Come coltivare il crescione

come coltivare il crescione

Il crescione è una pianta aromatica che si presenta come un cespuglio formato da piccole foglie pennate di colore verde brillante. La parte commestibile è rappresentata dalle foglie le quali hanno un sapore acidulo e piccante; vengono impiegate in cucina per insaporire insalate, panini, salse, ecc. Il crescione non si trova facilmente in commercio ma può essere facilmente coltivato nell’orto di casa oppure in terrazzo. Maggiori informazioni sulla pianta e sulle sue proprietà nell’articolo “Crescione: pianta e proprietà
Per poter avere sempre in cucina il crescione basta effettuare delle semine scalari da aprile a giugno ogni 15 giorni circa. Tuttavia dato il ciclo vitale piuttosto breve della pianta, il crescione può essere seminato in ogni momento dell’anno per poi raccogliere nel giro di un mese. Vediamo nel dettaglio come coltivare il crescione, seguendo alcune indicazioni utili.

Come coltivare il crescione, le indicazioni

  • La pianta si presta ad essere coltivata in qualsiasi tipo di terreno inoltre non necessita di pratiche colturali particolari: in ogni caso è da preferire un terreno ricco di sostanze organiche
  • Al momento della semina prediligere una zona fresca al riparo dai raggi diretti del sole: soffre il caldo e la siccità
  • I semi vanno sparsi a spaglio: la germinazione avviene nel giro di 10 giorni
  • Una volta cresciute le foglie, possono essere raccolte per qualche mese fino a quando le piante non produrranno dei piccoli fiori bianchi o rosa riuniti in grappoli
  • Il crescione va irrigato costantemente facendo attenzione alle ritenzioni idriche: il terreno deve risultare sufficientemente umido
  • È preferibile far seguire quest’erba a zucchine e pomodori per avere a disposizione un terreno già piuttosto ricco
  • Prima di effettuare la semina, il terreno deve essere vangato in profondità, preparando eventualmente dei tunnel arieggiati
  • Per coltivare il crescione si possono anche utilizzare dei vasi sufficientemente profondi, che andranno riempiti con del buon terriccio e con dell’argilla espansa sul fondo. In questo caso, i semi vanno interrati poco e irrigati frequentemente.

Come coltivare il crescione, il raccolto
Le foglie possono essere raccolte quando sono diventate alte circa 10 cm; vanno prelevate con un paio di forbici oppure a mano. Le foglie si raccolgono fino a quando la pianta fiorisce: successivamente si formeranno i semi, che sono contenuti all’interno di piccoli baccelli. Potrete raccoglierli per rinnovare la coltivazione del crescione l’anno successivo.

Pubblicato da Anna De Simone il 30 luglio 2014