Rosmarino, malattie e cure

rosmarino malattie cure

Rosmarino, malattie e cure: cosa fare in caso di rosmarino con foglie gialle oppure se le cime diventano nere o con puntini bianchi. Tutte le istruzioni per la corretta coltivazione del rosmarino in vaso o in campo.

Il rosmarino è una pianta aromatica facile da coltivare, anche per chi non ha un appezzamento di terreno: il rosmarino in vaso cresce bene in balcone o sul terrazzo di casa. Anche se si tratta di una pianta facile da coltivare, il rosmarino non è di certo immune alle malattie. In questa pagina vedremo le malattie più comuni che attaccano li rosmarino coltivato in vaso o in pieno campo.

Rosmarino, malattie e cure

Il rosmarino, botanicamente noto come Rosmarinum officinalis, è una specie molto robusta che contrae solo raramente malattie che richiedono un intervento fitosanitario. In genere, i problemi sorgono più facilmente in caso di coltivazione in vaso con un eccesso di irrigazioni.

Per prevenire qualsiasi tipo di malattia o aiutarne la regressione dei sintomi, vi invitiamo a curare degli aspetti della coltivazione del rosmarino quali:

  • in caso di coltivazione di rosmarino in casa, mancanza di luminosità. Assicuratevi che la pianta riceva la giusta luce.
  • In caso di coltivazione in vaso o in pieno campo, eccessive irrigazioni. Assicuratevi che il terreno sia asciutto tra una irrigazione e l’altra.
  • Controllate le condizioni del suolo, evitate ristagni idrici. In caso di coltivazione del rosmarino in vaso, aggiungete uno strato drenante (5 cm di argilla espansa) sul fondo del vaso.
  • Concimate solo se necessario (in genere in primavera), alcune malattie possono subentrare per carenza o eccesso di concimazione.
  • In caso di coltivazione in pieno campo o se il vaso è posto nei pressi della compostiera, controllate che non vi siano nematodi nocivi nel terreno.

Non è necessario proteggere le piante di rosmarino in inverno perché questa specie, molto rustica, sopporta temperature fino a -10 °C.

Rosmarino con foglie gialle o foglie che seccano e cadono prematuramente

Le foglie ingiallite con macchie che possono essere di colore bruno e che si seccano verso le punte, possono essere conseguenza di una inadeguata irrigazione. Controllate il drenaggio del terreno, arieggiandolo con un’operazione di sarchiatura.

Se il rosmarino è coltivato in vaso, l’intervento risulta più semplice perché dovrete limitarvi a fare un rinvaso cambiando il terriccio. Al momento del rinvaso, verificate la salute dell’apparato radicale (se vi sono parti nere, recidetele! Le radici nere indicano necrosi, cioè tessuto morto e asfissia radicale). Per il nuovo vaso, usate un terriccio specifico per piante aromatiche e predisponete sul fondo del contenitore 5 – 6 cm di argilla espansa.

Malattie fungine del rosmarino

Quando vi sono condizioni critiche come foglie ingiallite o cime nere, il rosmarino diventa più esposto ad attacchi fungini. Attenzione all’oidio che può causare la morte della pianta. Se nel vostro orto vi sono state di recente delle infestazioni di oidio, eseguite un trattamento a base rameica.

Rosmarino con puntini bianchi sulle foglie

Si tratta di una malattia fungina, l’oidio anche noto come mal bianco. Come premesso, l’oidio riesce ad attecchire sul rosmarino quando la pianta è già fragile. In questo caso è possibile seguire dei trattamenti con prodotti anticrittogramici ammessi in agricoltura biologica.

Il fungicida a base di zolfo ramato è efficace contro l’oidio e altre malattie crittogamiche quali alternariosi, antracnosi, malattie che riescono a infestare il rosmarino in caso di carenze o irrigazioni inadeguate. Ribadiamo questo concetto perché, oltre all’impiego del fungicida sarà necessario controllare le condizioni del suolo come esposto in precedenza.

Link utile: Fungicida a base di Zolfo Ramato

Rosmarino  con Foglie nere che seccano 

Il discorso è analogo a quanto esposto in precedenza: le foglie nere, dapprima sulle punte e poi sull’intera foglia, sono sintomo di un eccessiva irrigazione. Anche in questo caso, si procede con il rinvaso del rosmarino coltivato in contenitore mentre con il ripristino di un buon drenaggio in caso di rosmarino coltivate in pieno campo.

Talea di rosmarino

Da una pianta sana potete provvedere alla moltiplicazione per talea. La talea di rosmarino è molto semplice da fare e vi consente di ottenere, in pochissimo tempo, diverse piantine pronte alla vegetazione e a essere regalate. Per tutte le informazioni vi rimandiamo alla guida dedicata alla Talea in acqua del Rosmarino.

Pubblicato da Anna De Simone