Proprietà dell’infuso di Menta

proprietà menta

Le proprietà dell’infuso di menta sono conosciute fin dai tempi dei greci e dei romani, ancora prima questa aromatica era coltivata da egizi, arabi e cinesi. La menta è una pianta erbacea conosciuta e diffusa in tutto il mondo. Le foglie della menta sono utilizzate per aromatizzare frittate, marmellate e altre pietanze rustiche e trovano largo impiego anche nella medicina popolare. Quali sono le proprietà dell’infuso di Menta?

In principio la menta era sfruttata per le sue proprietà calmanti e per la capacità di attenuare e risolvere i disturbi intestinali. Le proprietà dell’infuso di menta emergono nei testi scientifici più all’avanguardia ma viene citata anche nell’Antico testamento come essenza adatta per profumare la tavola ed “elevare lo spirito”. Cosa c’è di vero? La menta è un ottimo aromatizzante e può essere aggiunta in delle grandi varietà di ricette: zuppe, salse, insalate, ripieni, frittate, dolci, gelati, tisane, liquori…. Talvolta però va usata con prudenza: la menta ha la capacità di rilassare la muscolatura dell’apparato gastro-intestinale e andrebbe ad aggravare quelle situazioni precarie per lo stomaco come l’ernia iatale e il reflusso gastro-esofageo.

Come e quando sfruttare le proprietà dell’infuso di menta?
Se assunta mediante infuso, la menta può regalare ottime proprietà terapeutiche. Pare che gli infusi di menta possano stimolare la digestione e prevenire la formazione di gas intestinali aiutando a superare le coliche degli organi addominali.

Altra proprietà della menta è imputabile al suo leggero effetto anestetico: la menta andrebbe ad attenuare nausea e vomito. Risulterebbe un buon rimedio naturale per il mal di testa, soprattutto se causato da cattiva digestione e della pressione arteriosa troppo bassa. Tra le sue proprietà benefiche, la menta, annovera un’azione tonica. In più, gli infusi di menta si vantano di riuscire ad alleviare ansia, stanchezza mentale e dolori mestruali. I sostenitori della fitoterapia e dei rimedi naturali, raccomandano l’impiego di 1-2 gocce di olio essenziale di menta come antisettico delle vie aeree per purificarle e decongestionarle in caso di raffreddore o sinusite.

Come preparare un infuso di menta
Al contrario del decotto che fa perdere parte dei principi attivi volatili contenuti nelle foglie di menta, gli infusi riescono a mantenere intatte le proprietà benefiche della pianta erbacea. Per preparare un infuso di menta basta aggiungere 5-6 foglie fresche nel filtro di una tazza per infusi e tisane. Bisognerà poi aggiungere dell’acqua bollente, coprire con l’apposito coperto e lasciare in infusione per 5-10 minuti. Prima di consumare la bevanda deve essere filtrata. L’infuso di menta si beve dopo i pasti.

Pubblicato da Anna De Simone