Rinnovabili più economiche del carbone

Sono sempre più numerose le famiglie che preferiscono acquistare energia pulita e con la diffusione delle rinnovabili, l’elettricità proveniente da fonti pulite rischia di essere più economica di quella delle centrali elettriche convenzionali.

La Grid Parity è definita come la pari convenienza economica tra l’acquisto di energia pulita e quella proveniente da combustibili fossili. In alcune località del globo quello della grid parity è un concetto sorpassato: le rinnovabili sono più economiche!

Qualche giorno fa, vi abbiamo parlato della centrale geotermica dei Caraibi; la centrale giamaicana riuscirà a fornire elettricità a prezzi più bassi di quelli proposti dalle classiche centrali elettriche. Oggi l’attenzione cade sul fotovoltaico: stiamo assistendo a un cambio di rotta, la diffusione degli impianti fotovoltaici rende l’energia pulita più a buon mercato dell’elettricità ricavata dai combustibili fossili.

Grazie ad alcune iniziative, in Italia, i prezzi dell’energia pulita possono essere equiparati ai prezzi dell’elettricità da combustibili fossili ma nel New Mexico l’energia solare costa la metà! Il nome della centrale è Macho Springs, ha una capacità elettrica di 50 MW, sfrutta la pannelli solari a film sottile e riesce a offrire elettricità pulita per un costo di 5,8 centesimi di dollaro a kWh!

Negli Stati Uniti, il costo per l’energia elettrica è di 11,4 centestimi di dollaro per kWh. L’energia pulita potrà essere venduta per un prezzo così competitivo grazie all’accordo tra El Paso Electric Company e l’azienda First Solar. Il fattore molto particolare, è che in media, l’elettricità proveniente da pannelli solari a film sottile, è commercializzata per un prezzo di 16,3 centesimi di dollaro, quasi il triplo (2,8 volte in più) rispetto al prezzo proposto dalla First Solar. Tale esempio dimostra il forte cambio di direzione, anche l’economia si sta spostando sulle energie pulite. L’accordo tra la Fist Solar e la El Paso Electric Company sarà siglato ufficialmente entro giugno.

Pubblicato da Anna De Simone il 4 febbraio 2013