Malattie del prato più frequenti

Malattie del prato

Le malattie del prato più frequenti sono legate alla presenza di funghi patogeni e al feltro. Il periodo più a rischio è l’autunno, quando il clima umido e la presenza di foglie sul prato fanno proliferare i funghi e il muschio. Una buona cura del prato in autunno è quindi fondamentale per prevenire le malattie.

Malattie del prato: i funghi patogeni

Mal del piede, ruggini, sclerotinia, cerchi delle streghe… le malattie del prato di origine fungina prendono diversi nomi a volte curiosi. Ma comunque li si chiami, tutti i funghi patogeni sono parassiti vegetali che vivono nutrendosi a scapito dell’erba, rilasciando tossine ed enzimi che ostacolano il processo metabolico delle piante.

Frequentemente i funghi parassitizzano l’erba sotto forma di spore che penetrano nei fili attraverso una lesione. Il clima umido, dicevamo, favorisce l’azione patogena dei funghi che privilegiano le zone ombreggiate. La prevenzione è fatta di cure: aerazione e scarificazione del prato, concimazione regolare, corretto drenaggio.

Il mal del piede o fusariosi è una malattia del prato che si manifesta con macchie scure che si estendono e possono unirsi tra loro; a volte compare in superficie una muffa bianco-rosata. A causare il mal del piede possono essere diversi parassiti, tra cui il Microdochium nivale. I prati più colpiti sono quelli poco vigorosi a cui è stato somministrato un fertilizzante ricco di azoto troppo tardi nella stagione. Si combatte con un fungicida specifico e con una regolare arieggiatura.

La ruggine e la sclerotinia sono altre tipiche malattie del prato. La prima, che può presentarsi in diverse forme, attacca l’erba provocando un colore bruno o rosso-giallastro. La sclerotinia, tipica della stagione calda e umida, è ancora più virulenta e dopo la formazione di chiazze bruno-giallastre sul prato causa una rapida moria dell’erba.

I cerchi delle streghe sono una forma curiosa di funghi: sul prato compaiono zone circolari verde scuro sulle quali spuntano funghi non commestibili con cappello rotondo su stelo sottile. Più che un danno organico è un danno estetico al prato e il rimedio non è facile perché i comuni fungicidi sono poco efficaci. Certamente è utile asportare manualmente i funghi appena compaiono.

Qui potete acquistare online un fungicida per prato

Malattie del prato: il feltro

Il feltro del prato è una sorta di tessuto spugnoso fatto di resti organici, soprattutto muschio e residuo di taglio, che si forma attorno ai fili d’erba. Diventa un problema quando arriva a limitare seriamente la traspirazione del prato e il passaggio dell’acqua, il che avviene di solito in autunno. La stagione autunnale è anche il periodo giusto per eliminare il feltro, così da evitare che il prato trattenga l’acqua e possa gelare. Per eliminare il feltro si usa un attrezzo chiamato scarificatore, che può essere manuale oppure a motore.

Qui potete acquistare, comodamente online, un buon scarificatore-arieggiatore elettrico

Qui uno scarificatore-arieggiatore manuale

Ti potrebbe interessare anche

Come combattere la fusariosi

Pubblicato da Michele Ciceri il 30 ottobre 2015