Come coltivare il melo

Come coltivare il melo

Come coltivare il melo: i piccoli coltivatori devono puntare alla coltivazione del melo in spazi contenuti, con varietà rapide nella messa a frutto e molto produttive. Il portainnesto più diffuso, soprattutto tra chi vuole coltivare il melo nel giardino di casa, è l’M9. Questo portainnesto non è adatto a chi vuole coltivare il melo al nord in quanto non resiste alla basse temperature. E’ tra i più diffusi anche in agricoltura biologica.

Quando coltivare il melo 
Il periodo migliore per la messa a dimora degli astoni (cioè le piante già innestate che si acquistano nei vivai) è l’autunno. In ogni caso la messa a dimora può avvenire per tutto il periodo di riposo vegetativo.

Come coltivare il melo, fertilizzazione
La concimazione del suolo è determinante nella coltivazione del melo. Prima della messa a dimora di un melo è consigliabile apportare al suolo una buona dose di sostanza organica sotto forma di letame maturo o compost.

Come coltivare il melo, la potatura
La forma di allevamento più diffusa è quella a fusetto, qui il melo assume la forma di cono con l’apice verso l’alto, quasi come un albero di Natale. Con questa forma di “allevamento” il melo presenta un solo asse verticale dal quale dipartono liberamente numerose branche laterali a partire da 60-50 cm dal terreno. Tali branche si fanno, dal basso verso l’altro, sempre più corte.

Le branche alla base fanno parte dello scheletro permanente del melo mentre le restanti branchette necessitano di potatura. La potatura va eseguita ogni anno per regolare al meglio la produttività della pianta.

Il melo è una specie che tende ad alterare la produzione in anni di carica (ricci di frutti) e anni di scarica (con la formazione di poche mele). La potatura, insieme al diradamento manuale dei frutticini, sono i due mezzi grazie ai quali è possibile “regolare” la produzione tenendola costante negli anni. E’ però opportuno seguire una potatura contenuta del melo se si prevede un anno di scarica, in questo modo si lasceranno più gemme a fiore. Al contrario, è bene eseguire una potatura più consistente in vista di carica così da ridurre le gemme a fiore.

Come coltivare il melo, irrigazione
Tutto dipende dal clima e dalla stagione, così come dal tipo di terreno e dal portainnesto scelto. In ogni caso, le necessità idriche del melo si intensificano nella seconda parte della stagione, quando l’accrescimento delle mele è concomitante al caldo estivo.

Pubblicato da Anna De Simone il 12 agosto 2014