Come adottare un alveare aiutando api e apicoltori italiani

apicoltore

Le api sono uno degli insetti più importanti e più utili per l’ecosistema e per l’uomo.

I cambiamenti del clima stanno mettendo a rischio la loro sopravvivenza per cui è importante intervenire a livello di iniziative sociali, globali, locali e a livello dei singoli individui.

Aiutare le api e gli apicoltori è possibile e in questo articolo vi spiegherò come. Vi do solo un’anticipazione: riguarda il miele e una startup tutta italiana che prende il suo nome proprio da questi incredibili insetti: 3Bee.

Perché le api sono importantissime

Le api svolgono un ruolo importantissimo e insostituibile, in particolare per la loro attività quotidiana di impollinazione indispensabile per rendere disponibile più del 70% del cibo che mangiamo ogni giorno.

Per darvi un’idea, ecco una lista di alcuni frutti e di alcune verdure che non esisterebbero senza le api: mele, pere, castagne, agrumi, ciliegie, albicocche, cocomeri, susine, meloni, mandorle, zucchine, carote, cavoli, cipolla e aglio.

Molte altre colture non dipendono esclusivamente dalle api per l’impollinazione, ma quando sono questi insetti a trasportare il polline di fiore in fiore producono un raccolto più abbondante e di qualità superiore.

Le api svolgono un ruolo centrale anche nel processo di produzione di nuovi semi di piante orticole e nell’impollinazione di erbe destinate all’alimentazione del bestiame, come trifoglio ed erba medica.

Pensate che senza le api non potremmo neanche gustarci il caffè e il cioccolato!

api celle

Api e biodiversità

Più in generale, quasi il 90% delle specie vegetali spontanee e selvatiche dipende dall’azione di impollinazione delle api per la sua riproduzione e diffusione.

Il ruolo delle api nel corso degli ultimi anni è diventato ancora più indispensabile a causa della progressiva scomparsa di altri insetti impollinatori selvatici.

Se considerate che in tutto il mondo le varietà di piante selvatiche sono 350.000 e quelle coltivate circa 200, capirete subito quanto l’impatto di questi piccoli insetti sia fondamentale per il nostro pianeta, la biodiversità e la preservazione degli ecosistemi.

Per biodiversità intendiamo la ricchezza e varietà di piante, animali, microrganismi, funghi, agenti biotici e altri organismi viventi presenti sul nostro pianeta.

Le api e gli altri insetti impollinatori assicurano ogni giorno l’equilibrio degli ecosistemi e la preservazione della biodiversità.

Purtroppo in base ai dati raccolti da 3Bee quest’anno abbiamo perso più del 30% delle api.

Perché le api sono a rischio

La sopravvivenza delle api è a rischio per diverse ragioni, tra cui l’inquinamento ambientale, i cambiamenti climatici, l’impoverimento degli habitat naturali, la diffusione di nuove malattie e di parassiti e l’abuso di agro farmaci.

Molte specie di api selvatiche e solitarie sono già a rischio d’estinzione e anche le più comuni api da miele sono in pericolo.

ape su fiore giallo

Il ruolo dell’apicoltore

La figura più preziosa al fine di salvaguardare l’esistenza delle api è quella dell’apicoltore.

L’apicoltore, grazie alla gestione e alla cura che dedica quotidianamente agli alveari, assicura la sopravvivenza e la buona salute delle api, oltre ovviamente a permettere loro di produrre il miele, alimento di grande valore nutrizionale.

L’apicoltore interviene puntualmente per proteggere le api dai parassiti che potrebbero portare al collasso di interi apiari.

Inoltre quando le api hanno difficoltà a trovare nutrimento, fatto che capita sempre più di frequente a causa dei cambiamenti climatici e dell’inquinamento del territorio, interviene assicurando una nutrizione alternativa di supporto.

Fare l’apicoltore diventa però sempre più difficile perché il lavoro richiesto continua ad aumentare, perché gestire gli alveari è sempre più difficile e oneroso e perché la resa degli alveari è sempre più bassa.

Come adottare un alveare grazie a 3Bee

Per sostenere il lavoro degli apicoltori stanno nascendo diverse iniziative. Una tra le più efficaci che vi segnalo con piacere è quella avviata da 3Bee con il nome “Adotta un alveare 3Bee”.

3Bee è la startup agri-tech fondata nel 2017 da Niccolò Calandri e Riccardo Balzaretti per preservare le api dall’estinzione e migliorarne la qualità di vita. La startup ha sviluppato HiveTech, un alveare 3.0 che consiste in una rete di sensori IoT, i quali, posizionati all’interno dell’alveare, monitorano il benessere delle api permettendo agli apicoltori di ridurre i trattamenti, diminuire le visite nell’apiario e abbassare le emissioni di Co2

I dati permettono all’apicoltore di individuare tempestivamente anomalie e problematiche consentendo un intervento mirato a favore delle proprie api solo quando necessario, limitandone la moria e preservandone la salute.

I sistemi 3Bee sono dotati di sensori bio-mimetici installati all’interno dell’alveare per monitorare peso, temperatura interna ed esterna, umidità e intensità sonora. Questi dati sono inviati su una App che l’apicoltore può consultare in qualsiasi momento.

Mentre gli apicoltori si occupano di proteggere le loro api, tutte le persone interessate alla sostenibilità, all’ambiente e alle api potranno dare il loro sostegno a questi apicoltori virtuosi adottando uno dei loro alveari monitorati con i sistemi 3Bee.

Gli adottatori potranno quindi monitorare, proprio come se fossero loro stessi apicoltori, l’alveare scelto, ma non solo. Al momento della scelta dell’alveare e dell’apicoltore, si può anche selezionare una tipologia di miele fra quelle che le api possono produrre nell’ambiente in cui sono stanziate.

tecnologia 3bee api

Dettaglio di uno dei componenti della tecnologia ideata da 3Bee – Credits Marian Holub

Una volta pronto il miele e reso disponibile per la spedizione, verrà recapitato direttamente a casa dell’adottatore, che potrà così gustare il favoloso frutto del lavoro delle api e dell’apicoltore che hanno scelto di sostenere.

“Adotta un alveare 3Bee” è uno strumento utile per avvicinare le persone al mondo dell’apicoltura: grazie alle foto e ai video prodotti dagli apicoltori stessi, si possono apprendere moltissime curiosità sulle api, sul sistema alveare e sull’apicoltura stessa.

Per l’apicoltore, invece, rappresenta un modo di far conoscere a un mercato sempre più ampio la propria realtà, grande o piccola che sia, e di valorizzare al massimo il proprio miele.

Grazie al programma “Adotta un alveare 3Bee” gli apicoltori possono vendere il proprio prodotto di qualità a un prezzo superiore anche del 20% rispetto a quello al dettaglio, proteggendosi così dalla concorrenza del miele estero.

Adottando un alveare 3Bee si sostiene quindi una realtà apistica italiana e virtuosa che si fa carico ogni giorno del benessere e della sopravvivenza delle proprie api. E in questo modo anche del nostro pianeta.

Dalla sua nascita 3Bee ha sviluppato una rete di 2.000 apicoltori in tutta Italia che stanno utilizzando i sensori per il monitoraggio. Le tipologie di miele adottabili sono 30 e il miele prodotto dagli apicoltori 3Bee ha superato le 100 tonnellate.

Adotta un Alveare” è un’iniziativa dedicata a privati e imprese. Per queste ultime 3Bee ha ideato un programma di Corporate Social Responsibility (CSR): “Pollinate the Planet” che dal suo lancio ha permesso di proteggere 70 milioni di api.

Per maggiori informazioni su 3Bee e per svolgere un ruolo attivo per la salvaguardia delle api adottando un alveare potete visitare il sito ufficiale www.3bee.com

Pubblicato da Matteo Di Felice, Imprenditore e Managing Director di IdeeGreen.it, Istruttore di corsa RunTrainer certificato RunAcademy FIDAL, Istruttore Divulgativo certificato della Federazione Scacchi Italiana e appassionato di Sostenibilità, il 21 Settembre 2021