Piante che resistono al caldo: quali sono e come si coltivano

Piante che resistono al caldo

Anche se sul nostro balcone batte il sole quasi senza pietà, e viviamo in un Paese ahimè parecchio assolato, non dobbiamo per forza rinunciare ad avere un bel terrazzo fiorito o per lo meno verde. Non gettiamo la spugna ma seminiamo le piante giuste, le piante che resistono al caldo. Ce ne sono, non arrendetevi, e non sono affatto male, vedrete. Ecco alcuni consigli e nomi che potete ricercare per un balcone verdeggiante e a prova di siccità.



Piante che resistono al caldo: perché cercarle

Se quella dell’esistenza di piante che sopravvivono alle alte temperature è una bella notizia, dobbiamo prendere atto che questa nostra esigenza di conoscerne il nome arriva da una pessima notizia. Fa sempre più caldo e non è che l’effetto del cambiamento climatico. Non ci sono più le estati di una volta e se un po’ di anni fa potevamo contare su temperatura ragionevoli, per lo meno in alcune zone del nostro Paese, oggi non ci possiamo più fidare.

Le ondate di caldo sono dietro l’angolo e colpiscono anche zone sempre riconosciute  come “fresche”. Meglio preparare un balcone con qualche pianta ad hoc che, in caso di caldo estremo, possa sopravvivere e consolarci. Parlo di balcone ma vale anche per il giardino. Amo le piante grasse personalmente, ma non dobbiamo per forza limitarci a questa tipologia di piante, possiamo spaziare molto più di quanto crediate.

Piante che resistono al caldo: quali sono e come si coltivano

Partiamo con una pianta che molti di noi conoscono, la Ginestra, un tipo particolare, quella dei carbonari, che si rivela essere particolarmente resistente e vigorosa. Il suo nome tecnico è Cytisus scoparius, non è difficile trovarla dalle nostre parti e forma un cespuglio un po’ indomabile ma dall’aspetto affascinante. Ha foglie poco appariscenti e dei rami molto verdi, cresce in terreni profondi, ricchi di sabbia e sostanza minerali e resiste al caldo e alla siccità come poche altre piante.

I Cisti sono una pianta altrettanto resistente e su cui possiamo contare. Ne esistono diverse specie e la maggior parte di esse, ibridi compresi, prediligono crescere al sole. Esteticamente il cistus non ama essere protagonista, per la maggior parte dell’anno, solo quando fiorisce esplode di colori e si rivela un’autentica bellezza. In Italia i cisti sono piuttosto diffusi perché sono piante tipiche della macchia mediterranea, crescono lungo le coste ma anche fino a mille metri di quota, soprattutto in suoli acidi o silicei.

Delle piante che oltre a resistere al caldo, sopravvivono anche all’incuria, sono gli hemerocallis, delle bulbose che non necessitano di molta attenzione per proliferare e fiorire. Possiamo trovarne parecchie in suoli con vegetazione selvaggia ma la si riesce ad avere anche come pianta da giardino. La prima specie che ha fatto ingresso in un giardino coltivato è stata la Hemerocallis fulva, con i suoi bellissimi fiori arancioni e le foglie a forma di nastro. Altre specie della stessa pianta hanno dei meravigliosi fiori gialli, molto profumati, che di solito spuntano a giugno e non hanno bisogno della nostra attenzione.

Grazie alle loro profonde radici, alcune specie di Stockesia possono essere definite delle piante che resistono al caldo. Formano un cespuglio color verde scuro che si riempie di fiori azzurri, oppure bianchi. Non è affatto difficile occuparsi della Stokesia, pianta molto amata anche dalle farfalle.

Non sarà tanto facile trovarla, ma questa pianta va molto bene per i climi caldi, quanto non è adatta a quelli freddi che regge a malapena. E’ l’Erodium pelargoniflorum, con foglie erbacee poco consistenti ma una fioritura molto tenace, da giugno a settembre. La possiamo coltivare in giardino o anche in vaso, sul balcone.

Più semplice da trovare ed estremamente facile da coltivare è il Centranthus. Esige una potatura a fine stagione, se la soddisfiamo in tal senso possiamo stare certi che ci darà grandi soddisfazioni. La sua fioritura è generosa e si fa notare, si può anche dire che è un po’ invadente, meglio stare in guardia perché questa pianta può anche rubare spazio alle altre se non la limitiamo.

Piante che resistono al caldo

L’ultima pianta da giardino che resiste al caldo e alla siccità che oggi scopriamo è il Polygonum scoparium. Può non essere la pianta che immaginavate di portare nel vostro giardino, perché ha un aspetto un po’ alternativo, ma se non avete pregiudizi, potete prenderla e sperimentare. I suoi steli sono privi di foglie, sono verdi e sostengono la fioritura bianca e profumata. Il Polygonum resiste benissimo al caldo e al sole anche intenso che lo può colpire in certe giornate d’estate. Bagnamolo ogni tanto se non piove da un po’, per il resto se la cava da solo.

Piante che resistono al caldo in appartamento

Se non abbiamo un giardino in cui sbizzarrirci, ma desideriamo un po’ di verde resistente, possiamo puntare sulla Sansevieria con serenità. Questa pianta resiste al clima torrido come poche altre ed è esteticamente molto gradevole. In appartamento sistemiamola dove c’è molta luce, sarà un ottimo elemento anche di arredo ed è nota per la sua capacità di purificare l’aria della stanza in cui si trova.

Pubblicato da Marta Abbà il 11 Agosto 2019