Quanta acqua bere al giorno: tabelle e indicazioni

quanta acqua bere

Quanta acqua bere al giorno in base al peso e altri fattori da considerare. Consigli sulla quantità di acqua da assumere durante la giornata, per dimagrire, per contrastare la cellulite o più semplicemente per assicurare le funzioni dell’organismo. Quanta acqua devono bere bambini e neonati.

Se vi state chiedendo quanta acqua bisogna bere durante la giornata, sappiate che non vi è una risposta universale. Molto dipende dall’attività motoria svolta durante la giornata, così come il peso dell’individuo che si sta ponendo questa domanda. Oggi proveremo a dirvi quanta acqua bere al giorno proponendovi i parametri e gli standard emersi dai rapporti della International Bottled Water Association (IBWA)

Stando ai rapporti dell’IBWA, dobbiamo bere tanta acqua quanto richiesto dal nostro peso corporeo in corrispondenza all’attività fisica svolta durante la giornata. La stima che vi proponiamo impiega, come unità di misura, il “bicchiere”. Un bicchiere viene calcolato in circa 220 grammi.

Quanti bicchieri d’acqua bere al giorno

Generalizzando, si può affermare che chi conduce uno stile di vita sedentario, deve bere 9 bicchieri d’acqua al giorno.
Chi segue un’attività fisica moderata/media, dovrà assumere, idealmente, dai 10 agli 11 bicchieri d’acqua.
Chi svolge attività fisica intensa dovrà arrivare a bere quasi 14 bicchieri d’acqua al giorno. 

Quanta acqua bere in base al peso

Nel dettaglio, vediamo in baso al peso corporeo cosa ci dice il rapporto della IBWA. Ricordiamo che la nostra unità di misura, usata anche dalla IBWA, è “un Bicchiere d’acqua” che equivale a 220 ml di acqua.

Peso di riferimento: 52 kg
Chi conduce uno stile di vita sedentario deve bere, al giorno, 9 bicchieri d’acqua. I bicchieri arrivano a 10 se si fa attività fisica intensa.

Peso di riferimento: 57 kg
Anche in questo caso si parte da una base di 9 bicchieri d’acqua per chi conduce uno stile di vita sedentario. I bicchieri diventano 10 per attività fisica moderata e 11 per chi svolge attività fisica intensa.

Peso di riferimento: 68 kg a 79 kg
Si parte da 9,5 bicchieri d’acqua al giorno e si arriva a 11,5 bicchieri d’acqua se si svolge molta attività fisica.  Tali stime restano invariate fino ai 79 kg.

Peso di riferimento: 80 kg
Chi pesa intorno agli 80 kg dovrà iniziare con una base di 9 bicchieri e mezzo. I bicchieri d’acqua da bere durante la giornata, per chi pratica un’attività motoria media, sono 10,5 mentre gli sportivi ne dovrebbero bere 12,5.

Peso di riferimento: 90 kg
Si parte da 9 bicchieri e mezzo per chi conduce una vita sedentaria. Si arriva a dover bene 11 bicchieri d’acqua al giorno se si conduce un’attività fisica moderata e quasi 14 bicchieri d’acqua se si svolge un’attività fisica intensa.

Dopo aver chiarità quanta acqua bere al giorno in base al peso, vediamo, in breve, perché bere acqua è importante:

  • L’acqua favorisce l’eliminazione delle sostanze di rifiuto dall’organismo.
  • Il 75% della massa magra è costituito da acqua, così bere acqua favorisce lo sviluppo muscolare in modo diretto e indiretto (antagonizzando l’effetto del cortisolo).
  • Conferisce forma e rigidità ai tessuti: è evidente anche con la pelle!
  • Favorisce un’adeguata lubrificazione delle articolazioni tramite la produzione di liquido sinoviale.

Quanta acqua bere per dimagrire

Una cattiva notizia per chi intende perdere peso bevendo tanta acqua: l’acqua non fa dimagrire! E’ vero che bere acqua favorisce l’eliminazione delle tossine e quindi vi può aiutare a eliminare la cellulite, tuttavia l’assunzione di acqua non ha alcun effetto dimagrante.

L’acqua povera di sodio contrasta la ritenzione idrica, può aiutare a dimagrire regalandovi una momentanea sensazione di pienezza ma che è destinata a sparire entro poco tempo. Se volete usare l’acqua come rimedio anti-fame, sfruttate l’acqua gasata che vi può dare un senso di gonfiore supplementare al livello dello stomaco perché contiene una piccola percentuale di anidride carbonica. Tranquilli, l’acqua non fa mai ingrassare, neanche quella frizzante!

Quanta acqua bere con i calcoli renali

L’acqua minerale, effervescente o naturale, ricca di calcio, fa bene anche ai calcoli. Bere acqua ricca di calcio (particolarmente indicata anche per i bambini) è utile per chi soffre di calcoli renali. L’ossalato di calcio che forma i calcoli renali, non è introdotto a causa di un eccesso di calcio nella dieta al contrario: una dieta povera di calcio stimola l’assorbimento intestinale di ossalato aumentando il rischio di calcoli renali.

Bere poca acqua, cosa succede al nostro organismo

Bere poca acqua comporta diversi rischi per il nostro organismo. Quando il bilancio idrico è negativo si affronta uno stato di disidratazione con ripercussioni sull’intero organismo. Il bilancio idrico è negativo quando l’acqua che assumiamo è inferiore all’acqua che esce dal nostro corpo.

Lo stimolo della sete, purtroppo, diminuisce con l’età fino a essere quasi completamente assente negli anziani, per questo motivo è meglio che il bere diventi un’azione abitudinaria e non aspettare “la sete”. Basterà perdere solo l’1,5% di acqua dal nostro organismo per notare i primi sintomi della disidratazione. Insomma, bere poca acqua non è affatto una buona idea! Ecco i primi sintomi della disidratazione:

  • Colore delle urine 
    Se la vostra pipì è chiara, vuol dire che bevete la quantità giusta d’acqua, al contrario, se è molto carica o addirittura brunastra, potrebbe essere sintomo di carenza di liquidi.
  • Mal di testa 
    Un corpo disidratato va incontro a un fenomeno noto come ipoperfusione, cioè una riduzione del flusso sanguigno nel cervello e nel cuore. Se fate fatica a concentrarvi e avete mal di testa, la disidratazione potrebbe essere una delle cause.
  • Alito cattivo 
    Se siete disidratati la vostra salivazione diminuisce e compare l’alito cattivo.
  • Stipsi 
    Una scarsa idratazione può causare stitichezza. Il nostro colon, ogni giorno, assorbe dell’acqua per l’espulsione delle feci, se siete disidratati potreste andare incontro a stipsi.

Quale acqua bere

Dopo aver visto quanta acqua bere e le conseguenze per chi beve poca acqua, parliamo della qualità dell’acqua: non tutte le acque sono uguali! Bisognerebbe bere un’acqua povera di sodio e ricca di calcio. In gravidanza bisognerebbe prediligere un’acqua con ferro, calcio e dal basso residuo fisso. Per tutte le informazioni vi rimandiamo alla pagina Quale acqua bere.


Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Pubblicato da Anna De Simone il 13 settembre 2016