Coltelli da cucina: quale scegliere

Coltelli da cucina quali scegliere

Coltelli da cucina: quali scegliere e quali servono davvero per gestire al meglio la cucina. Dalla lama, all’impugnatura, dai tipi di coltelli alla manutenzione. Tutti i consigli per scegliere i migliori coltelli da cucina.

Quali coltelli da cucina scegliere? Ormai non devi scegliere solo tra tipo di coltello, ma anche tra materiali, lame, impugnature, processi produttivi… Con il boom dei Masterchef il mercato dei coltelli e degli utensili da cucina non sa più cosa inventarsi, così possono nascere confusioni. Ecco un po’ di chiarezza.

Quali coltelli servono in cucina?

I coltelli da cucina sono davvero tanti ma ti assicuro che non serve averli tutti per diventare un ottimo cuoco. Sappi che anche i migliori chef non hanno set così forniti, visitando le cucine di molti ristoranti stellati, potrai capire che gli chef ne arrivano a usare, proprio esagerando, giusto quattro o cinque. Poi, per capire quali coltelli servono in cucina bisogna considerare le tue attitudini.

Vuoi fare sculture con la frutta? Oltre lo spelucchino ti servirà un set da decoro, simile a quello che si usa nella lavorazione della ceramica!

Ti piace cucinare il pesce? Il coltello da sfiletto non può mancare, proprio come ti ho spiegato nell’articolo come sfilettare il pesce.

Se hai a che fare con tagli di carne molto grossi o con tonni enormi, ti può essere utile una mannaia, ma questo coltello puoi escluderlo se non hai esigenza di tagliare le ossa!

I coltelli più versatili sono due, il coltello da chef (o trinciante) e il coltello giapponese (santoku), sono entrambi maneggevoli e ti aiutano ad affettare verdure, preparare soffritti e fare tutto il “lavoro duro”.

Il coltello seghettato (coltello del pane) è comodo per tagliare il pane e altri alimenti che non vanno schiacciati (pomodori, frutta matura a buccia liscia…).

Chi ama preparare l’arrosto di carne (come una buona arista!) non può fare a meno del coltello d’arrosto con la sua lama lunga e sottile. Quindi… quanti coltelli servono in cucina? Dipende da te! In questo articolo ti fornirò le basi per farti scegliere i coltelli da cucina migliori.

Coltelli da cucina: quali scegliere

Si presta molta attenzione alla lama ma anche il manico è oggetto di valutazione. I coltelli con impugnatura di legno sono molto leggeri e l’impugnatura è salda e sicura. Di contro i coltelli con manico di legno sono difficili da pulire e non vanno messi in lavastoviglie.

L’impugnatura di plastica può andare bene solo se di buona qualità: altrimenti dopo qualche utilizzo più diretto la lama tende a uscire e rompere il manico, quindi occhio a capire la qualità della plastica scelta.

I manici d’acciaio sono quelli preferiti dagli chef professionisti ma per chi non ha una buona manualità possono essere pesanti e sfuggenti, soprattutto perché l’acciaio, quando tende a inumidirsi (è inevitabile in cucina!) diventa sfuggente e meno maneggevole. 

In più se vuoi scegliere un coltello professionale, sappi che anche se interamente in acciaio non dovresti metterlo in lavastoviglie per rispettare la lama che, seppur in acciaio inox, lavaggio bollente dopo lavaggio bollente, diventerà incline all’ossidazione. La lama dei coltelli professionali si dovrebbe lavare con acqua fredda e pochissimo detersivo per piatti. Il detersivo non va usato per i coltelli con manico di legno che si lavano con poco bicarbonato di sodio.

Lama in acciaio o lama in ceramica

La gran parte di coltelli da cucina è ormai proposta con lama in acciaio lama in ceramica. Una lama in ceramica può essere affilata quanto l’acciaio? Sì. Anzi, la lama in ceramica ha il vantaggio di non perdere quasi mai il filo, sono molto leggeri, perfetti per i tagli di precisione e gli affettati extra sottili. Hanno però diversi svantaggi: al contrario dei coltelli in acciaio, quelli con lama di ceramica possono rompersi più facilmente. Per la fragilità della lama, non sono adatti a fare il “lavoro sporco”, non possono tagliare pietanze molto dure come la scorza di una zucca o la crosta di un formaggio. Già, per i formaggi c’è un discorso a parte e ti invito ad approfondire con la guida su “come usare i coltelli da formaggio“.

Coltelli professionali: lama forgiata o stampata

Parliamo della produzione dei coltelli da cucina. Già, per scegliere i migliori coltelli professionali bisogna sapere anche come vengono prodotti.

Un altro dubbio che sorge quando ti interroghi su quali coltelli da cucina comprare, cade sulla produzione della lama. Ti dico subito che in termini pratici non cambia nulla, a mio parere, si tratta più di una questione psicologica che altro!

Chi ama l’artigianato, le tradizioni antiche e i culti culinari e vede il coltello da cucina come una katana affilata forgiata in Okinawa da Hattori Hanzo, allora non riuscirà a resistere al fascino di un coltello forgiato. In termini pratici, quali sono le differenze tra un coltello forgiato e uno stampato?

Chiarisco che, in entrambi i casi, si tratta di prodotti industriali e non di artigianato, quindi toglietevi dalla testa che da qualche parte un Hattori Hanzo stia forgiando le lame dei vostri coltelli da cucina affilatissimi!

La forgiatura è un sistema di produzione indubbiamente molto complesso ma solo poche case propongono forgiatura manuale. Con questa produzione, l’acciaio è riscaldato ad alta temperatura e lavorato fino a sagomare la forma finale del coltello (acciaio forgiato). I coltelli forgiati, per questo complesso processo produttivo, sono generalmente più pesanti e presentano una lama più doppia rispetto ai coltelli con lama a stampo.

La lama del coltello a stampo, invece,  è ricavata da una lamina in acciaio che, dopo il taglio (eseguito con uno stampo) viene temprato con le alte temperature. Il diverso metodo produttivo non rende questi coltelli meno efficienti… ma solo meno costosi!

Migliori coltelli da cucina

E’ chiaro che il termine “migliore” è molto soggettivo. Posso indicare una casa che produce ottimi coltelli professionali realizzati in acciaio giapponese di alta qualità; si tratta della Global. Da anni uso un coltello trinciante Global G2 (quello nella foto in alto) e la lama è ancora perfetta. Per tutte le informazioni su questi coltelli ti rimando alla pagina Amazon: Global.

Pubblicato da Anna De Simone il 4 agosto 2018