Adenium obesum: fioritura

Adenium obesum

Adenium obesum, pianta da fiori di origine tropicale che arriva anche in Europa dall’Africa, appartiene alla famiglia delle Apocynaceae e si sa adattare anche all’aria da appartamento anche se non è la sua, di origine. Questo va detto perché ha un aspetto molto decorativa ed ecco perché è particolarmente apprezzata.



Adenium obesum o rosa del deserto

L’Adenium obesum viene chiamata anche “rosa del deserto” o “oleandro del Madagascar” perché vi assomiglia, ogni tanto possiamo trovarla anche in formato bonsai. Si presenta con una forma caudica, sempre verde, con foglie ovali, verde brillante e lucide sul lato superiore. Il tronco alla base è goffamente gonfio, perché è un serbatoio di acqua che la rende resistente a periodi di siccità e in grado di raggiungere i 3 metri di altezza.

Adenium obesum

I luoghi migliori per l’Adenium obesum sono quelli assolati e con tanta luce, anche se all’interno di un appartamento. Meglio quindi scegliere una zona in cui è raggiunta dalla luce diretta del sole, anche perché ama il caldo e l’aria asciutta: guai se avverte temperature sotto i 16 gradi, quella ideale è di 20 gradi.

Adenium obesum: fioritura

I fiori dell’Adenium obesum sono molto appariscenti, bianchi o rosa, composti da 5 petali dalle estremità più scure. Possono anche misurare 15 cm e spuntano a primavera o verso l’autunno, perché le fioriture di questa pianta sono multiple e di lunga durata. Purtroppo i fiori sono molto delicati.

Adenium obesum

Adenium obesum: foglie gialle

Questa pianta molto resiste al caldo ma non sopporta il freddo e la mancanza di acqua, non è semplice da tenere, richiede molto impegno e dedizione. In estate è meglio metterla all’esterno, in inverno va bene anche in casa e non bisogna preoccuparci se le foglie diventano gialle in quel periodo, per poi cadere. Rinasceranno a primavera.

Adenium obesum: vendita

Meglio acquistare un Adenium obesum quando è piccolo e sistemarlo in una buona postazione, dedicandogli le cure adeguate fino a quando non raggiunge grandi dimensioni. Per scegliere una buona pianta vanno valutati il suo aspetto generale e il tronco, chiedendo se la pianta è cresciuta per semina e non per talea. Meglio se per semina.

Adenium arabicum

Una delle varietà più comuni dell’Adenium obesum, è quella dell’Arabicum, proviene dallo Yemen e spesso coltivato come bonsai su terreno roccioso. A pari merito troviamo anche l’Adenium multiflorum che produce i fiori più belli, a cinque petali e di un colore rosso intenso. Oltretutto fiorisce molte volte durante l’anno.

Adenium obesum

Adenium obesum: terriccio

Se vogliamo ben trattare la nostra pianta, prepariamo un terreno che dreni bene l’acqua, composto da terra normale e scaglie di ardesia in dosi uguali. Non pressiamolo e sistemiamolo in un vaso che via via deve essere sostituito all’aumentare della grandezza della pianta. In generale serve sempre un vaso largo e profondo.

Adenium obesum: semina

Un Adenium obesum da semina è sempre più forte e robusto che un “cugino” da talea, oltretutto con questa pianta si può fare un innesto con l’Oleandro che fa parte della stessa famiglia di piante dicotiledoni, ottenendo ottimi risultati a livello estetico.

Adenium obesum: prezzo  

Su Amazon una bustina di semi di Adenium Obesum semi bonsai costa 11 euro, non è sempre facile ottenere una buona pianta, iniziando dal seme, ma si può accettare la sfida e provarci. Perché no?

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbe interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 19 febbraio 2018