Coltivare papaveri

coltivare papaveri

Come coltivare papaveri: dalla semina alle varietà più belle. Papavero ornamentale, papavero orientale gigante e papaveri da vaso. Cure e consigli alla coltivazione.

papaveri si possono coltivare sia in vaso che in giardino. Tra le varietà ornamentali più apprezzate c’è sicuramente il papavero orientale anche noto come papavero gigante.

Il suo nome botanico è papaver orientalis, il papavero orientale è apprezzato per la sua rusticità che gli consente di prosperare in diversi contesti. Il papavero è una pianta perenne. La specie P. orientalis si può coltivare su tutto il territorio nazionale. Trattandosi di una erbacea perenne, riesce a diffondersi facilmente moltiplicandosi per seme anche in autonomia. Ciò significa che se per più anni di fila coltivate papaveri in una zona del giardino, ben presto noterete altre piccole piantine crescere spontaneamente anche in zone limitrofe!

Coltivare papaveri

Le istruzioni per coltivare i papaveri valgono sia per la coltivazione in vaso sia per quella in pieno campo. Chi coltiva in vaso (o in terreni particolarmente poveri) dovrà però provvedere a un’unica concimazione primaverile e dovrà irrigare con una maggiore frequenza. Le cure sono comuni per tutti i papaveri ornamentali.

Il papavero orientale fiorisce da maggio a luglio, mentre il papavero comune fiorisce da marzo a maggio. Chi vuole fioriture più longeve può provvedere alla semina di papaveri comuni e papaveri orientali così da avere fioriture da marzo fino a luglio!

Il papavero orientale è noto anche come papavero gigante perché raggiunge un’altezza di 90 – 100 cm.

Nel giardino, si può coltivare come pianta da bordura, nelle aiuole fiorite può sostituire i tulipani quando ormai questi sono sfioriti.

Per ottenere un effetto gradevole con la coltivazione dei papaveri in vaso, vi consiglio di seminare più piantine nel medesimo contenitore. Anche nel vaso, per avere un grande impatto estetico, cercate di creare macchie di colori, magari invece del classico vaso dalla forma tondeggiante potete scegliere una fioriera o un vaso rettangolare così da coltivare e seminare più papaveri.

Papaveri, coltivazione e cure

papaveri non hanno bisogno di particolari cure. Non hanno esigenze specifiche di suolo. Potete seminare i papaveri in giardino anche se il terreno è poco fertile!

Basta fornire un substrato ben drenato e sciolto.

Chi coltiva in vaso, dovrò fornire un terriccio leggero. Se in casa avete un terriccio universale, potete usare quello, tuttavia, se coltivate papaveri in vaso a partire dal terreno del giardino, sarà necessari fertilizzare con un concime granulare a lento rilascio.

Si concima il terreno per garantire un ottimo sviluppo dei fiori che, in condizioni ideali, permarranno più tempo sulla pianta. Usate un concime a base di azoto.

Tra le varie proposte di mercato vi consiglio l’uso del concime in bastoncini a lenta cessione. Su Amazon, tale concime è proposto al prezzo di 4,66 euro con spese di spedizione gratuite. Per tutte le informazioni ti rimando alla scheda del prodotto: concime in bastoncini a lenta cessione.

papaveri non hanno bisogno di molta acqua, anzi, sarà necessario bagnarli con parsimonia. Dovrete aspettare che il terreno si asciughi completamente tra una irrigazione e l’altra.

Semi di papavero

I papaveri si propagano facilmente da seme. Se avete notato una varietà che vi piace, potete raccoglierne i semini prima che il fiore giunga a completa maturazione e che il vento provveda a disperderli. Per la raccolta dei semi di papavero, potete usare una busta di carta da collocare intorno alla corolla.

Se non sapete dove reperire dei semi di papavero o preferite una varietà ornamentale particolare come quella del papavero gigante, potete acquistarli sfruttando la compravendita online.

Su Amazon sono diverse le varietà di papaveri disponibili, non manca il papavero gigante. Per scegliere la varietà che più preferite, potete vedere le foto dalla pagina Amazon dedicata alle bustine di semi di papaveri ornamentali.

Fiore di papavero

fiori di papavero hanno una forma a coppa più o meno larga in base alla varietà. I petali hanno un caratteristico margine frastagliato, sono lucidi e luminosi. Al tatto, i petali di papavero sono morbidissimi.

I fiori possono essere di colore rosso arancio o viola nelle varietà più classiche. In genere il papavero orientale porta un fiore rosso. Varietà più recenti di papaveri ornamentali vedono fiori rosa, gialli, bianchi o finanche bicolore! Nel papavero gigante (papavero orientale) la coppa è più larga.

I semi di papavero si possono aggiungere anche alle miscele di semi per la coltivazione del prato fiorito.

Pubblicato da Anna De Simone