Riciclo della carta, tutte le info

riciclo carta

Riciclo della carta: le fasi del riciclaggio della carta. Cosa si ottiene dalla carta riciclata e tutte le info utili. Come spiegare il riciclo della carta ai bambini. 

Chi è a caccia di una ricerca sul riciclo della carta è approdato nella pagina web giusta. Ecco un po’ di dati sul riciclo della carta in Italia e in Europa:

  • La produzione della carta, in Italia, vede 123 imprese coinvolte per 155 stabilimenti e 19.500 addetti ai lavori.
  • In Italia la produzione della carta arriva a superare le 8,8 tonnellate annue con un fatturato di 6,9 miliardi di euro.
  • Per la produzione della carta si usano sia materie prime vergine, sia materia prime seconde, cioè carta riciclata.

Il principale utilizzatore di carta riciclata, in Europa è la Germania che arriva a diffondere fino al 35,2% di carta riciclata. In Italia tale percentuale si attesta intorno al 10%.

Cosa si ottiene dalla carta riciclata

Dalla carta si può ottenere semplicemente altra carta. Quando la carta da riciclare non è di elevata qualità, finisce per diventare carta o cartone da imballaggio. Ancora, dalla carta riciclata si possono ottenere fibre di cellulosa da impiegare nella bio edilizia.

Le fasi del processo di riciclaggio della carta

Le fasi di riciclo della carta sono molto complesse. Proprio come ho fatto per il riciclaggio della plastica, proverò a spiegarvi tale processo dividendolo in diverse fasi.

In prmis, gli stabilimenti di riciclo della carta mescolano la materia da riciclare (carta usata) con acqua e sostanze chimiche. La carta viene sminuzzata e riscaldata così da poterla suddividere in fibre di cellulosa simile alla materia vergine di partenza.

La sostanza che risulta da questa prima fase è detta “Pasta di cellulosa” o “Slurry”. Tale composto viene filtrato attraverso appositi setacci selettivi. Vengono rimossi residui di colla e residui di plastica. I residui di plastica sono molto diffusi nella pasta di cellulosa e derivano dalla carta plastificata.

La miscela dovrà essere trattata per rimuovere i residui di inchiostro. La percentuale d’inchiostro può arrivare a rappresentare fino al 2% del peso totale della carta riciclata.

Una volta rimosso l’inchiostro, la carta può subire un processo di sbiancamento per poi essere trasformata in nuova carta.

Riciclo della carta, vantaggi

Il riciclo della carta conviene sia da un punto di vista economico, sia da un punto di vista ambientale. Circa il 35% degli alberi abbattuti è destinato all’estrazione di cellulosa per la produzione della carta.

Riciclare una tonnellata di carta di giornale ci consente di risparmiare circa una tonnellata di legno!

Riciclando una tonnellata di carta stampa o carta per fotocopiatrici, invece, andremo a risparmiare poco più di due tonnellate di legno!

Per produrre carta vergine, il legno subisce diversi trattamenti per estrarre la cellulosa e separarla da altre componenti della parete della cellula vegetale. In particolare, è macchinoso purificare la cellulosa eliminando la lignina. Tale problema non si pone quando si una pasta di cellulosa riciclata.

E’ stato stimato che se riuscissimo a riciclare la metà della carta immessa globalmente sul mercato andremmo a risparmiare la raccolta di 20 milioni di acri di foreste. 

20 milioni di acri corrispondono a una superficie di 81.000 km².

Tra gli altri vantaggi economici e ambientali, ricordiamo che con il riciclaggio della carta si taglia drasticamente la quantità di energia e materie impiegate in termini di elettricità e risorse idriche. Non solo si risparmia materia prima (alberi e cellulosa), con il riciclo della carta si risparmia energia e acqua.

Diversi calcoli mostrano che per produrre una tonnellata di carta riciclata (carta di giornale) si risparmiano circa 4.000 kWh di elettricità rispetto alla stessa quantità prodotta da materia vergine.

Produrre carta da materia prima vergine andrebbe a inquinare anche di più l’ambiente con contaminazioni ed emissioni nocive dirette. L’Agenzia statunitense EPA (United States Environmental Protection Agency) ha stimato che il riciclo della carta taglia del 35% l’inquinamento idrico e del 74% l’inquinamento atmosferico.

Riciclo della carta per bambini

Il riciclo della carta, per i bambini, può essere l’occasione giusta per apprendere nozioni di biologia vegetale, educazione ambientale ed economia domestica. Il riciclo della carta può essere facilmente introdotto in qualsiasi programma didattico scolastico e può essere spiegato anche tra le mura di casa.

Per tutte le informazioni su come introdurre il riciclaggio della carta in una scuola primaria o secondaria, o semplicemente per spiegare il riciclo ai bambini, leggete la pagina: Come riciclare la carta a scuola.


Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 22 febbraio 2017