Piante da appartamento per stanze con poca luce

piante da appartamento poca luce

Piante da appartamento che resistono alla poca luce e alle zone più in ombra della casa. Cosa coltivare in un interno poco luminoso.


Tra le piante da appartamento più resistenti, segnaliamo quelle in grado di tollerare la poca luce, perfetta da coltivare all’ombra o in un angoli interno poco luminoso.

Piante per un appartamento buio

Alcune piante da appartamento possono essere posizionate in qualsiasi stanza della casa, altre hanno bisogno di prosperare in prossimità di finestre per ricevere una gran quantità di luce e altre ancora, invece, desiderano ricevere poca luce, adatte a un ambiente buio.

In genere, se mettete una pianta da interno al buio, le foglie diventano gialle nel giro di poco tempo. Perché le foglie ingialliscono? Perché la clorofilla, responsabile del colore verde delle piante, non viene più espressa e così la foglia diventa gialla.

Le piante da interno che riescono a crescere in un ambiente buio (poco luminoso) sono caratterizzate da foglie verde scuro. Il verde molto intenso è il sintomo di un’elevata quantità di clorofilla. Queste piante hanno più clorofilla rispetto alle altre piante e così riescono a fissare una grande quantità di luce. Queste piante non possono stare in un interno buio ma sicuramente poco luminoso o addirittura all’ombra.

Piante da appartamento poca luce

Tra le piante da appartamento resistenti alla poca luce segnaliamo quelle più diffuse: la Zamia, l’Aspidistra, la Chamaedorea, il Filodendro, l’Edera e il Ficus. Ve ne sono poi altre altrettanto adatte all’interno poco luminoso. Vediamole tutte.

Calathea insignis

Appartiene al grande gruppo delle marante ed è una pianta da appartamento perfetta per gli interni poco luminosi. E’ più esigente delle altre piante, tanto che vuole almeno 4 concimazioni all’anno, due in primavera e due in autunno. E’ importante concimarla per renderla resistente alle malattie delle piante da interno. La pianta è mostrata nella foto in basso.

Nephrolepis exaltata

Ha un aspetto a rosetta, perfetta per chi vuole una pianta semplice e dalla fitta vegetazione verdeggiante. La pianta raggiunge una dimensione massima di 120 cm. E’ robusta, versatile ed è anche tra le piante verdi da appartamento più facili da coltivare. La pianta non va esposta alla luce solare, si può tenere in zone in ombra e poco luminose della casa.

piante interno poco luminoso

Vuole essere nebulizzata perché necessita un ambiente umido e, se le garantite del concime, la pianta non vi infastidirà in alcun modo. Potete somministrare concime per piante verdi in primavera e in autunno.

Alocasia amazonica

pianta grande che cresce bene in un appartamento poco luminoso, può puntare all’Alocasia amazonica. Può raggiungere i 150 – 160 cm di altezza. Richiede irrigazioni frequenti e va concimata in primavera e in autunno con concime per piante verde. Le foglie sono molto ornamentali, verde scuro e con nervature bianco-grigie. L’Alocasia amazonica è la pianta mostrata nella foto di apertura di questo articolo.

Hedera helix 

L’Edera è una pianta da appartamento decorativa con un fogliame dal colore verde intenso. L’edera fa parte della famiglia elle Araliacee che per sua natura cresce bene con diverse intensità luminose, su alberi, pareti o rocce. In casa resiste alla poca luce e ama un terreno umido. Foto di una pianta di Edera.

Ficus Benjamina 

Si tratta di una pianta molto popolare e conquista tutti con il suo fogliame verde. Per la coltivazione consigliamo di porla in un vaso capiente e bucherellato sul fondo dove dovrete porre degli cocci o argilla espansa per favorire il drenaggio dell’acqua. La pianta resiste alla poca luce.

Ficus Benjamina

Ficus Benjamina

Zamia

E’ tra le piante da appartamento più resistenti, originaria della Tanzania riesce a sopportare qualsiasi tipo di coltivazione. E’ costituita da cespi abbondanti e fusti carnosi dove crescono foglie grosse e perfettamente simmetriche. La pianta da appartamento in questione sopporta ogni intensità luminosa quindi cresce bene anche con poca luce. La Zamia produce fiori simili alle calle.

Per maggiori informazioni e foto potete leggere l’articolo dedicato: Zamioculcas: pianta e sua cura.

Filodendro 

E’ originaria dell’America centrale ed è particolarmente ornamentale. Può raggiungere notevoli dimensioni quindi volendo si può coltivare come pianta rampicante. La pianta necessita di frequenti irrigazioni, soprattutto nel periodo estivo. Non sopporta le fonti di calore (stufe, camini, fornelli…) ma resiste bene alla poca luce.

Per maggiori informazioni e foto potete leggere l’articolo dedicato: Filodendro: pianta e sua cura.

Chamaedorea 

Somiglia vagamente alle classiche palme ma è molto più piccola e può essere facilmente coltivata in casa. Cresce bene con poca luce (zone a mezz’ombra) ma necessita di terremo molto fertile e di ambienti ben arieggiati.

Chamaedorea 

Chamaedorea

Aspidistra

Cresce dove le altre piante non riescono a sopravvivere! Questa pianta è estremamente resistente: presenta un rizoma con foglie verdi e talvolta screziate di forma ovale, produce fiori di colore rosso che spuntano alla base della pianta. Resiste bene anche in mancanza totale di luce naturale.

Aspidistra

Aspidistra

Pubblicato da Anna De Simone il 1 gennaio 2018