Come coltivare violette

come coltivare le violetteCome coltivare violette: istruzione alla coltivazione del fiore di violetta. Tutte le cure da destinare alla pianta in vaso o come coltivare aiuole in giardino.


Nell’articolo vi illustreremo come coltivare le violettevedendo tutte le cure da destinare a questa bellissima pianta da fiore.

Si tratta di piccole piante perenni ornamentali che offrono una bella presenza in giardino, in terrazzo o in balcone grazie ai loro bei fiori profumati. La coltivazione delle violette non richiede conoscenze colturali particolari; la loro caratteristica è di essere piuttosto resistenti al gelo e alle nevicate quindi si possono coltivare violetteanche nell’estremo settentrione d’Italia.

Queste piante da fiore sopportano senza problemi il freddo anche fino a -15 gradi senza smettere di produrre fiori. Le violette hanno diverse varianti cromatiche: ciò consente di poterle abbinare in modo strategico per creare un bell’effetto scenico.

Coltivare la Viola del pensiero o violetta del pensiero

Quando parliamo diviolettefacciamo riferimento a diverse specie. Tra queste, la più coltivata è la classicaviola del pensierooviola tricolor.

Innanzi tutto procurarsi delle sementi , disponibili anche online nei principali marketplace come il seguente esempio.

Laviola del pensierovede unacoltivazionemolto diversificata in quanto ne esistono di numerosi ibridi, alcuni fioriscono fin da gennaio e perpetuano la fioritura fino al termine della primavera.

Laviola del pensieroè una specie erbacea ramificata che presenta fusticini esili e foglioline verde scuro dal margine seghettato.

Per la coltivazione, in vaso o in giardino, necessita do uno spazio di 30 cm di larghezza. Può raggiungere i 20 cm di altezza e questi si presta per basse bordure fiorite. Ifiori di viola del pensierosono grandi, con corolle fino a 4 cm di diametro. Si chiamaviola tricolorperché i petali sono dati da diversi colori che vanno dal viola fino a sfumature di crema passando per l’azzurro e il porpora. Percoltivare la viola del pensiero in vaso o in giardinopotete fare affidamento alle indicazioni che seguono.

Coltivare la viola cornuta o violetta selvatica

La speciecornutaè tra le viole più diffuse per la preparazione di aiuole fiorite e bordure basse. Ifiorisono più piccoli tanto che molti la chiamano erroneamentevioletta selvaticaoviola selvatica. I fiori, infatti,, sono larghi solo 2 o al massimo 3 cm. La viola cornuta fiorisce da marzo a giugno e la messa a dimora può avvenire a fine gennaio.

Coltivare la violetta selvatica o viola selvatica

La violetta selvatica è molto apprezzata sia in cucina che da coltivare in balcone, in vaso o nel giardino. Con il nome comune divioletta selvaticasi indica la specieviola mammola. Laviola mammola, così come tutte leviolette, forniscono foglie commestibili da usare in insalate miste, in minestre o come verdure cotte.

Per lacoltivazione della violetta selvaticapotete seguire le indicazioni fornite in basso mentre per gli usi specifici o per sapere dove reperirla in natura, potete scegliere la pagina dedicata allavioletta selvatica: viola mammola.

Come coltivare le violette, indicazioni utili

  • Possono essere coltivate sia in vaso che in piena terra, l’importante è garantire un terreno fresco, fertile e molto ben drenato: basta aggiungere del buon terriccio universale.
  • Per la messa a dimora, il periodo migliore è generalmente in autunno ma possono essere piantate anche in primavera. La viola del pensiero così come la viola cornuta si possono mettere a dimora anche nel mese di febbraio quando presentano già i fiori.
  • Vanno interrate solo fino all’attaccatura delle radici, pertanto evitare accuratamente di affossare eccessivamente il piede della pianta, per evitare che le viole possano perire a causa di marciumi radicali.
  • Al momento della messa a dimora, scegliere una giornata non eccessivamente fredda e annaffiare abbondantemente il terreno subito dopo.
  • Spaziare le viole di almeno 30 cm tra pianta e pianta, in modo che possano svilupparsi agevolmente. In caso di coltivazione in vaso, procurarsi dei vasi piuttosto capienti: il portamento di queste piantine è di tipo tappezzante, quindi prendono molto spazio
  • Se le radici delle violette coltivate in vaso riempiono completamente il contenitore, provvedere immediatamente al rinvaso. In realtà, dopo l’acquisto di una pianta in vaso,violettacompresa, si provvede immediatamente al primorinvaso.
  • Prediligere un posto luminoso, in pieno sole o a mezz’ombra altrimenti produrranno fiori di dimensioni più piccole e più radi.
  • Evitare la troppa esposizione al sole in estate: soffrono il caldo, pertanto sotto i raggi diretti del sole possono danneggiarsi se non adeguatamente protetti.
  • Eliminare costantemente le parti secche o danneggiate ed eseguite un buon diserbo.

Messa a dimora della viola del pensiero o violetta

A prescindere dalla specie, per la messa a dimora scavate una buca di 15 cm e interrate la pianta acquistata compresa del suo pane di terra.

Quando acquistate unaviola in vaso, liberatela dal contenitore con delicatezza e districate, leggermente, le radici muovendole con le mani. In questo modo darete modo alle radici di svilupparsi meglio nel terreno. Fate la stessa cosa se eseguite unrinvasopercoltivare violette in vasodalle dimensioni maggiore.

Se il terreno del vostro giardino è povero, incorporate della sostanza organica (buono lo stallatico) eseguendo una lavorazione superficiale come una leggerissima zappatura o rastrellata se il terreno è già stato smosso e quindi soffice.

Pubblicato da Anna De Simone il 8 Febbraio 2017