Malattie occhi del gatto: sintomi e cure

malattie occhi del gatto

Malattie occhi del gatto, che siano gravi o meno, sono da non sottovalutare perché vanno a colpire questi animali in uno dei loro punti di forza. Oltre che ad essere belli, infatti, gli occhi dei gatti sono preziosi ed essenziali per loro che li usano come radar, per muoversi e per individuare prede, anche in notturna.



Ciò non significa che un gatto con una vista scarsa, magari per la vecchiaia, non sia più in grado di orientarsi, ma la vista è un senso a cui i felini tengono particolarmente e noi da padroni dobbiamo agire di conseguenza.

Malattie occhi del gatto: quali sono

Le Malattie occhi del gatto più comuni sono in parte le stesse in versione felina, di quelle di cui anche noi umani possiamo soffrire. Mi riferisco ad esempio alla congiuntivite, come anche alla cataratta. Anche la vecchiaia porta dei problemi alla vista, che fisiologicamente peggiora, ma altre patologie che possono verificarsi anche in giovane età sono la cheratite e la oftalmite infettiva.

malattie occhi del gatto

Malattie occhi del gatto: congiuntivite

Ora vediamo una ad una le Malattie occhi del gatto che abbiamo citato, con i loro sintomi, imparando a riconoscerle o almeno a farci venire il dubbio per poi rivolgerci al veterinario.

La congiuntivite è spesso dovuta alla presenza di corpi estranei che provocano uno stato infiammatorio evidente quando compaiono piccole croste purulente. Si tratta delle cispe, vanno pulite, a volte lo fa la madre dei micino piccolo ma se siamo noi a fare da genitori al gatto, allora dobbiamo procedere con impacchi di camomilla. Possiamo usare anche l’acqua borica ma attenzione: disinfetta ma brucia!

malattie occhi del gatto

Malattie occhi del gatto: cheratite e cataratta

E’ un’infiammazione della cornea, quando il gatto ne soffre di trova ad avere la vista appannata, cosa piuttosto fastidiosa. Si può notare quando si tratta di cheratite perché vediamo l’animale particolarmente lento e insicuro nei movimenti, cosa rara per un felino.

La cataratta tra le Malattie occhi del gatto non è tra le più frequenti, ma meglio conoscerla, anche solo per scaramanzia. Se la situazione è molto grave, serve l’intervento chirurgico, altrimenti possiamo provare a curare la cataratta con collirio di ioduro di potassio

Può capitare che si verifichi quando i livelli di glucosio di glucosio sono particolarmente alti, in caso di diabete oppure per un glaucoma che determina un aumento della pressione intraoculare e di umor acqueo nelle orbite. Può anche rendere cieco un gatto, il glaucoma, e per curarlo serve il veterinario.

Malattie occhi del gatto piccolo

Quando un animale anziano diventa ipovedente, può essere solo a causa dell’età, ma se capita quando è ancora un tenero micino, allora meglio indagare le cause. Tra le Malattie occhi del gatto piccolo c’è la oftalmite infettiva, riconoscibile perché causa la fuoriuscita di siero dagli occhi. Si può intervenire effettuando lavaggi e impacchi, se cogliamo la patologia all’inizio, altrimenti possono essere necessari gli antibiotici, da farsi prescrivere dal veterinario.

Un altro motivo di abbassamento della vista che può cogliere un gatto anche giovane è una problematica occlusione del dotto lacrimale che porta ad una lacrimazione continua e costante. E’ ciò che accade quando sul muso del nostro amico si crea una striatura nerastra vicino al naso, non si può a quel punto che portarlo dal veterinario.

malattie occhi del gatto

Malattie occhi del gatto: cure

Ci sono Malattie occhi del gatto che richiedono il veterinario, altre che si curano con impacchi, ,ma in generale ciò che possiamo fare da padroni di felini, è il tenere i loro occhi più puliti possibili. Ad esempio tenendo a portata di mano queste salviettine monouso da 15 euro alla confezione, lenitive, detergenti e lubtificanti, ottime anche per il cane e contenenti collirio.

Malattie occhi del gatto: consigli

Oltre ai rimedi già illustrati, altri consigli per le Malattie occhi del gatto possono riguardare la prevenzione e l’amorevole attenzione con cui dobbiamo osservare se l’animale ha qualcosa che non ci convince. Non sempre strettamente legato allo sguardo: anche dei movimenti indecisi possono derivare da un problema di vista.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+, Instagram 

Ti potrebbe interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 19 febbraio 2017