Umidità in casa, i rimedi più efficaci

umidità

Risolvere il problema dell’umidità in casa può essere semplice anche se in alcune occasioni, laddove muffa e macchie sono particolarmente importanti, necessita l’intervento di un esperto. in alcune situazioni può essere sufficiente migliorare l’areazione interna per avere dei miglioramenti sostanziali. Vediamo in maniera più approfondita cosa fare in caso di umidità in casa.

Il primo intervento consiste nel verificare se l’umidità è dovuta a mancanza di camere di aerazione adeguate, a una infiltrazione d’acqua oppure è solo colpa di inadeguato riciclo d’aria.

Umidità in casa, camere d’aria
Le camere d’aria sono fondamentali in casa, soprattutto se si tratta di abitazioni a pianterreno. Vanno realizzate durante la costruzione stessa della casa, ma è possibile intervenire con lavori di ristrutturazione, dove possibile, anche in secondo momento.
Se l’umidità dipende dalla mancanza di adeguate camere d’aria, bisogna necessariamente affrontare questo investimento per avere una casa vivibile. La consulenza di un esperto, in questo caso è fondamentale. Ricordate, inoltre, che alcuni tipi di ristrutturazioni usufruiscono di un bonus fiscale: per approfondimento vi invitiamo alla lettura dell’articolo “Bonus ristrutturazioni

Umidità in casa, infiltrazioni
La questione delle infiltrazioni d’acqua spesso si rivela problematica; non sempre si riesce ad individuare da dove proviene la perdita, poiché l’acqua riesce ad infiltrarsi praticamente ovunque e a compiere tragitti relativamente lunghi.
Prima di cominciare a rompere muri per arrivare alla causa, possiamo avvalerci di una termografia; in questo modo riusciremo ad evidenziare la presenza della perdita. Se però la muffa si manifesta in corrispondenza, ad esempio, dei tubi del bagno, la questione è molto più semplice, dato che ci sono grosse probabilità che si tratti proprio di quella tubazione. Anche qui è raccomandata la consulenza di un esperto.

Umidità in casa, mancata aerazione
Se si ha la cattiva abitudine di tenere sempre porte e finestre chiuse per paura del freddo è molto probabile che possa insorgere l’umidità. Far cambiare l’aria è vitale in una casa, non solo per avere ossigeno, ma anche per far uscire eventuali vapori della cucina e/o della doccia.
Le imposte andrebbero sempre lasciate aperte sia mentre si cucina, sia dopo aver fatto il bagno, in modo tale che i vapori fuoriescano. Anche i panni bagnati e/o umidi in casa durante la notte possono essere un problema, per questo nella stanza che li ospita è necessario che vi sia un buon riciclo di aria. Molto utili sono anche i sali che assorbono l’umidità in eccesso: è il caso dei deumidificatori naturali; a tal proposito vi consigliamo la lettura dell’articolo “Deumidificatori fai da te”

Altro articolo correlato :

 

Pubblicato da Anna De Simone il 2 marzo 2015