Arredare con mobili riciclati

Arredare casa con i mobili riciclati potrebbe essere un’idea vincente nell’ottica del risparmio e del rispetto per l’ambiente. Con un po’ di creatività e qualche piccolo accorgimento si possono riciclare mobili che non usiamo più e renderli più attuali o più in linea con il resto del mobilio della casa. Il recupero di vecchi pezzi di arredo, magari ereditati dai nonni e ritrovati impolverati in soffitta o in cantina, possono rivelarsi utili in un periodo di crisi come questo. Buttare dei ricordi non è mai piacevole, e allora ecco un modo molto alternativo per riutilizzare vecchi mobili da buttare e trasformarli in mobili riciclati.

Mobili riciclati, qualche idea
Potete usare per esempio un vecchio comò e trasformarlo completamente in un mobile nuovo. Come? Basta carteggiare il pezzo di arredamento e dargli una nuova tonalità, magari adottando la tecnica del decoupage oppure riaggiustandolo con cura. Risistemato il suo utilizzo può essere stravolto!
Anche una vecchia macchina da cucire si presta bene al riciclo, può infatti diventare un tavolo d’appoggio o una scrivania. Una botte per esempio può diventare un tavolo per la colazione, un armadietto può diventare una parete d’appoggio, mentre delle sedie possono trasformarsi in panche, se unite. Proprio le sedie si possono riciclare in più modi, sezionandole a metà, oppure sfruttando lo schienale o trasformandole in mensole.

E la camera dei bambini? Anche la cameretta dei bambini può essere facilmente arredata con mobili riciclati. Potete per esempio utilizzare la vecchia libreria in soffitta, colorarla di una nuance più accesa, disegnare sopra qualche simpatico compagno di avventura oppure applicarci stencil o stickers. Ed ecco la nuova libreria per i piccoli. Lo ricordate il vostro vecchio letto? Magari non lo avete buttato e potete trasformarlo in un simpatico lettino colorato: se è troppo alto potete segare le gambe della rete. E il vecchio mobiletto del telefono? Perché no, ecco che può diventare il comodino, avendo cura di colorarlo secondo le tinte che sono predominanti nella cameretta. Anche un vecchio armadio può diventare il guardaroba per la cameretta dei bambini: cambiando colore e magari disegnando sopra le sagome degli eroi preferiti.

Pubblicato da Anna De Simone il 20 maggio 2013