Come combattere le allergie

combattere i sintomi dell allergia

Come combattere le allergie: dagli antistaminici naturali ai rimedi fai da te. Consigli e precauzioni per combattere le allergie in modo efficace e basso costo. 

Come combattere le allergie

Antistaminici e spray nasali non sono l’unica soluzione al naso chiuso e agli altri sintomi tipici delle allergie. La chiave sta anche nell’alimentazione.

Secondo la naturopata Tracey Beaulne del centro Naturopathic Family Medicine di Toronto, chi soffre di allergie stagionali dovrebbe fare il pieno di alimenti probiotici.

Ogni organismo può beneficiare dell’effetto dei cosiddetti cibi funzionali ma chi soffre di allergia ne beneficerà due volte! Gli alimenti funzionali o probiotici, aiutano l’apparato digerente e promuovono le nostre naturali difese immunitarie aiutandole a modulare le risposte alle avversità così da prevenire reazioni allergiche.

Natasha Turner, naturopata e autrice del libro bestseller “The Carb Sensitivity Program”, ci ricorda, che oltre agli alimenti probiotici è indispensabile assumere le giuste quantità di Vitamina C su base quotidiana. La vitamina C, assunta ogni giorno, modula la formazione di istamina, la sostanza che causa la reazione allergica nel nostro organismo. Per ottenere migliori risultati, è opportuno combinare il potere della vitamina C con i bioflavonoidi. E’ per questo motivo che la rosa canina è considerata un buon rimedio naturale contro le allergie.

Tra i bioflavonoidi più indicati a combattere le allergie citiamo la quercetina, perfetta per lenire i classici sintomi delle allergie stagionali come occhi che lacrimano, naso che cola, prurito e febbre da fieno.

La quercetina si è dimostrata utile nei trattamenti contro allergie, asma, bronchite, sinusite, raffreddore e influenza. Oltre a 2 mg di Vitamina C, per ottenere buoni risultati e combattere le allergie in modo naturale, si consiglia di assumere circa 2 grammi al giorno. Un alimento ricco di quercetina è la cipolla, ancora meglio se associata alla menta piperita che ne agevola l’assorbimento (vedi olio essenziale di menta piperita).

Sintomi respiratori e ambiente

sintomi a carico dell’apparato respiratorio (naso chiuso, asma, starnuti, tosse, respiro affannoso….) possono essere mitigati con un controllo dell’aria più attento. I filtri e i sistemi di ventilazione per il controllo dell’aria sono fortemente consigliati in caso di allergia agli acari della polvere, allergia ai pollini (allergie stagionali) e allergia ai peli del cane e del gatto.

Usare filtri HEPA

Una finestra spalancata può essere il peggior nemico di chi soffre di allergie stagionali. Quando le temperature aumentano si è portati a aprire le finestre per consentire l’ingresso di aria fresca, sia in casa, sia in auto.

combattere le allergie

Chi soffre di allergie stagionali dovrebbe evitare una cosa del genere: aprire le finestre significa consentire l’accesso a un gran numero di sostanze, tra cui anche pollini. Si consiglia di impiegare un condizionatore d’aria con il ricircolo dell’aria interna e l’uso di un filtro HEPA a alta efficienza. Per un approfondimento sull’utilità dei filtri HEPA e come scegliere il migliore per le allergie, vi rimando alla pagina: come purificare l’aria di casa.

Allergia e fastidi agli occhi (bruciore, lacrimazione…)

Molti sottovalutano l’importanza di adeguate protezioni agli occhi. A prescindere dalla presenza di sintomi a carico del padiglione oculare (occhi che bruciano, occhi che lacrimano, rossore….), chi soffre di allergia dovrebbe sempre proteggere gli occhi.

In caso di occhi gonfi e che bruciano, per un sollievo immediato, potete poggiare sugli occhi una benda imbevuta d’acqua fredda. E’ chiaro che in caso di allergia è meglio evitare il make up.

Indossare berretto e occhiali da sole

Per il polline, una via d’accesso al nostro organismo è dato dal padiglione oculare. Proteggere gli occhi significa allontanare un potente allergene dal proprio corpo. Per tamponare agli errori 3 e 4, un cappello con visiera larga e un paio di occhiali da sole, possono proteggere il viso dal polline.

Allergie agli acari della polvere

Oltre ai già citati filtri HEPA che migliorano la qualità dell’aria, per chi soffre di allergie agli acari della polvere, l’uso degli acaricidi non è solo consigliato, potrebbe addirittura essere indispensabile per viver in armonia con l’ambiente domestico. Per tutte le informazioni vi rimando alla pagina: allergia agli acari della polvere.

Antistaminici naturali

Abbiamo già citato quercitina e vitamina C come i due antistaminici naturali per eccellenza. Tra gli alimenti che vi aiuteranno ad assumere vitamina C segnaliamo le arance, i peperoni, le carote, i broccoli, i cavolfiori, le fragole, gli spinaci, i limoni, il pompelmo, il kiwi, i pomodori, la lattuga e le banane.

Stando alla quercitina, si può assumere con frutta o tè verde. Ancora meglio se arricchito con poche gocce di olio essenziale di menta piperita.

Ribes nigrum

Il ribes nigrum è utile a chi soffre di allergie: bastano 50 gocce di macerato glicerico di ribes nero, diluite in un po’ d’acqua, da assumere tutte le mattine, prima di colazione. Questo rimedio è utile per alleviare i sintomi dell’allergia stagionale. Tale rimedio omeopatico prevede un trattamento di tre mesi, durante i quali, i principi attivi contenuti nel ribes nero andranno a stimolare le ghiandole surrenali.

Il ribes nero, inoltre, è ricco di vitamina C, rafforza il sistema immunitario e apporta sostanze in grado di contrastare l’azione dell’istamina, responsabile dei sintomi dell’allergia.

Dove trovare il ribes nero? Nelle erboristerie e nei negozi specializzati in omeopatie (farmacie omeopatiche, empori farmaceutici…), oppure potete sfruttare la compravendita online, su Amazon, per esempio, un flacone di macerato glicerico si compra al prezzo di 14,19 euro con spese di spedizione incluse nel prezzo.

Link utile da Amazon: Macerato glicerico di ribes negrum
Prezzo Amazon: 14,19 euro

Allergie, rimedi naturali e test fai da te

Per altri rimedi naturali contro l’allargia e per alleviare i sintomi vi rimando alla pagina: allergie stagionali.

Per il test fai da te leggete la pagina: allergie primaverili, sintomi, test e rimedi

Pubblicato da Anna De Simone il 10 novembre 2017