Portatovaglioli fai da te: in stoffa, di carta o riciclati

portatovaglioli fai da te

Il portatovaglioli fai da te è un lavoretto dell’asilo infantile o un passatempo da casalinga? Nessuno dei due, o meglio non solo questo, è un modo per apparecchiare la tavola con un tocco di originalità, personalizzandola e dando un tocco in più che nessun altro può dare come noi. E per chi non è un gran cuoco come me, diciamo anche che è un modo per distogliere l’attenzione per un attimo da ciò che serviamo a tavola. Se anche non è molto buono, “almeno la tavola era apparecchiata in modo unico” diranno i nostri ospiti.



I portatovaglioli fai da te possono essere realizzati in molti modi, ci sono dei trucchi per ogni età e ogni livello di abilità manuale, non dimentichiamoci di cercare di farli ri utilizzando del materiale che abbiamo già a casa e che magari non ci è al momento utile, Invece di buttarlo può essere un ingrediente per le nostre creazioni. Mi riferisco soprattutto a nastri, bottoni, perline, ma anche ad adesivi, tovaglioli colorati, fili e cartoncini.

Portatovaglioli fai da te in stoffa

I portatovaglioli in stoffa sono molto apprezzati, vanno bene anche per le cene eleganti e danno molta soddisfazione. Possiamo scegliere una stoffa colorata, come piace a noi, e realizzare dei nastri da poi annodare attorno al tovagliolo ma va da sé che la tovaglia e i tovaglioli devono essere a tinta unica e possibilmente ben avvicinabili alla nostra stoffa multicolor. In alternativa si sceglie una stoffa bianca, si creano degli anelli portatovaglioli e poi li si decora. Come?

Ricamando le iniziali, dipingendo le iniziali, oppure, lasciando stare le iniziali, li si può decorare con perline e bottoni di colori a piacere, anche i bottoni madreperla delle camice da uomo sono ottimi per dei portatovaglioli fai da te raffinati e che si accoppiano con tutte le tovaglie o quasi.

Portatovaglioli fai da te di carta

Anche in carta si possono realizzare anche se ovviamente è difficile che durino più di una cena. Proprio per questo io mi divertirei a farli personalizzati con della carta nera e un messaggio ad hoc scritto con una penna glitter argentata, meglio se con dei brillantini nell’inchiostro. Se non amiamo le creazioni così forti, possiamo utilizzare della carta bianca e scrivere i messaggi con una stilografica. Per quanto riguarda le frasi, potete prendere spunto da queste frasi sull’amicizia e a quelle sulla gentilezza che non fanno mai male.

Portatovaglioli fai da te di carta

Se avete dei bambini in casa, figli o nipoti che siano, potete affidare a loro la parte creativa e sono certa che i portatovaglioli avranno un successone. Tagliamo prima delle strisce di carta alte circa 3 cm e lunghe circa 10, poi lasciamo che decorino con pennarelli o matite – meglio evitare altro materiale perché potrebbe sporcare – e poi confezioniamo con le strisce degli anellini in cui infilare dei tovaglioli, di carta o di stoffa, poco importa.

Portatovaglioli fai da te riciclati

Per realizzare dei portatovaglioli fai da te con del materiale da riciclo è necessario essere più ingegnosi che mai ma noi lo siamo o lo possiamo diventare con qualche buon consiglio.

Vediamo cosa può essere utilizzato per questo scopo tra i materiali che si solito buttiamo. A me viene subito in mente il cuore del rotolo di scottex, o di carta igienica. Tagliato a rondelle è un perfetto supporto rigido per dei portatovaglioli. Teniamo l’altezza di circa 3 centimetri e una volta create le varie fette di rotolo possiamo rivestirle di carta, adesiva oppure no, ma anche di stoffa, magari utilizzando degli scampoli avanzati da altre creazioni.

Altro materiale da riciclo da usare possono essere vecchie cravatte o foulard che non usiamo più ma che possono essere stoffa da cui ricavare allegre fantasie da mettere in tavola. Avete in mente altro? Ciascuno di noi sa bene cosa finisce nella sua spazzatura ed è quindi colui che meglio sa come realizzare dei portatovaglioli fai da te green. Io per esempio leggo molti giornali e poi li getto nella carta da riciclare ma potrei realizzare dei portatovaglioli di carta pesta molto divertenti che farebbero titolo e anche colpo sui commensali. Soprattutto se colleghi.

Portatovaglioli fai da te riciclati

Portatovaglioli fai da te originali

Abbiamo già visto delle soluzioni originali ma proviamo a calcare la mano ancora di più, osando e a volte stupendo a volte turbando, il rischio c’è, i nostri ospiti. Una idea bizzarra che ho notato in un ristorante, è quella di usare come portatovaglioli gli uncini degli appendiabiti, degli ometti. Li si può “rubare” dagli ometti rotti e tenere per poi racimolarne quattro e metterli in tavola come uncini attorno al tovagliolo. Un’altra idea è quella di rubare le etichette degli abiti e cucirle una in fila all’altra ottenendo dei nastri di etichette da annodare attorno ai vari tovaglioli.

Più semplice ma meno originale è l’idea di usare dello spago, molto grezzo, con un fiore ad esso legato ed un messaggio o un biglietto con il nome. Il fiore può essere fresco oppure di quelli pressati. Se siete dei tipi fortunati, potete regalare ai vostri ospiti un portatovaglioli fatto così ma al posto del fiore mettere un quadrifoglio.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookInstagram

Pubblicato da Marta Abbà il 1 ottobre 2018