Come insonorizzare una parete

Come insonorizzare una parete

Come insonorizzare una parete: materiali e fai da te per isolare acusticamente una parete della casa. Consigli utili per l’isolamento acustico.

Il comfort acustico è indispensabile in ambiente domestico. Le esigenze sono tante: c’è chi vuole isolare acusticamente una parete per proteggersi dal suono emesso dal centro urbano vicino casa, c’è chi vuole isolare una parete divisoria interna alla casa o chi non vuole origliare le conversazioni dei propri vicini!

Come insonorizzare una parete

Per insonorizzare una parete divisoria o un’intera stanza, avete bisogno di impiegare materiali isolanti. Vi sono numerose possibilità: dal classico polistirolo ai materiali in schiuma, dai fogli di alluminio (facilissimi da gestire) al poliuretano… Se la parete da isolare presenta un foro di areazione che provvede alla ventilazione domestica, sarà necessario predisporre un apposito silenziatore acustico. In base alla propria disponibilità di budget e alle capacità manuali, scegliete il materiale più idoneo.

Il metodo più efficace per insonorizzare muri pareti, consiste nel realizzare un doppio tramezzo. Questo sistema va bene anche per le pareti divisorie in cartongesso. Si va a realizzare un secondo tramezzo e nell’intercapedine tra le due pareti (quella di facciata e quella interna) si posiziona il materiale fonoassorbente. Questo lavoro non è alla portata di tutti perché bisognerà poi spostare il battiscopa e le eventuali prese elettriche. Tuttavia, qualsiasi sia il materiale e metodo scelto per isolare una parete aggiungendo materiali fonoassorbenti, è necessario disporre di buone capacità manuali. Per la posa dei pannelli fonoassorbenti autoadesivi vi invitiamo a visitare la pagina: come isolare una parete.

Il materiale isolante può essere applicato con maggiore facilità con le pareti divisorie di cartongesso. In commercio si trovano pannelli isolanti specifici da fissare al muro da insonorizzare. Anche in questo caso, però, sarà necessario lasciare lo spazio per la cablatura e le prese elettriche.

Per il lavoro manuale (materiale occorrente, istruzioni passo dopo passo), potete sfruttare la guida pratica intitolata Come insonorizzare una stanza.

Come insonorizzare una parete con la finestra

Se la parete dispone di porte e finestre, sarà necessario scegliere degli infissi isolanti. I materiali che riescono meglio a isolare acusticamente un ambiente, sono il PVC in primis e poi l’alluminio. Le finestre con imposte isolanti in PVC sono molto utili per chi abita in centri urbani ma anche per chi abita in zone di campagna dove la vita contadina impone ritmi non adatti a tutti (il trattore, spesso, entra in funzione alle prime ore del mattino!).

Come insonorizzare una parete con presa d’aria

I silenziatori acustici nascono proprio per isolare, acusticamente, le prese d’aria presenti in casa. I locali con una forte presenza di vapore (destinati alla cottura di alimenti, il bagno con box doccia…) hanno bisogno di costanti ricambi d’aria spesso garantiti dai tubi di ventilazione.

I tubi di ventilazione possono essere insonorizzati mediante silenziatori acustici che continuano a garantire il ricambio d’aria dall’esterno ma offrono un potere fonoisolante contribuendo all’insonorizzazione della parete.

I silenziatori acustici sono facili da installare con il fai da te. In genere, si tratta di dispositivi dalla forma cilindrica o a scatola. Si ancorano al tubo di ventilazione e ne esistono di diversi diametri in base alle esigenze dell’installatore.

Come insonorizzare l’intera stanza: tetto e pavimento

Chi non vuole limitarsi a una parete ma vuole insonorizzare un’intera stanza, dovrà applicare materiale fonoassorbenete anche al soffitto e al pavimento. Per il soffitto è possibile sfruttare la strategia del doppio tramezzo, nello strato intermedio si andranno a collocare i materiali fonoassorbenti.

Per quanto riguarda il pavimento, è possibile scegliere tra masse flottanti di cemento, appositi pannelli realizzati in gomma o le lastre antivibranti di diversa densità. Questi materiali contribuiscono ad assorbire il rumore degli ambienti e ridurre le vibrazioni.

Pubblicato da Anna De Simone il 14 settembre 2016