtrazione della luce.

Dopo la potatura dei limoni in vaso, le piante sono pronte per il rinvaso.

Potatura limoni, cosa potare:
quali rami tagliare

Vanno potati i rami molto vecchi e legnosi in modo da favorire l’emissione di getti giovani e pronti a produrre nuovi frutti.

Da tagliare anche tutti i rami con andamento tendenzialmente verticale.

Da potare assolutamente anche i polloni presenti sul tronco o alla base dato che indeboliscono la pianta e possono penalizzare la produzione di frutti.

Vanno pure potati i rami secchi e danneggiati, avendo cura di sfoltire la chioma nella parte centrale per favorire la penetrazione della luce del sole e dell’aria tra i rami più interni.

I rami vanno recisi con un taglio netto per evitare inutili sfilacciature che potrebbero causare malattie.

Eseguite una cimatura accorciando tutti i rami di qualche centimetro, soffermatevi soprattutto sui rami più alti per evitare uno sviluppo eccessivo della chioma in altezza rispetto al resto della pianta.

Indicazioni utili per potare limoni: durante l’operazione di potatura degli agrumi è bene rispettare l’armonia della chioma. Per scongiurare malattie, recidete i rami sempre con tagli obliqui così da favorire lo sgrondo dell’acqua.

Sarà poi necessario cospargere sui tagli qualche prodotto cicatrizzante per evitare l’attacco di parassiti e di malattie fungine. Questo consiglio è particolarmente valido per chi abita nel Settentrione d’Italia (per evitare danni da gelo in caso di potatura in aprile con rischio di gelate tardive) o per chi sta coltivando giovani piante di agrumi.

Potete usare un prodotto cicatrizzante o del comune mastice per innesti. Il mastice è un cicatrizzante molto utile. Potete prepararlo anche in casa a partire da ingredienti semplici. Per tutte le info: mastice per innesti fatto in casa.

Come potare limoni in giardino o vaso:
cosa occorre

Per la potatura dei limoni è bene munirsi di un paio di forbici dalla lama ben affilata e sterilizzata. Il mastice fai da te è fortemente consigliato ma non obbligatorio.

Se avete piante di limoni che non potate da molto tempo dovrete avere a disposizione attrezzi più specifici come un seghetto o addirittura un motosega per i tronchi secondari o i rami più robusti.

Durante la potatura usate guanti e occhiali di protezione: le spine dei limoni fanno molto male! I getti più esili che presentano spine vanno tutti eliminati.

ATTENZIONE!
Disinfettate gli attrezzi usati per la potatura, in questo modo andrete a evitare eventuali contagi durante il taglio.

Pubblicato da Anna De Simone il 23 Gennaio 2017