Come coltivare l’amaranto

coltivare amaranto

Come coltivare l’amaranto: le istruzioni su come si coltiva l’amaranto, bello da vedere, buono da mangiare e ricco di proprietà benefiche. 

L’amaranto è una pianta usata sia a scopo ornamentale sia alimentare, apprezzato per le proprietà nutritive e il buon sapore. L’amaranto è facile da coltivare in orto o in casa, con la coltivazione dell’amaranto in vaso.

Tutto è iniziato lo scorso anno, quando mi regalarono dei piccolissimi semi tondeggianti. Erano semi di amaranto. E’ proprio dalla semina che può partire la coltivazione dell’amaranto.

L’amaranto è una pianta originaria dell’America Centrale e Meridionale, pur essendo resistente, vegeta meglio a temperature miti pertanto, chi abita nell’Italia Settentrionale o al Centro, farebbe meglio a prediligere la coltivazione dell’amaranto in casa o in ambienti protetti.

Come coltivare l’amaranto 

  1. Quando seminare
    Si può seminare l’amaranto in primavera, dopo circa 6 – 8 settimane dall’ultima gelata.
  2. Il terriccio
    Per coltivare l’amaranto scegliete un terriccio ricco di azoto e fosforo che consentirà alla pianta di svilupparsi meglio in altezza.
  3. Esposizione
    Coltivata l’amaranto in pieno sole. L’amaranto ama esposizioni soleggiate, quindi per la coltivazione in casa l’ideale sarebbe una veranda con ampie vetrate esposte a Sud.
  4. Le irrigazioni 
    L’amaranto detesta i ristagni idrici e non ama neanche le irrigazioni frequenti. Anche in caso di temperature molto calde, vi basterà bagnare il terriccio una o due volte a settimana.

Per iniziare la coltivazione dell’amaranto a partire dal seme vi rimandiamo alla nostra guida generale su come si semina dato che i semi di amaranto sono molto piccoli e la profondità di semina è proporzionale al diametro del seme, per ottenere un grande raccolto è possibile proseguire con la semina a spaglio.

Con la coltivazione dell’amaranto, i primi fiori si avranno con l’arrivo dell’estate, mentre la maturazione completa dei frutti si verifica in autunno. Per capire quando i frutti dell’amaranto sono maturi, vi basterà scuotere leggermente i fiori, se cadono senza fatica i chicchi sono pronti per la raccolta.

Come essiccare i semi di amaranto 
Per poter cucinare l’amaranto sarà necessario essiccarlo. Dell’amaranto, in cucina, si usano molto i semi. Per essiccare i semi bisognerà porli in un sacco di tela o di carta e farli essiccare in una zona all’ombra. Quando i semi saranno completamente essiccati e privati dei residui dei fiori potranno essere conservati in un contenitore di vetro dalla chiusura ermetica e sottovuoto.

  • Dove comprare i semi di amaranto?

Vi basterà rivolgervi dal vostro vivaio di fiducia o acquistarli per corrispondenza. Amazon propone una bustina di Semi di Amaranto Coda di Volpe  al prezzo di 2 euro.

Pubblicato da Anna De Simone il 31 marzo 2015