Come conservare le uova

come conservare le uova

Come conservare le uova ce lo insegnavano le nonne, che tanto tempo fa usavano tecniche ingegnose (sale, grasso e anche calce spenta) per prolungare il periodo di conservazione delle uova. Poi le antiche tecniche hanno lasciato il posto ai congelatori, che oggi sono l’unico sistema per tenere le uova per più di due settimane in casa senza rischi per la salute.

Come conservare le uova: il congelamento

Sì le uova si possono congelare, ma non intere così come sono. Vanno preparate e confezionate nel modo che vi descriviamo di seguito. E devono essere freschissime, possibilmente appena raccolte (uova biologiche è meglio) per garantire una sicurezza alimentare di circa sei mesi. Una volta scongelate non ci potrete fare l’uovo à la coque, ma saranno ottime per fare dolci e preparazioni varie.

Preparare le uova al congelamento. Va eliminato il guscio. Indurendosi, la parte liquida dell’uovo tende a espandersi sfondando il guscio, che quindi va tolto versando albume e tuorlo (assieme o separate) in altri contenitori. Si possono usare vaschette comuni ma anche i contenitori per i cubetti del ghiaccio. Le cose importanti sono: determinare le quantità e scegliere la sostanza stabilizzante, sale o miele.

Determinare le quantità. Una volta fuori dal guscio si perdono di vista le dosi delle uova, che quindi vanno stabilite in altro modo. Un buon sistema è congelare dei recipienti che contengono già la dose giusta per la ricetta che volete fare, tenendo presente la seguente regola: 1 tazza da 250 ml = 12 tuorli o 5 uova intere; 3 cucchiai di uovo intero sbattuto = 1 uovo intero.

Le vaschette per i cubetti del ghiaccio sono comode per congelare le uova. Potete per esempio mettere 3 cucchiai ‘stabilizzati’ in ogni scomparto (l’equivalente di 1 uovo intero) e congelare per qualche ora. Poi togliete i cubetti e li conservate, sempre nel congelatore, in un sacchetto di plastica: 1 cubetto = 1 uovo.

Stabilizzare le uova per il congelamento. Le sostanze stabilizzanti sono il sale (per le ricette salate) e il miele (per le ricette dolci). La dose giusta è 1 cucchiaino di sale o 1 cucchiaino di miele per una tazza (250 ml) di uova, da mescolare bene. Albume e tuorli si possono congelare anche separatamente, avendo cura di stabilizzare i tuorli (1 cucchiaino di stabilizzante per ogni tazza) per evitare che una volta decongelati risultino pastosi o duri.

Consumare le uova decongelate. Per scongelare completamente un uovo congelato servono circa 9 ore in frigo o 4 ore a temperature ambiente. Il valore nutritivo e anche il gusto di un uovo decongelato sono gli stessi dell’uovo fresco, ma il consumo deve essere a breve perché il deterioramento è rapido. Per ricomporre un uovo intero congelato separatamente considerate che: 1 uovo = 1 cucchiaio di tuorlo + 2 cucchiai di albume.

Pubblicato da Michele Ciceri il 22 dicembre 2014