Coltivare aloe vera in casa

coltivare aloe vera in casa

Coltivare aloe vera in casa – Tutti conoscono i benefici del succo e del gel di aloe, averne una fonte fresca sempre disponibile in casa è la strategia giusta per sfruttare a pieno le proprietà benefiche di questa incredibile pianta. L’aloe vera necessita di pochissime cure, di poca acqua inoltre può essere coltivata al chiuso.

E’ per questo motivo che oggi vi spiegherò come coltivare aloe vera in casa a partire da una piantina comprata al vivaio o da una semplice foglia di aloe (talea di aloe). Per la riproduzione per talea di aloe vera è disponibile una guida “fai da te” alla pagina “Talea di aloe“. Di seguito vedremo come curare l’aloe, dall’irrigazione alla giusta esposizione, senza trascurare nessuna necessità della pianta.

Perché  coltivare una pianta di aloe vera in casa

In effetti tutti dovrebbero coltivare aloe vera in casa. Il motivo? Ogni giorno si mettono in evidenza nuova proprietà correlate ai principi attivi e al metabolismo vegetale di questa straordinaria pianta. È senza dubbio una risorsa utile, un’alleata naturale contro diversi malesseri fisici. E’ ricca di vitamine, sali minerali e amminoacidi: contiene vitamine del gruppo B, tannini, oli e acidi grassi.

Secondo gli esperti il gel di aloe vera sarebbe in grado di rigenerare le cellule della pelle: è particolarmente indicata in caso di bruciature. Sembra avere ottimi risultati nella cura contro la stitichezza e mantiene la pelle ben idratata.

I benefici dell’Aloe vera sono innumerevoli, infatti l’Aloe svolge:

  • Attività antiossidante a anti-età
  • Attività antiasmatica
  • Attività depurativa e disintossicante per l’organismo
  • Attività lassativa
  • Attività antivirale, antibatterica e antifungina
  • Attività cicatrizzante e agevola la formazione di nuovi tessuti
  • Attività antinfiammatoria e analgesica
  • Attività gastroprotettiva e alcune sostanze contenute nel succo e nel gel fungono da tonico gastrointestinale.

Se queste motivazioni non bastano, coltivare l’aloe in casa significa anche abbassare la quantità di inquinanti indoor. L’aloe vera, infatti, assorbe sostanze in sospensione nell’aria della nostra abitazione. Ogni volta che usiamo del profumo o un qualsiasi detersivo, inconsapevolmente aggiungiamo benzene e altri inquinanti all’aria domestica. L’aloe vera riesce ad assorbire ed eliminare molti inquinanti! Insomma: l’aloe vera aiuta a mantenere pulita l’aria in casa.

Come coltivare aloe vera in vaso

L’occorrente e la procedura per coltivare aloe in casa. Partiamo da cosa serve.

  • Un vaso grande in terracotta
  • Semplice terra da giardino
  • Torba
  • Ghiaia o argilla espansa
  • Pianta o talea di aloe che volete coltivare

Se vi scoccia preparare miscugli, in commercio potete trovare del terriccio specifico per succulente. A “questa pagina Amazon” potete trovare un buon numero di substrati adatti alla coltivazione delle cactacee, aloe inclusa. Le stesse marche si trovano facilmente anche presso i Garden Center.

Aloe: pianta e varietà

Si fa presto a dire “aloe”. Anche se quella più conosciuta è l’aloe vera, ne esistono molte specie e ancora più numerose varietà. Le specie di aloe più diffuse sono: aloe arborescens, aloe saponaria e aloe ristata, la più comune è indubbiamente l’aloe vera.

  • Aloe arborescens 
    E’ definita la “cugina forte” dell’aloe vera. Annovera le medesime proprietà e risultato più resistente e facile da coltivare. La sua forma richiama quella di un polpo. In genere cresce rapidamente. Se ben tenuta, in piena terra cresce come un forte arbusto e può raggiungere i 4 metri di altezza.
  • Aloe saponaria o aloe maculata
    Presenta foglie molto grosse, spesse e cresce a rosetta. Le foglie sono particolari, presentano macchie biancastre e hanno margini dentati. Chi intende coltivare l’aloe in vaso e sceglie questa specie, deve prepararsi a un rinvaso all’anno. Questa specie tende a occupare velocemente tutto lo spazio disponibile. Vuole un vaso profondo. Anche in piena terra produce profonde radici e, in condizioni ottimali, si moltiplica spontaneamente producendo piantine figlie.
  • Aloe aristata
    Presenta delle foglie molto carnose e il nucleo centrale ha un diametro tra i 15 e i 30 cm. Il gel di questa specie di aloe, è particolarmente indicata contro le punture di vespe o di altri insetti.

Come coltivare aloe in vaso

  1. Adagiate la ghiaia nel fondo del vaso così che possa fungere da drenaggio per evitare che la pianta di aloe marcisca
  2. Versate la terra e la torba in egual misura fino a riempire metà vaso: evitate la sabbia delle spiagge in quanto l’eccesso di sale potrebbe danneggiare la pianta.
  3. Adagiate la pianta al centro del vaso e versate altra terra e torba
  4. Posizionate il vaso in un luogo lontano dalle intemperie vicino ad una fonte di luce fino a quando non cresceranno le prime radici
  5. Trascorse due settimane innaffiate la pianta e posizionate il vaso in un posto ben soleggiato

Come coltivare l’aloe in casa

  • La pianta di aloe va innaffiata ogni due settimane
  • Va riparata dal freddo e dalle piogge
  • Da preferire zone ben soleggiate
  • Quando spuntano nuovi germogli, è possibile rimuoverli e piantarli in altri vasetti

Quando le foglie diventano abbastanza grandi e carnose, sarà possibile iniziare a utilizzarle nei vostri rimedi fai da te.

Come assumere aloe vera

In base alla forma che scegliete (gel, succo, integratori, estratti…) i benefici dell’Aloe vera si manifestano in modo più o meno sensibili; per esempio, per sfruttare le proprietà depurative dell’aloe vera, potete assumerlo sotto forma di gel o di succo.

Per depurare l’organismo in modo dolce a scopo preventivo, basta assumere un cucchiaino (5 ml) di aloe vera al giorno, prima dei pasti e per un massimo di due mesi continuativi.

Succo e gel di aloe vera si possono acquistare facilmente nelle erboristerie o sfruttando la compravendita online. Su Amazon sono molte le proposte di succhi di aloe Biologici e naturali. Per tutte le informazioni vi invitiamo a visitare la pagina: succo di aloe su Amazon.

Nota bene
il succo di aloe ha un sapore particolare che non tutti reputano gradevole (a me proprio non piace!), meglio consumarlo diluito in acqua o, molto meglio, diluito in succo di frutta!

Non ingerite il gel di aloe estratto con il fai da te, trattandosi di gel grezzo ha un forte potere lassativo e può avere effetti negativi sull’organismo.

Pubblicato da Anna De Simone il 13 novembre 2018