Animali giganti veri

Animali giganti veri

Animali giganti veri, anche se è difficile crederlo. Ci sono le prove e c’è senza dubbio da rimanere a bocca aperta di fronte a questi fenomeni. Dagli insetti agli animali marini, creature da Guinness che sembrano uscite da un film di fantascienza. E invece, esistono o sono esistiti. Lasciamoci sorprendere dalla natura e ridimensioniamo il nostro umano ego.



Animali giganti veri: i più famosi

Di cani ce ne sono tanti, e siamo abituati ad averne in casa di varie taglie, ma uno come George il gigante vi sfido a tenerlo a cuccia o al vostro fianco sul divano.

E’, o meglio era, un alano, morto nel 2013, di 1,09 metri e 111 kg. Certo un record per un cane ma se passiamo ai bovini raggiungiamo i quasi due metri della Mucca Blossom, campata 13 anni in tutta la sua pacifica grandezza.

Se vogliamo parlare di Animali giganti veri, non possiamo non nominare il coniglio Dario che, nel suo piccolo, è il più grande coniglio del mondo visto che è alto 1,3 metri e pesa 22,2 kg. Anche nel mondo delle farfalle, ci sono dei giganti, come la Morpho Ercole le cui femmine sfoggiano ali con un’apertura totale di 20 cm.

La Rana più grande del mondo neanche a dirlo si chiama Golia e può misurare 33 cm, per 3,25 kg. Tra gli Animali giganti veri c’è anche il toro “Field Marshall”: 1,6 tonnellate di animale, ancora vivente, cittadino britannico.

Animali giganti veri

Animali giganti veri marini

Un tuffo nel blu, per trovare altri fenomeni, come Crabzilla, granchio-ragno giapponese che misura più di 3 metri e continua a crescere nonostante abbia oltre 40: si dice che potrebbe arrivare anche a 4 metri e mezzo. Sembra una leggenda ma esiste davvero un animale enorme chiamato Re delle Aringhe, pesce lungo 5,5 metri: ci sono volute 16 persone per sollevarlo, in California.

Pesa memo ma resta sempre uno degli Animali giganti veri marini più interessanti, la Medusa di Nomura, ospite delle acque cinesi e giapponesi, in tutti i suoi 200 kg per 2 metri di lunghezza. Non è marino nel vero senso della parola ma sta nell’acqua salata, il coccodrillo più grande del mondo, avvistato e fotografato nelle Filippine: è lungo 6,4 metri, naso e coda compresi.

Animali giganti veri

Animali giganti veri ibridi

Si può considerare un incrocio tra un pipistrello e una volpe, arriva dalla Malesia, e sembra una volpe volante ma viene considerato il più grande pipistrello del mondo essendo un animale da 1,5 kg con una apertura alare che può raggiungere gli 1,8 metri.

La Ligre Ercole è invece una via di mezzo tra un leone e una tigre, proprio perché è nato dall’accoppiamento tra un leone maschio e una tigre femmina, è il felino più grande del mondo, misura 3,3 metri di lunghezza e pesa 418,2 chilogrammi

Un ibrido tra animale gigante e morbido cuscino è invece questo elefante di cotone, compagno di sogni, a 9 euro  Le sue misure non sono paragonabili a quelle degli Animali giganti veri, altrimenti non ci starebbe nella culla, non vi pare?

Animali giganti veri

Animali giganti veri strani

Ci sono Animali giganti veri che sono più difficile da credere veri rispetto ad altri, più banali, come cane e mucca. Mi riferisco ad esempio all’Achatina Fulica che è poi una chiocciola africana molto grande: supera i 20 centimetri di lunghezza.

Nel mondo degli insetti possiamo citare la Deinacrida, dalla Nuova Zelanda, strambo tanto quanto il granchio del cocco che pur essendo il più grande artropode terrestre, non è ancora famoso. Misura anche 40 cm, pesa 5 Kg e si arrampica sugli alberi.

Dalla Cina arriva una salamandra gigante, il più grande anfibio del mondo alto 1,8 metri e con una massa di 30 kg. Non è così anomalo come gli altri Animali giganti veri, ma le sue misure sì: sto parlando di “The Big Pig”, 900 Kg di maiale, 2,5 m di lunghezza.

Animali giganti estinti

Anche nel passato, ci sono stati Animali giganti veri ed è bene ricordarli, perché vale la pena di osservare con chi hanno convissuto i nostri avi. Potere trovare dei giganti d’un tempo tra gli Animali estinti.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+, Instagram

Articoli correlati che possono interessarvi:

Pubblicato da Marta Abbà il 17 gennaio 2017