Acufene cervicale: cause e rimedi

acufene cervicale

Si parla di acufene cervicale quando fischi e altri rumori percepiti all’orecchio possono essere riconducibili a problemi della zona cervicale. I sintomi principali dell’acufene sono fischi e ronzii e a sua volta l’acufene può essere il sintomo di una malattia o di un altro disturbo. Può essere il caso dell’acufene pulsante e lo indubbiamente di quello “cervicale“.

Una correlazione tra acufene cervicale esiste. A riferirlo è la ricerca medica che da tempo pone sotto i riflettori la possibile correlazione tra l’inizio degli acufeni e situazioni particolari come colpi di frusta, distorsioni, traumi alla testa, traumi al collo e, più in generale, problemi alla zona cervicale, ernie comprese.

Acufene cervicale: a chi rivolgersi?

Per la diagnosi bisogna affidarsi a diversi specialisti. E’ vero che può esiste una diretta correlazione tra acufene e problemi alla cervicale ma è altrettanto vero che è necessaria una visita dall’otorino per valutare un eventuale esame audiometrico ed eseguire un’analisi approfondita per risalire alle cause dell’acufene.

Se si parla di acufene cervicale, per curare il sintomo (fischi e ronzii all’orecchio), bisognerà intervenire sulla causa del problema, cioè sull’origine del dolore cervicale. Solo in questo modo si potrà parlare di un trattamento più indicato.

L’acufene può essere correlato anche a problemi alla mandibola e osteofiti cervicali (osteofitosi cervicale) che possono innescare difficoltà nella deglutizione e problemi all’organo dell’udito.

Acufene cervicale: cause

Qualsiasi problema al tratto cervicale può, potenzialmente, provocare acufeni. In particolare, tra le cause dell’acufene cervicale segnaliamo:

  • Torcicollo
  • Postura scorretta
  • Traumi
  • Colpo di frusta
  • Osteartrite delle vertebre cervicale
  • Cervicalgia
  • Malattie autoimmuni che possono causare infiammazioni e problemi cervicali
  • Riduzione della fisiologica curva lordosica cervicale
  • Riduzione di ampiezza degli spazi intersomatici
  • Cervico-unco-artrosi
  • …. Altre patologie cervicali

L’acufene è il sintomo dello stato di sofferenza dell’organo dell’udito. Tale sofferenza può essere innescata da diverse cause, da non sottovalutare elevati livelli di stress o altri problemi di salute. Quando si parla di acufene cervicale, la causa è una ridotta ossigenazione periferica che determina uno schiacciamento sul circolo dato dalla patologia cervicale in esame. La cura dell’acufene è volta a risolvere la patologia cervicale ma prima bisogna accertarsi della reale esistenza di questa correlazione nel caso specifico.

L’acufene è un disturbo che interessa 4 italiani su 100 e per risalire alle sue cause potrebbero essere necessarie visite con diversi specialisti.

Acufene cervicale: sintomi

sintomi sono quelli classici dell’acufene, quindi rumore all’orecchio, fischio, ronzio all’orecchio… i sintomi si possono amplificare di notte soprattutto quando si dorme in una postura scorretta senza l’ausilio di un cuscino cervicale e di un materasso ortopedico.

Tra gli altri sintomi vi sono poi quelli a carico della zona cervicale: dolori cervicali, tensioni del collo, mal di testa ricorrenti, emicranie mattutine.

Acufene cervicale: diagnosi

Se percepisci questi sintomi la prima cosa da fare è fissare un appuntamento con un otorinolaringoiatra: questo specialista è esperto nei disturbi che possono colpire l’orecchio e il canale uditivo. Sarà lo specialista a individuare i test diagnostici necessari per il tuo caso specifico.

In genere, lo specialista potrebbe prescrivere una radiografia dei distretti interessati, una tomografia computerizzata o una risonanza magnetica al rachide cervicale. Con questi esami, sarà possibile identificare la cause del dolore cervicale e così individuare l’eventuale correlazione con gli acufeni. In genere, per escludere la presenza di altre patologie che possono interferire con il corretto funzionamento dell’orecchio o causare problemi alla cervicale, possono essere prescritti esami del sangue.

Come prevenire gli acufeni cervicali: rimedi

Gli acufeni cervicali si possono prevenire mantenendo in buona salute le vertebre della zona cervicale. In primo luogo: dormi su un materasso ortopedico? Ti svegli con mal di testa mattutini? Sicuro che il cuscino che usi è adatto alla tua problematica?

Per correggere problemi posturali e cervicalgia, non è da sottovalutare la fisioterapia con il Metodo Mézières. Per esperienza  posso dire che ho risolto una parte dei miei problemi alla colonna vertebrale e alla zona cervicale combinando la fisioterapia con esercizi posturali fatti in casa e con l’ausilio di sedie, cuscini e letti ortopedici.

In commercio esistono molti cuscini cervicali, in questo contesto ti consiglio di non lesinare sul costo: anche se è elevato, ne guadagnerai di salute e di qualità della vita. Tra i cuscini che offrono un buon supporto della zona cervicale consiglio il Tempur Qeen. Ho impiegato circa una settimana per abituarmi alla nuova postura ma i mal di testa mattutini e i dolori alla cervicale sono spariti. Il cuscino in questione tende a sciogliere le tensioni muscolari che si accumulano alla zona del collo e delle spalle, le stesse tensioni che possono essere causa di acufeni. Su Amazon, il cuscino citato si compra al prezzo di 80 euro (spese di spedizione gratuite).

Per tutte le informazioni ti invito a visitare la pagina del prodotto: cuscino cervicale Tempur Qeen.

Nota Bene: IdeeGreen.it non ha alcun legame con il produttore del cuscino segnalato, ho indicato il prodotto solo per un reale riscontro personale: sentiti libero di scegliere il supporto più adatto alle tue esigenze e soprattutto consulta il parere di un medico.

In qualsiasi caso, è indispensabile la visita da uno specialista per assicurarsi che l‘acufene sia indotto da un disturbo alla zona cervicale.

Pubblicato da Anna De Simone il 7 novembre 2018