Come installare un camino a gas

installare camino a gas

Come installare un camino a gas: tutti i consigli e le istruzioni per portare a termine l’installazione di un camino a gas

Camino a gas a camera chiusa o aperta 
In commercio esistono camini a gas prefabbricati con focolare aperto così da accentuare l’effetto realistico della fiamma. E’ importante precisare che i camini a gas a focolare aperto (senza vetro) sono solo complementi d’arredo, l’efficienza nel riscaldare è trascurabile quindi non possono essere considerati impianti di riscaldamento.

Al contrario, i camini a gas a camera chiusa hanno una notevole efficienza e possono riscaldare uno stanza o addirittura diversi ambienti della casa. I camini a gas sono efficienti ma la loro gestione è relativamente costosa in quanto sarete “costretti” a pagare il combustibile, il gas. L’alternativa più economica prevede l’impiego di camini o stufe a biomassa (legno o pellet), tuttavia, un camino a gas può ugualmente essere integrato al sistema di riscaldamento dell’abitazione.

Come installare un camino a gas
Se non avete le competenze, vi consigliamo di lasciare l’installazione del camino a gas nelle mani di un termotecnico qualificato.
I camini a gas possono essere installati anche in appartamenti non dotati di canna fumaria proprio perché l’unica combustione che avviene e quella del gas ed è legata alla rete elettrica  (infatti se manca la corrente il camino a gas cessa di riscaldare). 

Per accogliere un camino a gas in casa bisognerà costruire una piattaforma: l’unità del camino a gas è piuttosto piccola e in molti casi non può essere appoggiata direttamente sul pavimento. Per la realizzazione della piattaforma, seguite le dimensioni richieste dal produttore del camino a gas. Alla piattaforma bisognerà installare la tubazione e predisporre l’alimentazione elettrica. Alcuni camini richiedono diverse guarnizioni per fissare completamente il tubo al collare.
Per l’installazione del camino, la prima cosa da fare consiste proprio nel fissare un tubo dritto al collare, nella parte superiore del biocamino, per questo molti tecnici impiegano del cemento. Anche in questo caso sarà necessario seguire le indicazioni di fissaggio fornite dal costruttore (leggete il manuale d’uso!).

Questo primo collegamento non è la parte più difficile! Anzi, la fase più delicata consiste nella messa in opera del sistema di ventilazione diretta: impiegato una matita, tracciate un cerchio intorno al secondo tubo diretto; aiutandovi con una sega tagliate il foro seguendo il tracciato a matita.
Per completare la messa in opera del sistema di ventilazione bisognerà forare il muro esterno in prossimità della posizione di installazione del camino a gas. Fissare il camino alla base impiegando del mastice e fate scorrere il pezzo rettilineo del tubo utilizzato per la ventilazione attraverso il foro esterno. Per sigillare l’area intorno al tubo di ventilazione bisognerà usare un saldatore ad alta temperatura.

Può interessarvi: camini al bioetanolo.

Pubblicato da Anna De Simone il 28 novembre 2014