A che ora allenarsi

A che ora allenarsi

A che ora allenarsi, non è un quesito banale e da prendere sotto gamba, perché i risultati delle nostre fatiche fisiche molto dipendono anche dal momento della giornata in cui le facciamo. Prima quindi di mettersi in moto, con foga, sostiamo a riflettere, e a leggere, per ottimizzare gli sforzi e non sprecare il nostro fiato.



A che ora allenarsi è meglio

Per avere il massimo dei benefici, a che ora allenarsi? Non si può rispondere in modo banale e generico, con una risposta “standard” che vale per tutti, molto dipende dalle nostre condizioni fisiche e da ciò che ci aspettiamo dal nostro allenamento.

E’ necessario conoscere un po’ di cronobiologia che ci insegna come le varie funzioni umane come la produzione degli ormoni e i cambiamenti della temperatura e dell’umore, hanno un loro proprio andamento ritmico. Ci sono dei ritmi che, se ci chiediamo a che ora allenarsi, dobbiamo conoscere: quelli circadiani e quelli giornalieri, in modo da poter valutare quando fare attività fisica.

I ritmi circadiani tra le altre cose ci dicono come si comportano gli ormoni che influenzano l’allenamento, ad esempio il GH presenta tre picchi significativi durante la giornata, i due più alti sono nella prima e nella quarta ora successiva all’addormentamento. Poi c’è il testosterone che ha un picco tra le 6 e le 7 e un altro alle 17.30, il cortisolo fra le 7 e le 8 del mattino ha il suo picco massimo. Queste indicazioni sono importanti per capire a che ora allenarsi.

A che ora allenarsi

A che ora allenarsi per dimagrire

Se il nostro obiettivo è quello di perdere peso, allora la seduta aerobica deve essere fatta di mattina per sfruttare il picco di GH e i massimi livelli di cortisolo, ormoni che hanno un effetto dimagrante. E’ meglio fare attività aerobica a stomaco vuoto: il digiuno notturno ridurrà drasticamente le scorte di glicogeno, così andremo a bruciare direttamente i grassi.

A che ora allenarsi per massa

Non sempre ci si allena per dimagrire, anzi, spesso si desidera aumentare il volume muscolare, in questo caso la risposta alla domanda “a che ora allenarsi?” cambia. L’agenda va riscritta mettendo l’allenamento nel primo pomeriggio con un picco di testosterone che è responsabile della crescita muscolare e un picco dell’adrenalina che ci dà la carica.

Prima di concludere, è bene precisare che piuttosto che non fare attività fisica, è meglio farla anche se non negli orari consigliati. E’ ovvio che non tutti possono prendersi la libertà di allenarsi all’ora ottimale, la prima cosa da evitare è la totale sedentarietà.

A che ora allenarsi: bodybuilding

Per iniziare a fare body building è bene informarsi in modo accurato: essendo una pratica molto “tosta”, è necessario non improvvisare. Ci può aiutare la “Guida pratica pesistica” a cura di FIPE Strenght academy, su Amazon a 15 euro.

a che ora allenarsi

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbe interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 28 agosto 2017