Come fotografare i fiori con il sole e con il flash

Come fotografare i fiori

Chi ama i fiori non può non avere voglia di immortalarli in tutto il loro splendore ed ecco perché proviamo a darvi qualche consiglio su come fotografare i fiori che incontriamo lungo il nostro cammino. Sembra banale, perché essi sono già belli da soli, ma è invece proprio per questo che ci si pone il problema di rendere giustizia. Proviamoci!



Come fotografare i fiori con il sole

Viene spontaneo andare alla ricerca di un soggetto a sole ma se è diretto, non ci da le migliori condizioni di luce perché risulta troppi dura e il contrasto tra ombre e luci sarebbe troppo. Farebbe un effetto molto strano e ruberebbe la bellezza del fiore che vogliamo ritrarre in tutta la sua delicatezza. La migliore luce per fotografare i fiori non è quindi quella massima e diretta. Meglio stare senza dubbio all’aperto e in una zona d’ombra anche quando il sole è alto nel cielo, Se è una giornata coperta, è più facile, Questi consigli possono risultare preziosi anche quando si desidera scattare un fotoritratto.

Procediamo così, alla ricerca di una luce perfetta. La zona d’ombra non è facile da trovare e possiamo trovarci nelle condizioni di dovertela trovare e poi custodire. Possiamo usare il nostro stesso corpo per fare ombra su un fiore, o il corpo di altri. Ci sono anche degli oggetti studiati apposta per fare ombra. Procuriamoci anche un riflettore spesso con diffusore molto utile quando fotografi di fiori.

Mentre cerchiamo la luce migliore, possiamo trovarci nelle condizioni in cui non ce n’è abbastanza. Può capitare in giornate coperte ma a volte anche al mattino presto o alla sera. E’ un vero guaio, possiamo però giocare con la regolazione della nostra macchina fotografica facendo tante prove, e poi capire la soluzione che fa per noi. Se non c’è vento e siamo muniti di treppiede, proviamo ad allungare di tempo di esposizione sperando che un refolo di vento non sposti il nostro soggetto.

Come fotografare i fiori con il flash

Se anche dopo tante manovre non riusciamo a raggiungere il risultato desiderato, dobbiamo arrenderci e utilizzare il flash. Molto probabilmente è già all’interno della fotocamera. Non è la soluzione migliore e ricordiamoci di usarlo solo in situazioni di emergenza, ti accorgerai della differenza anche se la luce del flash riuscirà a investire il soggetto nella sua interezza senza creare antiestetiche zone buie perché stiamo fotografando da vicino il nostro fiore. Se non è notte, il flash sarà automaticamente molto debole e farà il suo dovere mentre se è sera, possono crearsi delle compensazioni poco gradevoli alla vista

Se possiamo scegliere, meglio optare per un flash separato dalla fotocamera in modo da poter decidere agevolmente la distanza e la direzione. Come punto di partenza considera un’angolazione di 45°, perché emula al meglio alla luce del sole. Se il fiore è piccolo, possiamo usare un flash a potenza ridotta da molto vicino. E’ utile sapere che esistono il flash macro o il flash anulare.

Come fotografare i fiori

Come fotografare i fiori con il vento

E’ piuttosto normale che, mentre stiamo fotografando il nostro meraviglioso fiore, esso si muova con i suoi petali e le sue foglie. Capita in primavera come in autunno anche se il sole splende. Quando è impossibile inquadrarlo correttamente e nemmeno metterlo a fuoco dobbiamo trovare una soluzione. Se inquadriamo il nostro fiore da vicino, ingrandendolo, sarà sempre più sfuocato.

Esistono diverse opzioni, vediamone alcune. La più semplice è quella di organizzarsi per parare il vento con il nostro stesso corpo, facendo da scudo con il tuo corpo. Proviamoci anche se non è affatto banale come sembra e on possiamo fare gli acrobati professionisti.

Se il fiore è reciso o in vaso possiamo procedere ma se è ancora in terra, meglio lasciare stare perché dovremmo ucciderlo. Per i fotografi più organizzati c’è anche una gamma di accessori per schermare il vento che sarebbero da posizionare assieme a riflettore e fotografare allo stesso tempo.

Come fotografare i fiori e perché

Abbiamo visto come comportarci, nel fotografare un fiore, soprattutto sia siamo in giro senza flash e senza materiale particolare. Cerchiamo di capire come tira il vento e posizioniamoci ad esempio a terra io.

Dal punto di vita tecnico possiamo inquadrare il sole dal basso verso l’alto e sottoesporre se il cielo viene troppo bruciato. Giocando con queste regolazioni si arriva a conoscere molto bene le sembianze di un fiore, come se l’avessimo dipinto con le nostre mani. A volte però è davvero difficile cogliere l’attimo, dobbiamo quindi munirci di pazienza ma tenendo conto che la nostra pazienza non è infinita.

Per divertirci un po’ possiamo utilizzare anche dei filtri dedicati alla presenza di qualche goccia d’acqua che rende più vivo e autentico lo scatto. Se invece non siamo convinti che il soggetto della nostra foto sia adatto, meglio accorgersene al più presto e rivolgersi al fiorista più vicino che potrà venderci gli esemplari migliori per le foto a venire.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebook e Instagram

Pubblicato da Marta Abbà il 22 Giugno 2019