Padelle in pietra: caratteristiche e vantaggi

Padelle in pietra

Le padelle in pietra sono usate da sempre, o quasi, ma sono sempre le migliori, o quasi. Ce ne sono di diverse tipologie, ad esempio di pietra ollare o lavica, ed è importante scegliere il materiale giusto che da un lato sia comodo ma che preservi le proprietà degli alimenti che vi cuociamo all’interno. Noi così attenti magari a comprare ingredienti bio, salutari, senza coloranti né sostanza cancerogene, non possiamo compromettere tutto con una pietra che non ci garantisce la qualità della cottura.



Il materiale usato per le padelle è essenziale. Stando attenti alle padelle in pietra finta, vediamo che caratteristiche hanno quelle in pietra vera. La scelta, al di là della pietra, cade quasi sempre nell’ambito di materiali cosiddetti antiaderenti, che evitano che i cibi, durante la cottura, possano attaccarsi al fondo della pentola rischiando di bruciarsi e rovinarsi. Detto ciò, non sono tutti uguali e vediamo perché.

Padelle in pietra

Le padelle in pietra sono tornate di moda soprattutto quando è stato vietato l’uso del teflon perché nocivo. Oggi è stato sostituito con materiali più sicuri e spesso anche più efficaci, forse più costosi, ma ne vale la pena.

Oltre alle padelle in pietra sono ben accette anche quelle di ceramica, in tal senso, anche se hanno delle caratteristiche e dei modi d’uso molto diversi e a spopolare per ora è la pietra, quella lavica e quella ollare.

Padelle in pietra: caratteristiche

Dire padelle in pietra non basta per capire cosa stiamo raccontando perché ci sono tante caratteristiche che poi vanno ad influire sui risultati.

Compreso che desideriamo la pietra, sappiamo che si tratta di pentole adatte a cotture lente ed uniformi perché questo materiale cuoce in modo sano e leggero e gli alimenti non possono bruciarsi. Ci sono padelle in pietra alte o basse, ciascuna cuoce in modo diverso oltre ad avere diversa capienza, lo stesso vale quando si va a variare il diametro della padella, Anche se l’altezza non cambia, se la “base” della padella diventa molto piccola si ha un effetto conca che non c’è con padelle dal diametro grande.

Un’altra caratteristica sono i manici, un dettaglio pratico mai da trascurare, soprattutto se si tratta di pentole per uso quotidiano e non da mostrare in casa per poi usare solo il microonde. Ci sono manici di vario materiale e anche staccabili, volendo, dipende da noi.

Padelle in pietra: caratteristiche

Padelle in pietra: vantaggi

Abbiamo detto che le padelle in pietra sono tra le migliori ma vediamo il perché. Sono di grande praticità d’uso e anche facili da lavare e da mantenere pulite, senza essere rovinate, perché sono anche longeve. Possiamo metterle in lavastoviglie oppure lavare a mano, a nostra scelta, senza timore di rovinarle.

Non risparmiamo sulla padelle perché rischiamo di incontrare delle padelle di finta pietra se stiamo troppo sotto il prezzo medio.  Chi cucina con la pietra è sicuro di preservare l’originale gusto delle pietanze, senza alterarne in alcun modo né l’odore né il sapore. Non è affatto scontato, quindi è bene precisarlo, è un vantaggio eccezionale anche se non si è dei grandi cuochi.

Oltre che essere sana, la cottura è anche uniforme e non ci sono pericoli di sorta. Altri materiali infatti tendono a lasciare dei residui nel cibo, o per lo meno c’è il rischio che ciò accada, ma con la pietra, possiamo escludere questa ipotesi.

Padelle in pietra lavica

Le padelle in pietra ollare e in quella vulcanica sono sempre di pietra ma hanno origine, composizione e caratteristiche estetiche e tecniche molto diverse. Non si può parlare dell’una e dell’altra nello stesso modo. Nel caso della pietra lavica, infatti, ci troviamo tra le mani un materiale più poroso rispetto alla pietra ollare ma entrambe consentono una cottura che non necessita l’aggiunta di oli o grassi

Concentriamoci sulla pietra lavica, essa è in grado di accumulare e conservare calore piuttosto a lungo nel tempo anche a fuoco poi spento, per circa mezzora.

Padelle in pietra lavica

Padelle in pietra ollare

Nel caso delle padelle in pietra ollare siamo di fronte o abbiamo tra le mani un materiale che non può non essere trattato, al contrario del precedente, e che ha ottime proprietà termiche. La ollare è estremamente resistente alle alte temperature e preserva le proprietà organolettiche degli ingredienti. Sono molto green le padelle in pietra ollare, consentono un non banale risparmio energetico continuando a cuocere il cibo contenuto per vari minuti anche a fuoco spento.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Pubblicato da Marta Abbà il 29 luglio 2018