Topi di campagna e talpe: come allontanarli

topi di campagna

Topi di campagna e talpe si possono allontanare in vari modi. C’è il sistema delle ‘piante sgradite’, che funziona anche come prevenzione, quello delle sostanze aromatiche, ci sono gli ultrasuoni (che possono essere sostituiti da rumori create artificialmente) e ci sono le trappole.

Premesso che topi di campagna e talpe sono diversi tra loro (Arvicole e talpe: come distinguerle) e diverso è anche l’impatto che hanno sulle coltivazioni di orto e giardino, vediamo uno per uno i rimedi naturali contro i roditori.

Piante da difesa

Dai topi di campagna e dalle talpe (non dannose per le radici) ci si difende con alcune piante sgradite ai roditori per il loro odore molto intenso. Funzionano la corona imperiale (Fritillaria), l’erba rogna, la lingua di cane, il ribes nero e il buon vecchio aglio.

Le piante da difesa possono essere usate anche come prevenzione, mettendo però in conto che non sempre funzioneranno. I punti strategici da difendere son il perimetro del giardino e le aiuole fiorite. Tenete presente che topi di campagna e arvicole:

  • sono ghiotti di tulipani e delle radici delle bulbose in genere;
  • non attaccano i narcisi perché contengono un alcaloide velenoso.

Suoni e ultrasuoni

I rumori a determinate frequenze infastidiscono tutti i roditori e li fanno allontanare,  ovviamente senza distinguere tra topi di campagna e talpe. Un sistema rudimentale consiste nell’interrare bottiglie vuote in posizione leggermente inclinata: il vento infilandosi nella bottiglia produrrà un fischio in grado di disturbare i topi.

Più tecnologico è il sistema degli ultrasuoni, per produrre i quali esistono semplici dispositivi che si infilano nel terreno nei punti da difendere. Ne esistono modelli alimentati a energia solare e altri a batteria. Si acquistano facilmente anche online:
Scacciatopi a energia solare

Scacciatopi a batteria

Sostanze aromatiche

Un sistema simile a quello delle piante da difesa consiste nel posizionare delle sostanze aromatiche sgradite nei cunicoli di topi di campagna, arvicole e talpe. Funzionano gli spicchi d’aglio, le foglie di noce, le foglie di sambuco ma anche le teste di pesce (un buon sistema per smaltire questi rifiuti dopo una cena a base di prodotti ittici.

Tra le sostanze aromatiche ‘particolari’ che infastidiscono i topi di campagna ci sono anche i capelli umani. Quando li tagliate potete conservarne un po’ e introdurli nei cunicoli. Topi di campagna e talpe hanno un ottimo naso oltre che un buon udito e l’odore del nemico, che nei capelli è molto presente, probabilmente li spaventa.

Trappole

Tutti i dissuasori di cui sopra non hanno un’efficacia garantita al 100% e per ridurre la popolazione di roditori nell’orto e nel giardino può rendersi necessaria la vecchia trappola (che consente di catturare gli animali e rilasciarli altrove). Ce ne sono di diversi tipi, acquistabili anche online, e basta saperle posizionare nei punti giusti. Spesso per semplicità vengono chiamate ‘trappole per talpe’, ma funzionano con tutti i roditori e con le esche appropriate si può fare selezione tra topi di campagna e talpe, che hanno diete differenti.

Trappola per roditori

Un trucco per aumentare l’efficacia delle trappole è quello di posizionarle vicino alle piante di topinambur, di cui i roditori sono particolarmente ghiotti. Il topinambur può essere usato anche come esca oppure funzionare da ‘pianta richiamo’ per distogliere l’attenzione dei topi di campagna da altre colture.

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Michele Ciceri il 5 aprile 2015