Partenio, proprietà e rimedi naturali

partenio

Partenio: proprietà, rimedi naturali e indicazioni d’uso. Il ruolo del partenio in omeopatia, fitoterapia e nella medicina moderna.

Il partenio, botanicamente tnacetum parthenium, è una pianta medicinale dalle antichissime virtù.

Le sue molteplici proprietà, vedono questa pianta impiegata per la cura del mal di testa, dell’artrite, dei dolori mestruali, per problemi digestivi e per il trattamento naturale della febbre.

Anche se il Partenio porta dei piccoli fiorellini, questa pianta è coltivata solo raramente a scopo ornamentale. La sua coltivazione è diffusa per la preparazione di infusi o di formulati omeopatici atti a sfruttare al meglio le sue proprietà.

Il partenio può essere considerato un buon rimedio naturale contro la febbre. Vi basterà pensare che il termine Partenio deriva da una parola latina che significa febrifugia, così il partenio è passato alla storia come il “riduttore degli stati febbrili”, anche in inglese si rimarca il significato della parola Partenio e questa pianta è comunemente conosciuta come feverfew.

Proprietà del Partenio

Come anticipato in premessa, il partenio è usato in omeopatia per il trattamento di un gran numero di disturbi. Nella medicina popolare il partenio è da sempre considerato un potente rimedio della nonna contro emicrania e reumatismi articolari.

La fitoterapia moderna ha riconosciuto e confermato le proprietà del partenio tanto che questa pianta è molto usata per la profilassi dell’emicrania.

Il partenio annovera buone proprietà toniche, emmenagoghe e antispastiche. Queste proprietà rendono gli infusi di partenio adatti per le donne che soffrono di dismenorrea (mestruazioni dolorose e/o irregolari).

Non solo fitoterapia, il partenio ha attirato l’attenzione dell’intero panorama medico. Il partenio è stato oggetto di ricerca nel campo immunologico, reumatologico ed oncologico. Tra i principi attivi del partenio, di notevole interesse per la comunità scientifica, è il partenolide che da prove in laboratorio è risultato un potente antinfiammatorio anche quando si parla di malattie invalidanti come il lupus eritematoso sistemico e l’artrite reumatoide.

Lo stesso principio attivo è risultato efficace nei test in vitro per contrastare la proliferazione delle cellule tumorali sia provenienti da tumori solidi che ematologici (carcinoma gastrico, carcinoma polmonare, tumore alla prostata, mieloma multiplo…). I test in vitro hanno dimostrato che il partenolide agisce con il medesimo meccanismo del chemioterapico 5-azacitidina, usato come induttore del differenziamento cellulare nella terapia di neoplasie ematologiche. La prossima fase sperimentale dovrebbe puntare sui trials clinici umani, per ora, l’efficacia dei test è stata dimostrata su modelli animali.

Il Partenio, rimedio naturale contro il mal di testa

Il partenio è un antico rimedio naturale contro il mal di testa e i dolori mestruali. La sua efficacia è legata ai numerosi principi attivi contenuti, flavonoidi, sesquiterpeni e polifenoli. Tra questi, i più importanti per curare il mal di testa e i dolori mestruali in modo naturale, è il partenolide, una sostanza capace di ridurre la contrazione della muscolatura liscia e inibirne la sua regolare eccitabilità.

Il partenio in cucina

Il partenio trova impiego culinario. Nella cultura enogastronomica veneta, il partenio è conosciuto come erba maresina ed è largamente usato per la preparazione di fritte dolci, torte e come aroma per insaporire il condimento di primi piatti e portate di carne.

Partenio, controindicazioni ed effetti collaterali

Il partenio non dovrebbe essere assunto dai soggetti che presentano allergie ad altre piante del genere tanaceto e ad altre specie della famiglia delle Asteracee. Altre controindicazioni: il Partenio non deve essere assunto in gravidanza e da chi segue un trattamento farmacologico a base di farmaci anticoagulanti, il Partenio può interagire con gli anticoagulanti e aumentare il rischio di emorragie, può interagire anche con una varietà di farmaci metabolizzati a carico epatico.

Se masticato a lungo, il partenio può causare ulcere della bocca, gonfiore e intorpidimento della cavità orale.

Pubblicato da Anna De Simone il 25 settembre 2015