Biocamini per il riscaldamento

La scelta dei diversi metodi di riscaldamento per la propria abitazione incide inesorabilmente sull’inquinamento ambientale. Oggi l’energia elettrica erogata viene utilizzata per una grossa percentuale in ambito residenziale di cui una buona parte è destinata alla climatizzazione dei locali. Le case ecologiche sfruttano al massimo l’illuminazione solare e la capacità di riscaldamento naturale, utilizzano fonti di energia rinnovabile, come energia solare, eolica, geotermica, biomasse.

Esistono altre soluzioni per il riscaldamento sostenibile?
Altra soluzione, specialmente nei luoghi isolati, è utilizzare i biocamini in quanto hanno raggiunto un livello abbastanza elevato di efficienza e affidabilità: non producono fumi tossici, dato che bruciano solo combustibili naturali.

Sia i biocamini da parete che i biocamini da incasso rappresentano validi componenti di arredo in grado di assicurare un riscaldamento domestico all’insegna dell’ecosostenibilità con un irraggiamento di calore molto simile a quello tipico del caminetto tradizionale. Sono facili da installare, pratici da utilizzare e assicurano un riscaldamento in tempi veloci.

Hanno il vantaggio di non produrre cenere o altro residuo, non richiedono grossa manutenzione e possono trovare collocazione in qualsiasi angolo della casa in quanto non necessitano di canna fumaria. Altro aspetto da tenere presente nella scelta dei diversi combustibili ecologici è il contenuto di umidità. Un basso tenore di umidità riduce la formazione di condensati corrosivi e la fumosità e permette di ottenere un più alto rendimento.

Il combustibile  per il biocamino è il bioetanolo, un derivato dei prodotti agricoli inodore, anallergico e pienamente rispettoso dell’ambiente. Le emissioni di anidride carbonica sono molto basse. Ci sono molti modelli di biocamini che possono perfettamente integrarsi nell’arredamento domestico con costi che variano dai  120 euro ai 300 euro.

Ci sono anche dei modelli di biocamini più ecologici, questi superano i 300 euro ma se si valuta  il rapporto qualità prezzo,  installare un biocamino conviene. Questa è solo un’alternativa per riscaldare casa, molte aziende sono alla ricerca di soluzioni sempre più efficienti e rispettose dell’ambiente, un’altra soluzione proviene dal sottosuolo con un impianto geotermico.

Pubblicato da Anna De Simone il 27 ottobre 2012