Come curare il giardino a novembre

jardin d'automne
A novembre il giardino pare come addormentato. Quali sono le operazioni da svolgere nel giardino e nell’orto in questo perioodo dell’anno? La prima cosa da fare è difendere le piante dall’arrivo del freddo. Inoltre bisogna fare una pulizia generalizzata di prato e aiuole, togliendo le foglie cadute, estirpando le erbacce e praticando una leggera sarchiatura del terreno. Ma è anche il periodo adatto per mettere del concime a lenta cessione adatto alla fase di riposo vegetativo. Ma vediamo nel dettaglio come curare il giardino a novembre seguendo alcune indicazioni utili.

Curare il giardino dal freddo
Come vi abbiamo detto è importante preservare le piante da freddo. Cosa fare a tal proposito?

  • Portate in casa o in una serra fredda le piante più delicatw
  • Applicate dei teli protettivi
  • Pacciamate il terreno alla base con corteccia, foglie secche o paglia

Curare il prato e la siepe

  • Tagliate il prato prima dell’inverno per favorire la circolazione d’aria in profondità
  • In caso di muschio applicate un prodotto apposito per farlo morire poi sportate una volta secco
  • Effettuare delle potature alle siepi prima dell’arrivo dell’inverno per favorire la produzione di nuovi getti a primavera.

Curare il giardino a novembre, piante a dimora
Anche a novembre potete mettere a dimora alcune piante: in tal senso il vostro giardino sarà sempre ricco di colori e profumi. Potete piantare per esempio: margheritine, viole del pensiero, papaveri autunnali, godezie, garofani, ranuncoli, elicrisi, eriche, ellebori, cavoli ornamentali
Volendo poi pensare alle fioriture dell’anno nuovo, potete piantare le bulbose a fioritura primaverile come per esempio: bucaneve, crochi, giacinti, narcisi, calle, ciclamini, fresie, muscari.
Anche chi possiede un orto deve proteggere le piante dal freddo. E non dimenticate che realizzare delle coltivazioni protette sistemando serre e tunnel coperti, avendo cura di arieggiare costantemente le strutture per evitare la formazione di muffe e marciumi.
Attenzione: utilizzate quantità ridotte di acqua nell’irrigazione e assicuratevi che non sia eccessivamente fredda

Ti potrebbe interessare anche l’articolo: “Ranuncoli: fiori e loro coltivazione

Pubblicato da Anna De Simone il 16 novembre 2013