Ansia notturna: sintomi fisici

Ansia notturna

Ansia notturna non significa ansia e basta, è una forma particolare di questo disturbo che spunta fuori ad una certa ora e con particolari caratteristiche. Non è detto che sia un problema che affligge le persone ansiose di natura, anzi, di notte può capitare che proprio quelle più “zen” si trovino sommerse da tutte quelle preoccupazioni che alla luce del sole non avvertivano per nulla, davanti agli occhi invidiosi di chi è nato ansioso e lo è 24 ore su 24.



Ansia notturna

L’ansia notturna resta in agguato ed esce allo scoperto all’imbrunire, quando calano gli impegni quotidiani che ci distraggono e siamo più “liberi” di preoccuparci ed agitarci. Capita spesso, anche a chi non soffre di ansia notturna, che i momenti vuoti, in cui la mente può vagare, si diventi più prede di pensieri negativi.

L’ansia che regna nella mente di notte si prepara nel pomeriggio, zitta zitta, ed è un crescendo inesorabile che raggiunge il culmine proprio quando, nel buio e nel silenzio, non è spesso possibile chiamare nessuno per un po’ di conforto in diretta.

Nel tardo pomeriggio si manifesta come un senso di fastidiosa inquietudine, poi si trasforma in vera e propria ansia strettamente legata all’insonnia notturna. Ci sono anche casi acuti che portano ad attacchi di panico, nel bel mezzo della notte.

Ansia notturna: sintomi fisici

Questo tipo di ansia è una sensazione che si prova e che ha anche delle conseguenze fisiche. Possono variare di persona in persona ma alcune sono decisamente tipiche del fenomeno. Mi riferisco ad esempio a dolori diffusi o localizzati al petto, alle palpitazioni e al cuore in gola, all’affanno, ad attacchi di cefalea e ai tremori.

C’è chi consiglia di fare molta attività fisica durante il giorno per evitare o per smorzare gli effetti dell’ansia notturna, una alternativa è quella di imparare tecniche per gestire lo stress.

Ansia notturna

Ansia notturna rimedi naturali  

I rimedi per l’ansia notturna più efficaci richiedono un impegno nelle ore diurne: proprio alla luce del sole si può agire in modo da poter poi dormire sereni, senza ansie e attacchi di panico.  Vanno contrastare con rimedi naturali le cause di questo problema, le più comuni sono la difficoltà a rilassarsi, la presenza di conflitti irrisolti rispetto ad eventi passati, l’eccesso di eccesso di energie fisiche e mentali non utilizzate durante la giornata.

Identificata la causa, si arriva anche al rimedio naturale più adatto che può essere una tisana e una buona respirazione yoga, una terapia psicologica, un’attività fisica che durante il giorno di stanchi un po’.  Anche l’ambiente influisce sul nostro stato d’animo, diurno e notturno, per cui rendiamolo gradevole arredandolo al meglio.

Per l’ansia notturna consiglio una lampada di Illuminazione notturna con tanto di proiettore, acquistabile a 20 euro su Amazon, e così magica, con i suoi effetti stellari, da far scordare ogni preoccupazione. Provare per credere.

Ansia notturna

Ansia notturna e sudorazione

Uno dei sintomi fisici più comuni per l’ansia notturna è la sudorazione notturna. Affatto gradevole, a cui si può rimediare, ma se è una conseguenza dell’ansia, meglio agire sull’ansia. Per approfondire la natura della sudorazione notturna e conoscere i migliori rimedi naturali, c’è il nostro articolo dedicato.

Ansia notturna e tachicardia

Quando questa ansia crea le condizioni perché si verifichi un attacco di panico, ecco che può comparire la tachicardia e la sensazione di avere il cuore in gola. Una sensazione da approfondire nell’articolo dedicato.

Ansia notturna e dispnea

La dispnea è possibile effetto dell’ansia notturna. Non lo conoscete? Allora leggete cosa significa apnea notturna, in tutte le sue varianti.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbero interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 15 ottobre 2017